Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Amministrazione e Ambiente
Il sindaco Lorenzon: "Stiamo lavorando ad una rimodulazione del sistema sanzionatorio per gli abbandoni dei rifiuti"
immagine


Redazione


GENZANO DI ROMA (RM) - Proseguono senza sosta i controlli sul territorio per l’individuazione dei responsabili dell’abbandono di rifiuti. Oggi sono state esaminate via della Macina, via Matteotti, via Appia Antica e viale Unione Sovietica. In tre casi sono stati rinvenuti alcuni elementi che permetteranno l'individuazione dei responsabili. I rifiuti, abbandonati giornalmente nei luoghi ispezionati, sono stati rimossi.
"Dispiace rilevare un tale disinteresse da parte dei cittadini – rileva il sindaco Daniele Lorenzon –. Noi continueremo a contrastare il degrado urbano effettuando i dovuti controlli e punendo i trasgressori con le opportune sanzioni. Stiamo lavorando ad una rimodulazione del sistema sanzionatorio per gli abbandoni dei rifiuti. Ma per sconfiggere questa mentalità dobbiamo partire da un'educazione ambientale dei cittadini".

Rifiuti & amministrazioni
Progetto riciclo, Alessio Ciacci: “Impossibile non adottare la strategia rifiuti zero”
immagine

Redazione

Genzano (RM) - Sabato 19 gennaio l’ultimo incontro del Progetto Riciclo con l’Assessore all’ambiente del Comune di Capannori. Il Sindaco di Genzano, Castelli Romani, Flavio Gabbarini: “Chiusa la gara per l’assegnazione del servizio di igiene urbana. Nei prossimi mesi il porta a porta sarà una realtà anche a Genzano”

“Non è impossibile, non è un’utopia, adottare la strategia rifiuti zero; è impossibile il contrario”. Utopia, per Alessio Ciacci, è pensare di continuare a produrre rifiuti e conferirli in discarica; è non pensare ad un ciclo continuo della materia, al suo riutilizzo; utopia, è continuare a pensare alla morte della materia dopo il suo utilizzo senza riflettere, invece, sul fatto che le materie prime siano un bene finito. Così Alessio Ciacci, Assessore all’ambiente del Comune di Capannori, nominato proprio in questi giorni “personaggio ambiente 2012”, ha iniziato il suo intervento nell’aula consiliare del Comune di Genzano sabato 19 gennaio nell’ultimo degli incontri del Progetto riciclo, organizzato in collaborazione con l’Associazione Differenzia-ti.

“Ringrazio l’Associazione per aver organizzato questo ciclo di incontri che ci ha permesso di conoscere da più vicino alcune importanti realtà del territorio italiano. Capannori – ha detto il Sindaco Flavio Gabbarini – è un esempio da seguire. A breve partirà anche qui a Genzano il porta a porta, in quanto l’ultima seduta di gara per l’assegnazione del servizio si è svolta proprio questa settimana, e a breve vorremmo fare visita proprio a Capannori per comprendere anche le altre attività che vengono svolte nell’ottica della strategia rifiuti zero”. Già, perché se il porta a porta è il primo passo verso rifiuti zero, per centrare l’obiettivo è necessario mettere in piedi una serie di altri accorgimenti e attività, quali il compostaggio, il riciclaggio, la riduzione dei rifiuti, il riuso e la riparazione, l’introduzione della tariffazione puntuale, l’istituzione di un centro di ricerca per studiare il materiale indifferenziato che finisce in discarica e l’attivazione di un dialogo con le aziende per avviarli alla produzione di imballaggi totalmente riciclabili. Tutte attività che Capannori, e altri 120 Comuni che hanno aderito alla strategia rifiuti zero, ha già messo in pratica arrivando all’80% di raccolta differenziata con picchi di 90% nelle zone con Tia puntuale, un sistema di tariffazione che premia il comportamento virtuoso dei cittadini, facendo pagare sulla base della produzione effettiva di rifiuti non riciclabili da raccogliere.

 

C’è poi, alle spalle di tutto ciò, un grosso lavoro di sensibilizzazione dei cittadini. “Abbiamo iniziato con questo ciclo di incontri – ha commentato il Sindaco Gabbarini a seguito della conferenza – per il quale voglio ringraziare Differenzia-ti, i tanti cittadini che hanno partecipato, i movimenti e tutti coloro che ci hanno supportato. Continueremo a mantenere alta l’attenzione su questo tema anche dopo l’avvio del porta a porta perché è nostro dovere di amministratori perseguire politiche virtuose di gestione dei rifiuti, nel rispetto dell’ambiente e della salute di tutti i cittadini”. 
 
Rifiuti & amministrazioni
Papalia (Pdl): "Prima l’errore sul bando della raccolta differenziata ora questa osservazione della Soprintendenza sull’isola ecologica"
immagine

Riceviamo e pubblichiamo

Nota di Fabio Papalia, capogruppo Pdl

Genzano (Castelli Romani) - “Nel consiglio comunale del 27 Dicembre oltre ai soliti auguri per le festività natalizie abbiamo affrontato la discussione su un punto all’ordine del giorno molto importante e delicato.
Riguardava l’iter per la definizione dell’isola ecologica. Il punto prevedeva il respingimento dell’osservazione avanzata dalla soprintendenza ai beni culturali in merito ad una tardiva comunicazione da parte del comune di Genzano riguardante la zona dove deve sorgere l’isola.
Nell’osservazione della soprintendenza veniva richiesto di annullare la procedura ,
approvata a settembre 2012, per la realizzazione dell’isola ecologica.
La cosa ambigua di tutto ciò è che tale osservazione è pervenuta al Comune di Genzano il 9 novembre 2012 ma in commissione se ne è discusso solo il 20 dicembre 2012.
In consiglio giunta e maggioranza hanno chiesto esplicitamente il respingimento di tale osservazione escludendo un ricorso al Tar da parte della soprintendenza.
Abbiamo richiesto il rinvio di tale punto richiedendo il parere di un legale specializzato in diritto amministrativo. Abbiamo richiesto di valutare le conseguenze di un eventuale ricorso al Tar
ma purtroppo non abbiamo ricevuto delucidazioni a riguardo.
Ovviamente il nostro voto è stato contrario, ora non ci resta che attendere l’evolversi di quanto la maggioranza ha approvato e prepararsi a pagare l’ulteriore aumento del 20% della Tarsu dovuto al ritardo sulla raccolta differenziata. Prima l’errore sul bando della raccolta differenziata ora questa osservazione sull’isola ecologica; la domanda sorge spontanea a Genzano inizierà mai la Raccolta Differenziata?

Rifiuti & Amministrazione
Il Comune tira dritto, respinge l'obiezione e si riserva di ricorrere al Tar. Cinque Stelle Genzano critica con "l'amministrazione dell'indifferenziata"
immagine

Riceviamo e pubblichiamo

Nota del Movimento 5 stelle Genzano di Roma

Ennesima presa in giro per i cittadini da questa amministrazione. Ormai la barzelletta della raccolta differenziata ha raggiunto livelli di comicità inenarrabili. Sotto il periodo natalizio è stato spedito ai cittadini un volantino apologia della bravura di questa amministrazione e di quanto sia stata efficiente e parsimoniosa. Nessuna menzione sui rifiuti: è aumentata la Tarsu del 20% per motivi di bilancio, la prima gara della raccolta differenziata è stata sbagliata, dal 2013 aumenterà l'ecotassa del 20% a causa della mancata realizzazione del porta a porta e in ultimo, nel consiglio comunale di fine anno, il Sindaco si è degnato di comunicare che in data 9 novembre 2012 è arrivata una impugnazione da parte della soprintendenza ai beni culturali che ravvisava un ritardo nell'invio di alcuni documenti e poneva attenzione sulla possibilità di presenza di reperti archeologici nella zona essendo il sito scelto per l'isola ecologica molto a ridosso della Villa degli Antonini (ricordate il protocollo di intesa con l'Università Americana? Chissà che fine ha fatto). Il consiglio comunale che ha fatto commissione solo il 23 dicembre, ha deciso di proseguire lo stesso e di respingere l'obiezione della sopraintendenza, riservandosi l'eventualità di un ricorso al TAR. Come mai una lettera giunta agli inizi di novembre viene discussa un mese e mezzo dopo? Come mai i cittadini non ne sono stati messi a conoscenza e la cosa è stata solo discussa in giunta? Sempre in sede di consiglio comunale il Sindaco dichiara che in un mese e mezzo sarà tutto pronto per l'inizio della differenziata: sperando che non sia l'ennesima ecoballa (la prima fu entro l'inizio dell'anno, la seconda entro aprile, la terza entro l'anno 2012), chi pagherà per questa ulteriore mancanza? I cittadini.Sì perché non tutti sanno, che il primo cittadino su interrogazione del Consigliere Papalia ancora deve dare risposta opportuna sulla variazione di bilancio per 12 mila euro per istituire una commissione tecnica esterna, parte anche dalla Provincia, che si occupasse proprio della questione rifiuti. Una commissione che costa 500 euro al giorno e che ha dimostrato esperienza e conoscenza tali da...alimentare incertezze.
La chiusura di anno col discorso del Presidente del Consiglio Comunale, ha poi avuto il culmine quando si è sottolineata la votazione unanime contro inceneritori e discariche: peccato che nella stessa sede, era il 6 di settembre, fu anche votata l'esposizione dello striscione "no all'inceneritore, sì alla vita" che però a oggi ancora non è presente sul Palazzo comunale.

 

Rifiuti
Voto unanime del Consiglio anche per gli ordini del giorno contrari alla costruzione dell'inceneritore di Albano
immagine

Redazione

Consiglio comunale "all'unanimità" quello che si è tenuto nel pomeriggio di martedì 24 aprile nell'aula consiliare di Genzano. Sì, perché dopo la discussione delle interrogazioni, le comunicazioni del Presidente del Consiglio e del Sindaco, i tre punti all'ordine del giorno che andavano in approvazione sono stati tutti votati dall'intera assise comunale. In prima battuta si è discusso dell'istituzione dell'Albo comunale dei compostatori e del relativo regolamento, "un primo passo verso la riduzione del conferimento dei rifiuti in discarica – ha commentato il Sindaco Flavio Gabbarini –. Si tratta di un anticipo sull'avvio della differenziata porta a porta ed entro luglio dovremmo riuscire a consegnare tutte le compostiere". Settecento per la precisione, come dichiarato dall'Assessore alla tutela ambientale Giorgio Ercolani nel corso dell'esposizione dell'ordine del giorno: "settecento compostiere, arrivate a seguito dell'adesione ad un bando provinciale, che saranno consegnate ai cittadini residenti che dispongono di un terreno e che permetteranno la riduzione della tassa sui rifiuti per chi aderirà al progetto".

 Altro punto all'ordine del giorno, strettamente legato al precedente e presentato dal Consigliere comunale Marta Elisa Bevilacqua, è stato quello tendente ad impedire la costruzione dell'inceneritore di Albano. "Si tratta di fare propria una battaglia che si porta avanti da cinque anni", ha affermato la Bevilacqua, una battaglia in favore del diritto alla salute, della tutela dell'ambiente e della raccolta differenziata; un ordine del giorno, già pienamente condiviso in sede di Commissione e votato poi all'unanimità, che impegna il Sindaco e l'Amministrazione comunale a sostenere le prossime iniziative che saranno organizzate per impedire la costruzione dell'inceneritore e ulteriori ampliamenti della discarica.

 Ultimo, ma non per importanza, l'ordine del giorno, anche questo passato all'unanimità, tendente ad aderire alla Mozione del Consiglio provinciale del 31 gennaio 2012, "per evitare – ha spiegato il primo cittadino – che prosegua l'azione del governo che mira a sopprimere le province e a sostituirle con dei surrogati. Quello proposto – ha proseguito Gabbarini – è soltanto un escamotage per creare un 'mostro istituzionale', perché le province sono previste dalla Costituzione e non posso essere soppresse con un decreto legge", come poi ribadito anche dal Presidente del Consiglio comunale, Sandro Giannini. "La proposta del governo – ha ribadito il Sindaco – prevede che i Consiglieri comunali eleggano quelli provinciali che, a loro volta, eleggono il Presidente, togliendo così ai cittadini il diritto di esprimere il proprio rappresentante. La Provincia è un Ente che rappresenta un collegamento tra i Comuni e la Regione, è un Ente di prossimità, molto più vicino ai cittadini e alle Amministrazioni comunali. Quello che bisognerebbe fare – ha detto ancora il primo cittadino – è riformare questo Ente locale, evitando gli sprechi e rivedendo le competenze che, troppo spesso, si sovrappongono a quelle di altri Enti".
 

immagine

Redazione

In vista del futuro avvio del servizio di raccolta differenziata, sta iniziando in questi giorni l’attività di censimento delle utenze da parte della Società Vivagroup, incaricata dal Comune di Genzano. I responsabili dell’attività intervisteranno i gestori delle attività commerciali e i rappresentanti condominiali per acquisire informazioni utili all'avvio e l'organizzazione dei nuovi servizi di raccolta differenziata porta a porta (tipo di rifiuti prodotti, posizionamento dei contenitori, comunicazione di esigenze particolari). si invitano tutti i soggetti coinvolti alla massima collaborazione in quanto le informazioni raccolte saranno preziose in fase di avvio dei nuovi servizi, soprattutto per prevenire problemi logistici e organizzare al meglio tutte le attività. I responsabili del censimento sono riconoscibili da un tesserino con fotografia, timbro del Comune e firma del sindaco di Genzano.

Inizio
<< 10 precedenti
10 successivi >>
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact