Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
La trasmissione giornalistica di approfondimento
Tra politica, motori, arte e cultura diversi gli ospiti del web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai
immagine

 

Redazione


GROTTAFERRATA (RM) - Promette di essere una puntata ricca di spazi interessanti quella di Officina Stampa di giovedì 25 maggio 2017 quando alle 18.00  si aprirà con il faccia a faccia tra il Sindaco di Genzano Daniele Lorenzon e il Consigliere comunale di opposizione Luca Lommi sulla questione  della rimodulazione degli orari di apertura al pubblico del cimitero.


La diretta, visualizzata da migliaia di utenti, sarà trasmessa sui seguenti canali:

YouTube: OFFICINA STAMPA
www.officinastampa.tv
Facebook OFFICINA STAMPA

Direttamente su questa pagina in fondo all'articolo dove a partire dalle ore 18 si potrà seguire la puntata in diretta o rivederla in differita.


A seguire uno spazio dedicato a Castel Gandolfo con ospite in studio il Sindaco Milvia Monachesi che avrebbe dovuto confrontarsi in un faccia a faccia con il candidato sindaco Cinque Stelle Paolo Belli il quale però ha declinato l’invito dopo una consultazione con la sua coalizione.

Motori roboanti al Motorshow di Napoli dove Officina Stampa è andata in trasferta sabato scorso. Dallo studio verranno mandate in onda immagini mozzafiato che verranno commentate con il G.M. del Black Jack Lino Ventriglia e il grande stuntman Franco Medici e Fausto Amendolagine, presidente del Ferrari Club Roma centro


Non mancherà, come consuetudine, il momento dedicato al sociale condotto dal vulcanico Simone Carabella


L’arte in tutta la sua bellezza, ospite in trasmissione la splendida artista Masha Cavaterra con alcune delle sue opere

Sarà la volta poi di uno spazio dedicato alle bellezze del territorio laziale. Il Bando Borghi ha visto la Regione Lazio impegnare 1,6 milioni per la valorizzazione culturale e turistica di alcuni tra i più caratteristici centri storici del territorio. Tra i vincitori del bando ci sono alcuni Comuni che hanno presentato i loro progetti individualmente, e altri che hanno presentato progetti in collaborazione tra borghi vicini, che hanno caratteristiche simili. Tra questi saranno ospiti del salotto rosso di OFFICINA STAMPA alcuni esempi virtuosi, anche perché sono progetti interprovinciali, come nel caso di Oriolo (VT), che si è unito con Bassano Romano (VT) e Canale Monterano (RM), oppure Trevignano (RM) in collaborazione con Monterosi (VT). Ne parlano con noi Andrea Magagnini, assessore al turismo di Canale Monterano, e Claudia Maciucchi, sindaco di Trevignano. Ad intervistarli i giornalisti de L’Osservatore d’Italia Simonetta D’Onofrio e Silvio Rossi

Il giovane scrittore Matteo Di Carlo, classe 1997  parlerà nel salotto di OFFICINA STAMPA del suo libro “Un giorno capiremo” in compagnia della professoressa Maria Cristina Mannocchi e ai giornalisti Simonetta D’Onofrio e Silvio Rossi

A chiudere la XIX puntata la rassegna stampa a cura di Chiara Rai e Silvio Rossi

Amministrative 2017
"Ho deciso di non ripresentarmi, situazioni personali mi impediscono di poter affrontare un impegno politico che non onorerei per il poco tempo a disposizione"
immagine



GROTTAFERRATA (RM) - Nonostante non sia presente nelle liste dei candidati, in vista delle prossime elezioni amministrative di domenica 11 giugno, Luigi Spalletta sostiene convintamente la candidatura a sindaco di Grottaferrata di Luciano Andreotti e di Marco Bosso e Roberta Covizzi candidati al Consiglio comunale con la lista civica “Con Voi”.“Ringrazio tutti gli amici e le amiche che mi hanno sostenuto politicamente negli anni passati – ha esordito Luigi Spalletta - dandomi sempre una forza elettorale che ho cercato di contraccambiare nell’interesse di Grottaferrata e dei miei concittadini. In questa tornata elettorale ho deciso di non ripresentarmi, situazioni personali mi impediscono di poter affrontare un impegno politico che non onorerei per il poco tempo a disposizione. Nonostante non sia presente in prima persona dichiaro con la massima convinzione il mio pieno appoggio al candidato sindaco Luciano Andreotti, persona qualificata, competente, grottaferratese doc, pienamente cosciente della realtà locale, dei suoi problemi, che grazie alla sua esperienza e preparazione può risolvere egregiamente. Sono anni che le mie battaglie politiche le affronto insieme all’amico Marco Bosso, con il quale dal 2005 abbiamo condiviso amministrazioni di maggioranza e di minoranza, cercando sempre insieme di rappresentare le esigenze dei nostri cittadini. Per questo motivo oggi chiedo a tutti i miei sostenitori di allora e di oggi di esprimere una preferenza per Marco Bosso quale consigliere della lista Con Voi. Infine – ha concluso Spalletta - vi indico come seconda preferenza il nome della candidata Roberta Covizzi, una bella persona che già ha saputo dimostrare l’impegno nell’attività amministrativa di Grottaferrata. Con loro avrò sempre un riferimento per le istanze nell’interesse generale di Grottaferrata”.

Politica
La prima iniziativa pubblica all’aperto della coalizione civica guidata dal candidato sindaco
immagine

 

Red. Politica

GROTTAFERRATA (RM)
- Grottaferrata al centro di un’idea di città che è partecipazione, è inclusione, è condivisione, è impegno mirato al futuro ripartendo dal recupero dei troppi beni, luoghi, spazi abbandonati dalla cattiva amministrazione praticata negli ultimi anni. E’ stato questo il cuore del bell’evento che ha popolato armoniosamente di cittadini giovani e di ogni età piazza Cavour per la prima iniziativa pubblica all’aperto della coalizione civica guidata dal candidato sindaco Luciano Andreotti e composta da quattro liste civiche: Con Voi, Il Faro, Luciano Andreotti Sindaco e Prima Grottaferrata. Una manifestazione che esce fuori dai dogmi della solita politica, del politichese e delle autocelebrazioni del politico di turno. La musica e le idee dei ragazzi incollate sulla lavagna dei desideri “Wish Wall” hanno dominato la prima parte dell’evento, fino al calar della sera quando lo strepitoso intervento dello showman Salvatore Marino che, non a caso, ha ironizzato sulle “supercazzole” (condito di parole incomprensibili) dei soliti politici ha fatto da apripista al saluto del candidato sindaco Andreotti e soprattutto all’atteso video di presentazione del programma: “Abbiamo fatto un viaggio nei luoghi dell’abbandono di Grottaferrata” ha detto Andreotti perché “è da lì che vogliamo ripartire per dare le risposte che la politica e gli amministratori fino a oggi non hanno dato”.

 

Un viaggio iniziato proprio da piazza Cavour e dalla mancata “attenzione al particolare”, come i rubinetti della storica Fontanella su cui ad oggi ci sono istallati “quelli che si trovano in qualsiasi casa anziché quelli adatti in ottone”. Un viaggio, quello compiuto nel video dal candidato sindaco Andreotti con Salvatore Marino, che ha incrociato edifici divenuti tristi cattedrali in un deserto di abbandono e spesso degrado: dal ristorante  la Bazzica “sequestrato alle mafie e nelle disponibilità del comune” per il quale – ha spiegato Andreotti - serve un bel progetto di tipo sociale” oppure l’ex mattatoio, “sottoutilizzato solo per fare qualche convegno” ma per il quale in realtà “servirà innovazione. Creare e riuscire a realizzare un incubatore d'impresa” o ancora luoghi storici come il caffè del Cavallino e l’ex Cartiera “un simbolo quasi come l’abbazia”  fino ad arrivare all’area forse più degradata di Grottaferrata la colonia Gosio dove  “la situazione è delicata  a causa della presenza sregolata di immigrati che giungono da Roma. Una questione da risolvere – dice Andreotti – anzitutto perché  non è giusto che ci siano persone che vivono in baracche”. Decisiva sarà la collaborazione del Comune di Roma per cui – annuncia il candidato sindaco nel video – la prima cosa che farei per risolvere quella problematica sarebbe quella di chiamare la sindaca Raggi per cercare insieme una soluzione”. Il viaggio, però, non si conclude solo con le constatazioni attorno ai luoghi dell’abbandono ma apre gli occhi all’immaginazione possibile perché “del bello si deve poter godere” spiega Andreotti  e proprio la bellezza è “elemento fondamentale per la rinascita socioculturale della città”. Per cui, ritornando idealmente al centro, si incrocia l’area del mercato con la cosiddetta Ciambella che dovrà essere valorizzata per realizzare un’area market sul modello europeo, oppure la notissima struttura dell’ex mercato coperto che campeggia abbandonata proprio al centro di Grottaferrata per la quale “ripartendo dalla struttura attuale che richiama l’archeologia industriale” Andreotti prevede la realizzazione di una struttura sul modello del Centro Pompidou di Parigi all’interno della quale realizzare mostre d’arte e eventi culturali di rilievo internazionale. A far da corona un centro storico con i monumenti illuminati dal Festival delle Luci da realizzare nel periodo natalizio come ulteriore richiamo per il turismo e aperto sulla bellezza dei Giardini di Patmos, oggi chiusi da un muro che sarebbe da abbattere, secondo Andreotti, pronto a diventare il simbolo della nuova idea di apertura al futuro e alla bellezza, ingrediente fondamentale nell’azione di recupero che l’architetto Luciano Andreotti propone ai suoi concittadini come motore della nuova amministrazione guidata assieme alle sue quattro liste civiche. 

 

Un percorso che nasce da esperienze, professionalità e identità diverse che intanto ha creato amicizia, la cui amalgama è il comune sentire per Grottaferrata e i grottaferratesi il cui futuro passerà per il consenso che la città il prossimo 11 giugno vorrà riservare alla proposta civica di Luciano Andreotti fondata su “coraggio, passione e competenza”. 

Politica
Prima Grottaferrata che alle prossime elezioni sarà una delle quattro forze a sostegno della candidatura a sindaco di Luciano Andreotti
immagine

Red. Politica

 

GROTTAFERRATA (RM)
- Sedici candidati, otto uomini e otto donne. Quarant'anni l'età media dei candidati con la più giovane che è una ragazza nata nel 1992 e la più matura una signora del 1953. Tutti, a partire dal capolista, Alessandro Cocco, noto in città per il genuino impegno civico, animati dal nome scelto per la lista che è chiaro e inconfondibile: Prima Grottaferrata che alle prossime elezioni sarà una delle quattro forze a sostegno della candidatura a sindaco di Luciano Andreotti. Sabato 20 maggio in piazza Cavour, dalle 18.30, la presentazione dei candidati al Consiglio comunale che in un evento animato dalla musica, alla presenza del candidato sindaco, Luciano Andreotti, vedrà candidati e cittadini confrontarsi anche di fronte a un testimone particolare: un “wish wall”, un muro dei desideri, di fatto una lavagna su cui ognuno potrà annotare le proprie idee per la città.

“Siamo una lista civica fatta di persone di diversa estrazione che manterranno ognuno la propria identità perché quella sarà la nostra forza. Siamo uomini e donne di destra, di sinistra o civici puri che hanno fatto sintesi intorno ad una parola e quella parola è: Grottaferrata” dichiara Cocco. “Questa è l'unica via da seguire quando si amministra un grande comune, dove contano le persone più che le tessere di partito. La diversità di pensiero sarà la forza del nostro successo”.

Prima Grottaferrata si inserisce, insomma, nel cuore del discorso e della logica che ha ispirato la candidatura a sindaco di Andreotti.

“Il nostro primo obiettivo - prosegue Cocco - è il benessere della nostra comunità, per questo al centro del dibattito politico metteremo l’interesse generale, non contro qualcuno ma in favore di tutti, senza dimenticare i cittadini e le famiglie che più di altri stanno soffrendo i lunghi anni di crisi. In tal senso intendiamo aprire il paese al contesto metropolitano di cui anche la nostra città è parte, con la certezza che prima di tutto venga Grottaferrata ma che su alcune tematiche è comunque opportuno ricercare una politica di territorio”.

“I nostri propositi - spiega ancora il capolista e ispiratore di Prima Grottaferrata addentrandosi nel programma - sono organizzati seguendo un semplice schema: risolvere le problematiche del passato, gestire il presente e progettare il futuro; idee concrete, che saranno supportate dalle necessarie coperture economiche, pensate con lucido realismo senza voli pindarici e false aspettative”.

“Tutte le nostre iniziative saranno veicolate attraverso i nuovi canali digitali ma anche attraverso incontri/dibattito che organizzeremo sul territorio. La comunità grottaferratese in noi dovrà avere un punto di riferimento - conclude Cocco - a cominciare dalla stesura del programma, alla quale tutti i cittadini saranno chiamati a partecipare attivamente”.

 

La lista dei candidati

 

1. Alessandro Cocco

2. Mauro Proia

3. Andrea Bulgarini

4. Simona Valeriani

5. Massimo Vinci

6. Valentina Olivieri

7. Claudio Bracci

9. Francesca Mastrolillo

10. Massimo Ascani

11. Caterina Modica

12. Francesco Giusto (detto Giusti)

13. Luca Morgante

14. Marina Troiani

15. Giorgia Poletta

16. Gigliola Caratelli

Elezioni amministrative
Il candidato sindaco: "“Da troppo tempo il nostro Comune sta scontando l’incapacità dei partiti di proporre strategie in grado di fronteggiare questo difficile momento di crisi"
immagine



GROTTAFERRATA (RM)
- Un progetto civico che unisce sensibilità, professionalità ed esperienze diverse, nato dalla collaborazione fra cittadini che da sempre operano sul territorio, questa la risposta della coalizione guidata da Luciano Andreotti alla grave situazione di ingovernabilità causata dal fallimento della politica dei partiti a Grottaferrata.
“Da troppo tempo il nostro Comune sta scontando l’incapacità dei partiti di proporre strategie in grado di fronteggiare questo difficile momento di crisi economica e sociale – dichiara Luciano Andreotti – le ripetute crisi amministrative, imputabili tanto alla destra quanto alla sinistra, hanno generato un clima di frustrazione e sfiducia nei cittadini, allontanandoli sempre più dalla vita politica. È necessario sanare questa frattura con una proposta concreta che riporti finalmente le persone e i loro bisogni reali al centro dell’azione di governo della città. Crediamo in un’amministrazione trasparente, condivisa e partecipata, capace di riportare stabilità e di valorizzare le molte eccellenze del nostro territorio, svilite dalle logiche di spartizione che finora hanno dominato. La mia candidatura a sindaco – prosegue Andreotti - sostenuta da quattro liste civiche, Luciano Andreotti Sindaco, Prima Grottaferrata, Con Voi e Faro vuole essere un segnale preciso del cambio di passo che vogliamo imprimere all’amministrazione di Grottaferrata, favorendo con nuovi strumenti il coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali e restituendo alla comunità il suo ruolo centrale nelle scelte che incidono su temi essenziali come crescita, sviluppo e gestione delle risorse.

Sport
immagine

Redazione

Grottaferrata (Rm) – Il settore ritmica del San Nilo Grottaferrata conquista le vette regionali. Domenica scorsa si è disputata (proprio presso il palazzetto dello sport “Saverio Coscia” della cittadina criptense) la seconda tappa del campionato regionale organizzato dall’ente promozionale Msp. E la risposta delle atlete del San Nilo Grottaferrata è stata molto positiva. Tre i titoli regionali portati a casa: uno nel campionato Eccellenza grazie ad Alice Rastelli che nella categoria Senior ha sbaragliato la concorrenza cimentandosi con cerchio e fune (tra prima e seconda tappa). Sul gradino più alto del Lazio anche due coppie che hanno disputato il campionato Promozionale: Emma Ciminelli e Martina Fondi hanno trionfato nella specialità coppia palla (e corpo libero) della categoria Giovani, mentre Marta Ponzo e Beatrice Sabatini (coppia fune e cerchio) sono risultate le migliori della categoria Allieve. Tornando al campionato Eccellenza, va segnalato anche un titolo di vice campionesse regionali conquistato da Flavia Scotini e Sofia Camilli (coppia clavette e cerchio, categoria Senior) che tra l’altro si sono imposte nella classifica parziale della seconda tappa. Bene anche Giulia Del Villano (seconda nella classifica di tappa della categoria Junior specialità nastro e sesta nella classifica complessiva) e Martina Quattrini (piazzatasi in fascia di bronzo nella specialità palla e corpo libero della categoria Esordienti). Nel campionato Promozionale da ricordare anche il piazzamento della più piccola del gruppo, Ginevra Bifarini, nella fascia di bronzo della specialità palla categoria Giovani e quello della coppia (palla e corpo libero) formata da Manuela Serafini e Claudia Martini nella fascia di bronzo della categoria Giovani. Discrete anche le prestazioni nel Promozionale di Camilla Guidi, Maria Lavinia Iannotti, Chiara Ottaviani, Giulia Galliano, Maria Vittoria Iannotti, Asia Giorgi, Giulia Sabatini e Marta Fanfarillo e quelle nell’Eccellenza di Aurora Di Stefano, Melissa Sartori e Lilia Trenta. Soddisfatto dei risultati lo staff tecnico del San Nilo Grottaferrata guidato dalla responsabile Simona Martinelli assieme a Costanza Arveni e Michela De Rossi. «Molte delle nostre ragazze hanno ottenuto la qualificazione alle fasi finali nazionali che si terranno sempre a Grottaferrata dal 2 al 4 giugno – ricorda la Arveni -, poi ci concentreremo sul saggio di fine stagione fissato per il prossimo 15 giugno».
 

Politica
Giovedì 4 maggio alle 18.00 il web talk in diretta dal Black Jack visibile sui social e sul canale www.officinastampa.tv
immagine

 

Redazione

 

GROTTAFERRATA (RM) - Focus sul Napoli Motor show nella puntata di giovedì 4 maggio a Officina Stampa, il web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai. Napoli Motor show è la nuova manifestazione, organizzata dalla MGF Events di Roma dedicata al mondo delle auto e delle moto: da competizione, sportive, esclusive, di serie, artigianali, personalizzate. In occasione della manifestazione ogni visitatore potrà lasciarsi andare ad emozioni incredibili che solo le due e le quattro ruote sanno regalare. Con il taxi-drifting, si potrà sedere a fianco di Stuntman professionisti vivendo in prima persona l’adrenalina in pista. Spettacolo e divertimento saranno assicurati da esibizioni mozzafiato. In questa edizione ci sarà la squadra di Franco Medici, tra gli stuntman più famosi d’Europa, ad elettrizzare e coinvolgere il pubblico. Nella splendida cornice dei giardini e dei grandi spazi della Mostra D’Oltremare i migliori Stuntman porteranno auto, moto e camion a sfidare qualsiasi legge della fisica.


Ospiti dello spazio dedicato ai motori Franco Medici, Lino Ventriglia, il giornalista Emilio Ammaturo e Marco Martone giornalista sportivo e direttore di ScrivoNapoli. Dai motori allo sport per il consueto momento di ScrivoNapoli in campo per poi lasciare lo spazio a Simone Carabella, impegnato da sempre in battaglie sociali e sfide politiche.

Sarà poi la volta di un ospite molto amata. Attrice di Teatro, vincitrice di premi, dopo la partecipazione al film Premio Oscar del 2014 “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino, Melania Fiore sta rappresentando con successo di critica e di pubblico nei maggiori teatri d'Italia lo spettacolo da lei diretto ed interpretato: “Partigiana” e il prossimo 6 maggio alle ore 21:00 debutterà al teatro di Castel Gandolfo di via Mazzini, 27 all'interno della programmazione promossa dall'associazione "IL TEMPO DIVERSO". Melania Fiore parteciperà in studio a Officina Stampa per due chiacchiere con la conduttrice Chiara Rai.

“Partigiana” è la storia di Lina e della sua lotta per l’Esistenza e la Resistenza. Una struggente storia d’amore partigiana al ritmo di una corsa in bicicletta. Una corsa verso la libertà. Nessuno è più veloce di Lina con la bicicletta. In una Roma sotto il regime fascista, indebolita dalla guerra, questa ragazza pare avere le ali ai piedi. Poche settimane prima della liberazione di Roma, Lina, staffetta partigiana, viene arrestata mentre sta "volando" dall’uomo che ama: vuole dargli una notizia, che da tempo aspettavano, e che sta prendendo forma dentro di lei. Lina ha 17 anni ma sa bene ciò che vuole: odia i fronzoli, le piace parlar chiaro, ama la vita, è sfrontata e passionale, ha la testa dura, non molla. Chiude gli occhi e sogna. Sogna di correre in bicicletta nel vento e di stringere tra le braccia il suo uomo: è il 4 maggio 1944, è quell'attimo preciso che per lei è diventato eterno.

Per la gioia dei bambini ci sarà un collegamento con Salvo La Monica nei panni di Dragon Ball.

A seguire un momento di promozione del territorio con il Cammino della Terra Comune, ospite in studio il presidente dell'Università Agraria di Cesano di Roma Alessandro Pioli, i giornalisti de L’Osservatore d’Italia Simonetta D’Onofrio e Silvio Rossi.

Si chiude con la consueta rassegna stampa

 

GIOVEDI' 4 MAGGIO ORE 18 INIZIA LA DIRETTA - CLICCA PER GUARDARE LA PUNTATA

L'intervista
Il programma e la persona: ecco come saperne di più
immagine

 


GROTTAFERRATA (RM) - Fra i candidati a sindaco di Grottaferrata, in vista della tornata elettorale del prossimo 11 giugno, c’è anche il nome di Luciano Andreotti, noto e stimato professionista di Grottaferrata.

 

Chi è Luciano Andreotti?

“Sono nato a Grottaferrata il 28 ottobre 1950 e da allora vivo nel mio paese. Ho una moglie, Antonella, e due figlie che oggi frequentano l'università. Mi sono laureato in architettura ed esercito la professione di architetto, lavoro che mi appassiona ed entusiasma. Nello sport seguo il rugby e la vela. Affianco all'impegno lavorativo ho sempre unito quello della politica intesa come strumento civico e di coesione”.

 

Può presentarci la sua coalizione?

“Dopo l'ultima crisi amministrativa è venuto naturale elaborare un progetto di tipo civico che sapesse unire sensibilità diverse e fornire una proposta di governo per la nostra città credibile, condivisa e stabile. La coalizione che mi sostiene è formata da quattro liste civiche: Luciano Andreotti Sindaco, Prima Grottaferrata, Con Voi e Faro. Ognuna di esse rappresenta istanze di partecipazione che hanno aggregato esperienze, professionalità e storie diverse. L’amalgama di questa coalizione è la volontà di fare qualcosa per Grottaferrata, laddove i partiti hanno fallito. Lo dimostrano le ultime amministrazioni cadute dopo solo due anni. Non si può più andare avanti così. Vogliamo amministrare e lavorare duro per rimettere in cammino Grottaferrata. Siamo aperti al dialogo con tutti, ma medieremo puntando in alto nell’interesse di Grottaferrata”.


Può illustrarci il suo programma elettorale?

“Il nostro programma è sostenuto dalla concretezza e dalla competenza coniugata con una visione della città alta. La competenza e la concretezza deriva dalla mia esperienza passata di direttore dell'area tecnica del Comune di Valmontone dove ho operato portando alla realizzazione del parco divertimenti e di aree commerciali che hanno portato sviluppo in quei luoghi. L'esperienza amministrativa  mi ha portato a conoscere bene la macchina amministrativa in tutti i suoi aspetti e gli strumenti di governo della città. I maggiori temi del programma sono:

Sicurezza, declinata in tutti i suoi aspetti: sicurezza stradale, sicurezza dei cittadini, sicurezza nelle scuole con uno slogan: Grottaferrata città sicura.

Innovazione: oggi il tema dell’innovazione è un cardine fondamentale dello sviluppo socio-economico della nostra città. Occorre implementare la digitalizzazione della amministrazione comunale per rendere veloci e certi gli atti prodotti dagli uffici, rendendo trasparente la pubblica amministrazione e sburocratizzando i processi amministrativi. Attraverso l’innovazione vogliamo creare opportunità di lavoro per i giovani, promuovendo con le università accordi per sviluppare e rendere fattibili startup e makers nei più svariati campi della new economy.

Mobilità urbana sostenibile: uno dei problemi che affliggono Grottaferrata in termini di inquinamento, di costi di trasporto e lunghi tempi di percorrenza è la mobilità urbana. Per rendere fattibile tutto ciò occorre dotarsi di strumenti di programmazione di cui oggi il Comune di Grottaferrata non è dotato; mi riferisco al Piano del Traffico e al Piano dei Parcheggi. Senza questi strumenti non si può, nell’immediato risolvere alcun problema per rendere snella la viabilità congestionata del nostro paese. Nel medio lungo termine senza questi strumenti non possiamo accedere, in modo sistematico ed efficace, ai finanziamenti pubblici sia di livello regionale, statale che europeo.

Economia: sosterremo le attività economiche ed il commercio che in questo lungo periodo di crisi hanno patito difficoltà. Noi a Grottaferrata soffriamo in particolar modo la vicinanza di Roma e di Frascati che sono, oggi, attrattori commerciali forti. Credo che, per la particolare forma urbana di Grottaferrata, dobbiamo promuovere la formazione di un vero centro città, senza dover realizzare nuove cubature, che permetta di sviluppare economicamente tutte le aree urbane, che vanno da Poggio Tulliano a Viale San Nilo, che oggi sono depresse e non riescono a svilupparsi economicamente, ma pagano tasse senza ritorni.

Sociale: prioritario sarà il nostro impegno nel campo dei servizi sociali e della solidarietà a sostegno delle fasce più deboli dei cittadini e delle categorie fragili. Supporteremo anche le istituzioni private che operano nel terzo settore.

Cultura: ritengo che la cultura sia uno dei cardini di sviluppo sociale ed economico della nostra città. Dobbiamo rendere istituzionale la cultura. Pertanto uno dei primi atti di governo sarà l’istituzione dellaConsulta Comunale della Cultura da inserire nello statuto del nostro Comune con l’art. 9 bis, costituita dalle associazioni locali riconosciute. Il compito della Consulta, in rapporto con gli organi istituzionali dell’Amministrazione Comunale, sarà quello di programmare le attività, le manifestazioni e gli eventi culturali per promuovere Grottaferrata nel mondo.

Questi sono i punti principali del nostro programma, che per noi rivestono carattere di priorità, non tralasciando la salvaguardia e la valorizzazione del nostro territorio adottando politiche di rigenerazione urbana sia per le aree centrali che per quelle periferiche. Il prossimo 11 giugno ci occorre la fiducia, il sostegno e il coinvolgimento dei cittadini di Grottaferrata, che sono il nostro vero motore per guardare con fiducia al futuro della nostra città”.

Il web Talk
La diretta del web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai può essere seguita a partire dalle ore 18
immagine

 

Redazione


GROTTAFERRATA (RM) - La cronaca rovente di queste ultime ore impone di puntare i riflettori sul caso Alitalia. La compagnia di volo italiana in queste ore sta finendo nelle mani di un commissario. Si parla di un prestito dello Stato, soldi dei cittadini, per tenerla in piedi per almeno altri 6 mesi, in attesa che si presenti un buon acquirente.

Alitalia purtroppo ha lasciato senza lavoro un indotto di società che si mantenevano in piedi grazie a questo colosso. Una di queste è #AlitaliaMaintenanceSystems una eccellenza italiana che revisionava e riparava i motori degli aeromobili di #Alitalia e clienti terzi è fallita nel 2015.

Quasi duecento famiglie sono finite per strada. La nuova proprietà, la Iag Europe Center srl, aveva dichiarato di non essere in grado di rioccupare l’ex personale #Ams. Così gli ex dipendenti, da oltre 15 mesi si trovano senza l’integrazione al reddito e dallo scorso 14 aprile sono senza alcun ammortizzatore sociale.

Ad intervenire al seguitissimo web talk #OFFICINASTAMPA Fabio Ceccalupo, Ugl Trasporto aereo e Claudio Arbotto Fit cisl

 

La diretta del web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai può essere seguita a partire dalle ore 18 di Giovedì 27 Aprile sulla pagina Facebook officinastampa, sul canale YouTube officina stampa, sul sito www.officinastampa.tv, oppure di persona al locale di Lino Ventriglia Black Jack di Grottaferrata in Viale Vittorio Veneto, 2 (rotatoria Squarciarelli).

Non mancherà l’angolo di Simone Carabella, da sempre impegnato nel sociale che ogni giovedì propone un tema che tocca direttamente i problemi quotidiani degli italiani.

Sarà poi la volta del momento sportivo con "Scrivonapoli in campo": in collegamento da Napoli il giornalista Marco Martone

Nella seconda parte della puntata un tema scottante per la chiusura della trasmissione: appalti sotto indagine, 15 arresti per corruzione al Comune di Guidonia. Destinatari dei provvedimenti dirigenti e amministratori: tra le accuse, peculato e falso. Il vicesindaco sorpreso con una mazzetta da 50mila euro. A parlarne il giornalista Emilio Ammaturo.


Come ultimo argomento del web talk verrà fatto un bilancio su Genzano da parte del Consigliere FdI-An Fabio Papalia. Un commento che arriva a Officina Stampa dopo il confronto, della scorsa puntata di giovedì 19 aprile, su Parco Sforza Cesarini tra l’attuale sindaco di Genzano Daniele Lorenzon e Flavio Gabbarini, consigliere della Città Metropolitana di Roma Capitale ed ex primo cittadino di Genzano.

Non mancherà il consueto momento con la rassegna stampa

 

La diretta si può anche seguire da questa pagina a partire dalle or 18 di Giovedì 27 Aprile 2017

Il piatto
Cento ospiti hanno degustato il piatto creato dallo chef del Marriott Grand Hotel Flora Raffaele De Mase
immagine

 

di Angelo Parca

 

ROMA - Cento persone al Marriot Grand Hotel Flora di Roma a via Veneto hanno degustato la pasta Squarciarelli, un piatto creato appositamente dall'executive chef Raffaele De Mase del famoso hotel romano in occasione di un evento che ha fatto da trait d’union tra la famosa via della Dolce vita a Roma e la celebre località Squarciarelli. De Mase ha presentato il piatto Squarciarelli presso il rinomato locale di Lino Ventriglia Black Jack di Grottaferrata, in occasione di OFFICINA STAMPA il web talk del giovedì condotto dalla giornalista Chiara Rai.

 

La pasta Squarciarelli ha un sapore unico e può essere preparata utilizzando sia delle fettucine sia dei fusilli come nel caso dei 100 ospiti che hanno degustato il piatto all’esclusivo Grand Hotel Flora della catena Marriot a Roma. Ormai è un connubio di sapori tra le due via Veneto: a Roma e ai Castelli Romani. Sì perché l'esclusivo locale Black Jack di Lino Ventriglia rimane in viale Vittorio Veneto 2 a Grottaferrata e anche lì è possibile degustare la pasta Squarciarelli.

 

Come preparla? Per la pasta occorrono 400 gr di semola di grano duro, 300 di farina 00, 200 grammi di vino rosso e un pizzico di sale. Per realizzare la crema di melanzane, le verdure intere vanno cotte sulla piastra facendo bruciare la buccia esterna, poi aperte e tolta la polpa che va messa in una pentola con cipolla rossa basilico e olio: “Si fa andare la polpa con questo fondo – continua lo chef – poi si frulla e si aggiunge la ricotta romana salata. Dopodiché si lavora la buccia di limone o arancia caramellata. Si puliscono le arance o i limoni, tolta la parte bianca e si taglia la scorsa sottilissima sbollentandola tre volte in acqua normale e per l’ultima volta passata in un composto di acqua e zucchero: si tratta di uno sciroppo realizzato con 200 grammi di zucchero per ogni litro d’acqua”.
Intanto si cuoce la pasta nel bollitore e poi si ripassa in padella con una riduzione di vino e un pezzettino di burro e si manteca con il parmigiano o per i più affezionati alla cucina di Roma con del pecorino romano: ”L’impiattamento è presto fatto – aggiunge De Mase - la crema di melanzane fa da letto nel piatto e le fettuccine mantecate si poggiano sopra e si spolverano con la ricotta salata romana, le zeppe di arancia o limone caramellate e una guarnizione di basilico”.

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact