Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Quarantadue anni e non sentirli. L’Asd Judo Energon Esco Frascati ha ricominciato a pieno regime le sue attività da lunedì scorso riaprendo le porte della palestra comunale di via Conti di Tuscolo, del Tusculum e del Santissimo Sacramento. Invariata l’ampia offerta che, oltre alla tradizionale disciplina del judo, propone anche i corsi agonistici (e sempre più di ottimo livello) di ginnastica artistica e ritmica. Il presidente e maestro Nicola Moraci inaugura la stagione con propositi importanti. «Quest’anno ci aspettiamo un’ulteriore maturazione da parte dei nostri giovani talenti e l’aumento della “base”, vale a dire dei corsi di avviamento al judo e quelli dell’attività neuromotoria. Per capire che tipo di risposta avremo dalle iscrizioni è ancora presto, ma siamo convinti di poter allargare ulteriormente i numeri». Il numero uno dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ricorda poi come sarà strutturata la settimana nella palestra di via Conti di Tuscolo. «Il corso di attività neuromotoria (bambini dai 5 anni) si terrà tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16,45 alle 17,30, i bimbi del “primo turno” (6 e 7 anni) si alleneranno negli stessi giorni dalle 17,30 alle 18,30 seguiti da quelli del “secondo turno” (dagli 8 ai 12 anni) che scenderanno sul tatami dalle 18,30 alle 19,45. Poi ci sono gli agonisti (Esordienti A e B, Cadetti, Junior e Senior) che si allenano nei medesimi giorni dalle 19,45 alle 21,30 con la possibilità di fare due sedute di preparazione atletica e studio della tecnica il martedì e il giovedì dalle 20 alle 22 e di fare pesi presso il Tusculum. Sempre il martedì e il giovedì (ma dalle 20,30 alle 22) si allena anche il gruppo degli Amatori, ovvero adulti principianti o cinture colorate».
Se la maggior parte degli atleti ha ricominciato a sudare solo in queste ore, c’è chi ha anticipato i tempi per farsi trovare pronto ad un grande appuntamento fissato per fine settembre. «Ci saranno i campionati mondiali Master che quest’anno si disputano in Italia ed esattamente a Olbia – ricorda Moraci – Alla rassegna iridata prenderanno parte i nostri Roberto Mascherucci e Alessio Lepore che stanno ultimando la loro preparazione e che potrebbero regalarci grandi soddisfazioni. Quello sarà il primo vero impegno stagionale, poi procederemo come sempre con tutte le attività federali dedicate alle varie categorie».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Flavia Favorini è tornata in Italia. L’atleta classe 2000 dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha partecipato al secondo mondiale Cadetti della sua carriera: nello scorso fine settimana la giovane atleta tuscolana, infatti, si è presentata ai nastri di partenza della kermesse iridata andata in scena a Santiago del Cile. Nella prova individuale la Favorini ha prima battuto un’australiana e poi ha ceduto in extremis contro una coreana nel secondo turno, non avendo la possibilità di essere ripescata. «E’ stato un incontro particolare – spiega l’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati del maestro e presidente Nicola Moraci – Ero in vantaggio fino a pochi secondi dalla fine dell’incontro quando la mia avversaria con un ippon ha portato a casa la vittoria: sarei potuta arrivare al golden score e giocarmi bene le mie carte senza quella distrazione, ma un mondiale è sempre una grande esperienza e c’è da imparare anche dalle sconfitte. Inoltre mi è piaciuto molto lo spirito che è nato con gli altri compagni di Nazionale». L’avventura iridata della Favorini si è poi completata con la gara a squadre miste in cui l’Italia ha affrontato la forte Georgia cedendo per 5-3. Per Flavia, ora, qualche giorno di meritato di riposo dopo una stagione intensissima e comunque positiva in cui l’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha portato a casa belle soddisfazioni in European Cup e anche il titolo italiano nella “nuova” categoria dei 63 kg. «Questa è stata un’annata molto importante perché ero al mio ultimo anno tra i Cadetti e perché ha segnato il mio definitivo passaggio nei 63 kg. Spesso il cambio di categoria comporta grosse difficoltà con relativi scarsi risultati, invece posso dirmi abbastanza soddisfatta di quello che ho raccolto quest’anno. Ora mi godo qualche giorno di riposo per “staccare” soprattutto dal punto di vista mentale e poi da settembre tornerò ad allenarmi con ancor maggiore determinazione per preparare il mio primo anno da Junior».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Tutto l’Asd Judo Energon Esco Frascati tifa per Flavia Favorini. La promettente atleta classe 2000 del team tuscolano presieduto da Nicola Moraci è partita ieri pomeriggio alla volta di Santiago del Cile dove disputerà il secondo mondiale Cadetti della sua carriera, gareggiando ovviamente nella categoria (ormai consolidata) dei 63 chili. Venerdì sarà il giorno della prova individuale, poi con ogni probabilità la Favorini combatterà anche nella gara a squadre di domenica. Un evento molto atteso dall’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati che è stata protagonista di un’ottima stagione in European Cup dove ha centrato risultati significativi, mentre non è stata molto fortunata la sua partecipazione ai recenti campionati europei Cadetti tenutisi a Kaunas (in Lituania). La Favorini riparte proprio da quel mezzo falso e anche dal precedente ricordo non esaltante del mondiale di due anni fa a Sarajevo. «Mi voglio riscattare dopo l’opaca prova all’europeo – spiega Flavia -, so di essere al livello delle avversarie più importanti e mi piacerebbe riuscire a fare una bella gara». Come sempre quando deve preparare un grande appuntamento internazionale, la Favorini sta trascorrendo le ultime ore di vigilia con grande serenità e concentrazione. «Non ho aspettative particolari, andrò a Santiago con la massima applicazione e proverò a dare il massimo in gara» dice la frascatana. La sua preparazione è stata caratterizzata dal tanto allenamento e dall’abnegazione che è una delle caratteristiche del modo di essere della Favorini. Il mondiale di Santiago del Cile potrebbe regalare un’ulteriore spinta alla carriera dell’atleta frascatana che da quest’anno combatte stabilmente nella categoria dei 63 chili. Il “salto” non sembra averle portato particolari problemi, visto il positivo rendimento complessivo in European Cup: ora serve “l’acuto” in una grande competizione internazionale e la kermesse iridata da disputare in terra cilena potrebbe davvero essere l’occasione giusta.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Grande soddisfazione in casa Asd Judo Energon Esco Frascati per la partecipazione di undici atlete alle finali nazionali dei campionati italiani federali di ginnastica artistica tenutesi a Rimini. Prima è partito un gruppo composto da cinque atlete e accompagnato dall’allenatrice Giorgia Coni, poi nel fine settimana sono salite in terra romagnola altre sei ragazze assieme alla responsabile tecnica Francesca Ciappetta. «Siamo contenti della risposta delle nostre ragazze – dice la Ciappetta – Quelle che sono partite con Giorgia Coni, vale a dire Greta Talone, Sara Muccari, Elena Missori, Francesca Martino e Sara Bonome, erano praticamente alla prima vera esperienza di questo tipo, ma hanno dimostrato personalità anche se non sono riuscite ad arrivare fino alle fasi finali del loro campionato Silver di terza divisione. Ancor più incisiva la partecipazione delle sei ragazze che ho accompagnato personalmente: nel campionato Silver di seconda divisione Gaia Salvischiani si è piazzata 26esima alle parallele nella prima fase eliminatoria, raggiungendo la finale dove ha concluso al 28esimo posto. Nella stessa categoria, oltre a Dafne Tomei che ha fatto una buona prestazione, va segnalato lo splendido 19esimo conclusivo di Greta Di Benedetto che è arrivata a poco più di un punto di distanza dalla neo campionessa italiana, mentre alle qualificazioni si era piazzata 35esima su 161 concorrenti. Nel campionato Silver di prima divisione da segnalare la bella prova di Aurora Lanzi, la più piccola del gruppo, che si è piazzata 21esima nella trave e 24esima nella prova del corpo libero. Assieme a lei hanno gareggiato anche Giulia Lanzi e Valentina Nicolini che si sono ben comportate. Ora stacchiamo un po’ la spina e poi da settembre riprenderemo gli allenamenti».
Per ciò che concerne il judo, l’Europeo Cadetti di Flavia Favorini non è andato come l’atleta frascatana classe 2000 sperava. Nella categoria dei 63 kg, la judoka dell’Asd Judo Energon Esco Frascati non è stata brillante come accaduto altre volte nei vari appuntamenti internazionali in cui è stata protagonista durante questa stagione, mentre nella gara a squadre ha provato a tenere a galla la squadra azzurra senza grande successo.
Infine grandi complimenti al Master Mauro Giorgi che, in pochi anni di attività sportiva all’interno del club, ha conseguito la cintura nera (la 110ima della storia del club tuscolano) e all’ultraveterano Enrico Zingaretti che, già titolare della cintura nera, ha superato brillantemente gli esami per il terzo dan.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’appuntamento è fissato. Il settore hip hop dell’Asd Judo Energon Esco Frascati sta per vivere la sua serata magica, il finale “col botto” di un’annata che ha visto crescere ancor di più il movimento fortemente voluto dal club e diretto dal responsabile David Coni. E’ proprio lui a presentare il programma della serata di giovedì che si svolgerà presso il teatro di Capocroce a Frascati. «L’evento sarà una sorta di “gran gala di fine anno” e il tema conduttore sarà quello della “serata da Oscar”. Alle 19,30, ad esempio, ci sarà il momento del “red carpet” con gli spettatori che saranno invitati a vestirsi in maniera molto elegante proprio per “omaggiare” al meglio l’arrivo del nostro gruppo di ragazzi. Dalle 20, poi, inizierà la rappresentazione che durerà un paio d’ore durante le quali i ragazzi del settore hip hop dell’Asd Judo Energon Esco Frascati daranno saggio di tutto quanto hanno imparato nel corso di questa annata. «Questo è uno spettacolo molto nostro – spiega Coni – I ragazzi, infatti, hanno influito molto sulle musiche, sull’organizzazione e sui vestiti. Ci sarà l’importante partecipazione da parte di alcuni cantanti della scuola “John Coltrane” di Roma e nel corso della serata verranno consegnati cinque “Oscar” per rendere ancor più speciale la kermesse». L’evento chiuderà un’annata che Coni definisce «certamente positiva per il settore hip hop dell’Asd Judo Energon Esco Frascati. Abbiamo anche avuto i primi “accenni” di agonismo anche se non è quello l’aspetto che deve privilegiare il nostro gruppo di lavoro. I ragazzi, comunque, hanno dimostrato di essere diventati praticamente autonomi e sono fiducioso che possano fare una bella figura giovedì». Le prove generali della rappresentazione si terranno oggi in Villa Torlonia: un ulteriore appuntamento per mettere a punto gli ultimi dettagli e tirar fuori una grande esibizione.
Infine sono ore importanti anche per altri due settori del club frascatano: quello tradizionale del judo incrocia le dita per Flavia Favorini che sabato parteciperà a Kaunas (in Lituania) ai campionati europei Cadetti, mentre quello dell’artistica farà il tifo per alcune sue atlete che fino al 2 luglio saranno impegnate a Rimini per le fasi finali del campionato italiano organizzato dalla Federazione Ginnastica Italia (Fgi): in gara Francesca Martino, Sara Bonome, Greta Tallone, Elena Missori, Sara Muccari, Aurora e Giulia Lanzi, Greta Di Benedetto, Dafne Tomei, Gaia Salvischiani e Valentina Nicolini.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Roberto Mascherucci sorprende ancora. L’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha vinto la medaglia d’argento ai campionati europei Master (categoria M4 73 kg) nella kermesse andata in scena nello scorso fine settimana a Zagabria, in Croazia. L’ennesima prestazione strepitosa da parte dell’atleta tuscolano che a fine 2016 riuscì a ottenere la medaglia di bronzo mondiale e stavolta ancor più sentita perché avvenuta sotto gli occhi dei genitori Basilio ed Elena. «Erano anni che non venivano a vedermi combattere – sorride Mascherucci – Averli visti in lacrime al momento della conquista della medaglia d’argento mi ha ripagato di tutti gli enormi sforzi fatti in questi ultimi mesi». Il fortissimo atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati entra nel dettaglio della gara. «Sono partito con un po’ di fatica, battendo non senza qualche problema un atleta francese: non mi ero ancora “scaldato” in pieno e forse per quello ho sentato un po’. Successivamente il tabellone mi ha messo di fronte un tedesco molto forte che è stato anche campione europeo e lì ho sfoderato forse la mia miglior prestazione. Sono sceso sul tatami con grande serenità mentale e trenta secondi prima della fine del tempo sono riuscito a vincere grazie ad un ippon. Purtroppo nel corso di quell’incontro ho rimediato la rottura di un dito, ma non ne ho risentito troppo per i successivi ravvicinati incontri con un estone (eliminato per ritiro dopo un infortunio, ndr) e in semifinale con un finlandese molto bravo che ho battuto al golden score con un ippon. Purtroppo la pausa tra la semifinale e la finale mi ha fatto percepire meglio il dolore e in finale non ho combattuto bene, così il mio avversario francese ha avuto la meglio con pieno merito. Ma sinceramente non mi aspettavo di chiudere con un argento perché mantenersi a certi livelli per diverso tempo è molto più difficile che fare un “exploit” la prima volta. Questo è l’aspetto che mi inorgoglisce di più». Con l’argento europeo al collo Mascherucci non si prenderà vacanze. «Ora curerò il mio problema al dito, ma tra qualche giorno col mio compagno di club Alessio Lepore torneremo ad allenarci per tutto il mese di luglio e anche ad agosto: d’altronde c’è l’impegno del mondiale in programma a Olbia e vogliamo arrivarci nella migliore condizione possibile».
Intanto la scorsa settimana il maestro e presidente dell’Asd Judo Energon Esco Frascati Nicola Moraci ha organizzato una settimana di allenamenti a Lipari alla quale hanno partecipato 18 atleti del club tuscolano: i fratelli Flavia e Flavio Favorini, Elisabetta Vivino, Priscilla Zibellini, Alessandro e Antonio Pastizzo (figlio e papà), Giacomo Arpinelli, Cesare Farina, Flavio Stoduto, Edoardo De Pascalis, Leonardo Faraone, Marco Francini, Valerio Del Bugaro, Maja e Roberto Di Nunzio (figlia e papà), Mattia e Gianluca Gemmiti (figlio e papà) e Federico Petrini. 
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Flavia Favorini non lascia, anzi raddoppia. L’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha bissato il titolo italiano Cadetti già vinto nella passata stagione: l’anno scorso l’atleta tuscolana classe 2000 vinse nella categoria dei 57 kg, quest’anno si è ripetuta nei 63 kg. «Sono felice di questo secondo titolo consecutivo – racconta molto sinteticamente Flavia - Per certi versi me lo aspettavo e diciamo che era quasi d’obbligo centrarlo. Ora sono già concentrata sull’appuntamento del campionato europeo che si terrà dal 30 giugno al 2 luglio». Il percorso della Favorini in questo campionato italiano (disputatosi a Riccione) è stato perfetto: al primo turno Flavia s’è trovata di fronte un’avversaria molto scomoda come la triestina Elisa Toniolo, sconfitta al golden score dopo un incontro comunque dominato. Poi è toccata alla sarda Clara Massaglia cedere (per un ippon) alla frascatana che successivamente ha piegato la palermitana Marcella Costa per wazari. In semifinale un altro wazari ha consentito alla Favorini di mettere fuori gioco l’udinese Michelle Kamano e infine nell’atto conclusivo contro la lombarda Martina Lanini, già incontrata ai campionati italiani Juniores, Flavia ha vinto per sanzione al golden score. «La Favorini ha mostrato grande maturità e ha seguito al dettaglio le direttive mie e del maestro Domenico Porcari» ha dichiarato il maestro e presidente dell’Asd Judo Energon Esco Frascati Nicola Moraci. D’altronde che la promettentissima atleta tuscolana si fosse calata alla perfezione nella nuova categoria dei 63 kg l’avevano dimostrato i recenti successi in European Cup nelle tappe di Follonica e Tula (in Russia), prestazioni che assieme a questo titolo italiano le hanno dato il pass per i prossimi campionati europei che si svolgeranno in Lituania. Alla kermesse di Riccione hanno partecipato altri due atleti dell’Asd Judo Energon Esco Frascati: Elisabetta Vivino (52 kg) si è fermata al primo turno per un wazari, ma per lei c’è un attenuante di uno stop di due anni a causa di un infortunio che l’ha indubbiamente condizionata. Discreta la prestazione di Gianluca Proietti (60 kg), eliminato al secondo turno alla sua prima esperienza nei campionati italiani Cadetti.
Il fine settimana in arrivo sarà dedicato ai saggi: sabato dalle ore 17 ci sarà il 41esimo saggio di judo in piazza della Porticella (antistante l’Ombrellino) a Frascati, mentre domenica alle ore 11,30 presso il palazzetto dello sport di via Monviso a Monterotondo Scalo si terrà il saggio dei settori di ginnastica ritmica e artistica.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’Asd Judo Energon Esco Frascati ancora sugli scudi. Sabato e domenica ad Osimo (nelle Marche) si è svolto il “Trofeo Sakura” che ha visto la partecipazione di oltre 1000 atleti in gara in rappresentanza di circa 70 società provenienti da ogni regione d’Italia. Nel primo giorno della manifestazione hanno gareggiato le classi pre-agoniste di Fanciulli e Ragazzi. Nel primo caso l’Asd Judo Energon Esco Frascati ha schierato un solo atleta, Sara Alivernini (categoria 32 kg), che si è aggiudicata il primo posto vincendo i suoi combattimenti prima del limite. Ben più corposa la partecipazione del sodalizio tuscolano nella classe Ragazzi e tutti gli atleti si sono stati autori di brillanti prestazioni. Ben quattro giovani judoka hanno vinto la medaglia d’oro: Nicolò Perotti (30 kg), atleta giovanissimo che ha sfoderato una gran grinta e seppur con avversari che sembravano più aitanti ed esperti è riuscito a prevalere per la sua grande determinazione; Simone Antonelli (33 kg) ha finalmente sfoderato una gara all’altezza delle sue enormi potenzialità: concentrato e freddo, ha saputo aspettare il momento opportuno per portare l’attacco vincente; Matteo Cusano (36 kg), ormai abituato ai primi posti, è stato implacabile nella lotta a terra immobilizzando gli avversari nella sua stretta implacabile; Niccolò Mazzarelli (50 kg) ha sbaragliato la concorrenza grazie anche alla grinta dimostrata e soprattutto sorprendendo gli opponenti di turno con attacchi da ambo i lati. Buone anche le prove nella categoria 50 kg di Alessandro Pastizzo (che ha esordito timidamente, ma si è poi riscattato conquistando un argento meritatissimo) e di Lorenzo Botticelli che è salito sul gradino più basso del podio. Domenica, poi, è stata la volta delle classi agonistiche: qui l’Asd Judo Energon Esco Frascati è stato rappresentato da un ristretto numero di atleti. Negli Esordienti A Mattia Gemmiti, dopo il titolo laziale vinto la domenica precedente, si è confermato il più forte della sua categoria (36 kg) con tre incontri vinti per ippon, dimostrandosi un talento in continua crescita. Nella categoria 40 kg, Federico Petrini si è dovuto accontentare del bronzo, peccando di esperienza e concentrazione nell’incontro di debutto, ma rifacendosi nei recuperi fino a salire sul podio. Meno brillante la prova di Emanuele Centioni nella categoria 50 kg, eliminato al primo turno. Negli Esordienti B il club del maestro Moraci ha schierato ben cinque atleti: Valerio Del Bugaro (55 kg), Leonardo Faraone (60 kg), Flavio Favorini (50 kg), Edoardo De Pascalis (50 kg) e Priscilla Zibellini che non sono riusciti a piazzarsi tra i primi cinque, alternando ottime prove ad altre meno convincenti. Nella classe Cadetti, infine, l’Asd Judo Energon Esco Frascati ha contato sul solo Leonardo Billi poiché gli atleti di punta sono stati preservati per le finali dei campionati italiani di Riccione che si svolgeranno il 3 e 4 giugno prossimi: il giovane atleta tuscolano, che non aveva partecipato alle qualifiche, ha primeggiato alla grande con dei potenti uchi mata nella categoria dei 73 kg. Ottima e convincente la prova di Veronica Farina (classe Junior, categoria 52 kg) che saliva sul gradino più alto del podio battendo le sue avversarie per ippon e collezionando punti per l’agognata cintura nera. Sfortunata, tra i Senior, la prova di Daniele Mattozzi (66 kg) che si doveva fermare per infortunio.


 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’Asd Judo Energon Esco Frascati ha colpito ancora. Stavolta lo ha fatto nello scenario del PalaGelsomini di Roma dove nel week-end si sono tenuti i campionati regionali di varie classi, in particolare Esordienti A (al sabato) e Cadetti. Tutti sul podio i sei ragazzi frascatani che hanno partecipato nella prima classe con Mattia Gemmiti ad ottenere il risultato più importante: l’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha sfoderato una prestazione perfetta nella gara della categoria 36 kg, aggiudicandosi il primo posto e il conseguente titolo di campione regionale. Doppio argento per Federico Petrini (nella categoria 40 kg) e per Emanuele Centioni (50), mentre sono saliti sul gradino più basso del podio Roberta Cipolletti (40 kg), Lorenzo Liciani (+60 kg) e la sorprendente Eveline Van Bemmelen che ha combattuto nella gara dei 52 chili, per mancanza di avversarie in quella dove combatte generalmente (i 44 kg) e in quella superiore (48).
Il giorno successivo sono scesi sul tatami i Cadetti e anche in questo caso l’Asd Judo Energon Esco Frascati ha potuto applaudire le prestazioni dei suoi ragazzi: la più brillante è stata Elisabetta Vivino, piazzatasi al terzo posto nella categoria 52 chili. Grazie a questo risultato l’atleta tuscolano si è qualificata ai campionati italiani che si terranno il 3 e 4 giugno prossimi. Non ce l’hanno fatta pur disputando una buona gara sia Noemi Van Bemmelen che Luna Guidi Blasi (entrambe 57 kg) e allo stesso modo è stato sfortunato Edoardo Crudele (60 kg) che, dopo aver vinto tre incontri, ha ceduto in quello decisivo per accedere ai campionati italiani.
Infine non è stata accompagnata dalla sorte nemmeno la prova di Flavia Favorini, impegnata nella tappa dell’European Cup di scena a Bielsko Biala (in Polonia). La promettente atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha terminato al settimo posto dopo aver perso (nel tabellone principale) al golden score con la campionessa giapponese Ayumi che ha poi vinto la prova e dopo aver lottato senza fortuna nel decisivo incontro per il terzo gradino del podio.
Fuori dalle competizioni ufficiali, va segnalata la consueta presenza della società tuscolana alla manifestazione scolastica “Sport in classe” tenutasi nei giorni scorsi a Frascati in cui i tecnici del club hanno mostrato agli studenti le basi del judo.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il settore ginnastica ritmica dell’Asd Judo Energon Esco Frascati convince ancora. Nella terza fase del campionato Kabaeva, andata in scena sabato e domenica scorsi al palazzetto dello sport di Ariccia, le ragazze guidate da Laura Lauretti hanno conquistato ottimi piazzamenti mostrando una forte personalità e una preparazione tecnica notevole. Le due Esordienti 2009 presenti alla gara, Giada Caputo e Alessia Lollobattista, hanno conquistato la fascia oro nella gara di coppia palla. La Caputo ha poi strappato la fascia argento nella prova di corpo libero individuale, mentre la Lollobattista nella medesima gara si è piazzata in fascia oro. L’Asd Judo Energon Esco Frascati ha portato inoltre due squadre nella categoria Allieve seconda fascia: la prima (composta da Flavia Iose, Anna Vernarelli, Viola Giammarioli e Paola Tumco) ha conquistato la fascia oro nel corpo libero, mentre l’altra (formata da Sofia Trifella, Benedetta Rumiz, Alice Ruggeri e Flavia Iose) ha ottenuto un bel piazzamento in fascia argento sempre nel corpo libero. Buoni i risultati di queste atlete anche nell’esercizio individuale con la palla: nella categoria Allieve prima fascia la Rumiz ha meritato la fascia oro, la Trifella e la Iose l’argento e la Ruggeri e la Vernarelli il bronzo. Nella categoria Allieve seconda fascia la Tumco si è piazzata in fascia oro e la Giammarioli in fascia argento. «Eravamo curiose di vedere la risposta di queste ragazze che sono tra le più preparate del nostro gruppo – commenta Laura Lauretti – Siamo sicuramente soddisfatte di come hanno affrontato questa prova, confermando di essere sulla strada giusta». Ora per l’intero settore della ginnastica ritmica c’è da preparare il saggio di fine anno che si terrà domenica 11 giugno alle ore 11,30 presso il palazzetto dello sport di via Monviso a Monterotondo Scalo. In quell’occasione si terrà anche il saggio del settore ginnastica artistica: tutte le atlete presenti (circa 150) saranno premiate con una medaglia e verranno omaggiate col dvd della giornata. Il giorno prima, vale a dire sabato 10 giugno a partire dalle ore 17 presso la piazza della Porticella (davanti al Parco dell’Ombrellino a Frascati), si terrà il saggio di judo e anche in quel caso lo spettacolo è assicurato. 
 

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact