Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
I casi
I soccorsi si alternano. Escalation di roghi nella zona
immagine

 

di Silvio Rossi

 

Gli incendi divampati oggi hanno insistito in una zona già messa a dura prova nei giorni scorsi. Da lunedì è il terzo episodio di una certa entità, nella zona compresa tra i laghi di Bracciano e Martignano.
Già prima di questo week end il parcheggio a servizio del lago di Martignano era stato colpito da un incendio, tanto che il servizio rimasto sospeso, e l’accesso al lago è stato inibito proprio per il pericolo che prendessero di nuovo fuoco le sterpaglie secche e qualche focolaio apparentemente spento.

Nel primo pomeriggio di oggi, anche a causa del vento che ha agito da catalizzatore, le fiamme hanno interessato via Cusmano dove si trovano alcune case e un centro per disabili, dalle notizie giunte in redazione, un’ambulanza ha dovuto prestare soccorso a una persona lievemente intossicata, che ha necessitato delle cure dei sanitari.

Al momento, oltre alla zona di Martignano, un nuovo fronte di fuoco si è sviluppato nei pressi di Cesano, borgo della periferia romana distante pochi chilometri in linea d’aria da Anguillara, arrivando a lambire la scuola media. Sembrerebbe che per Cesano le richieste di soccorso siano partite con ritardo.
Gli elicotteri della protezione civile stanno alternando gli interventi, per riuscire a tenere le fiamme sotto controllo. Per il momento sembra che la situazione di Cesano, almeno nella parte più vicina alle case, sia stata fermata, ma non si può abbassare la guardia perché basta una folata di vento per ravvivare le fiamme. Ancora dunque un grosso incendio dopo quello di fine giugno che ha colpito il parco rotonda, oggetto di segnalazioni da parte dei cittadini. Lì infatti è finita in fumo l'area verde dietro la Chiesa di San Sebastiano per la quale anche gli scout a inizio giugno avevano chiesto sfalcio e manutenzione

Ambiente & Territorio
Torquati (Pd): "Oggi abbiamo assistito ad una vera e propria farsa a 5 stelle"
immagine


Red. Politica

 

CESANO DI ROMA - Riceviamo e pubblichiamo la nota del Gruppo Consiliare del Partito Democratico del XV Municipio: "Oggi abbiamo assistito ad una vera e propria farsa a 5 stelle: un Consiglio Municipale dove la maggioranza, alla presenza del direttore generale di Ama spa, ha dapprima negato e poi ammesso l'esistenza del progetto del nuovo impianto di compostaggio tra Cesano e Osteria Nuova. Il voto contrario del gruppo del PD e delle altre opposizioni non è stato numericamente sufficiente a fermare un'idea e ùn progetto che chiede alla nostra periferia di farsi carico dello smaltimento dell'umido di ben tre Municipi della città. In questo primo anno di Amministrazione per Cesano e Osteria, periferia delle periferia nord di Roma, non c'è stata una proposta capace di impreziosire questi territori lontani dal centro. Cesano e Osteria Nuova oggi sono state umiliate. Non siamo contrari al compostaggio in generale, ma crediamo che il piano industriale di Ama non possa essere limitato solo alla verifica delle aree disponibili. Il territorio va studiato. La viabilità va considerata, quanto il disagio arrecato ai residenti. Si deve inoltre tenere conto dei siti disponibili che deve indicare la Città metropolitana, cioè la stessa Sindaca Raggi. Riteniamo approssimativo e poco rispettoso dei territori e dei consiglieri tutti anche l'atteggiamento della Giunta e in particolare dell'assessore all'ambiente del Municipio XV che, come si desume da quanto dichiarato da AMA questa mattina, hanno indicato l'area senza nessuna autorizzazione da parte dell'Aula. Non è democratico e soprattutto  contravviene  a ben due proposte di risoluzione votate all'unanimità nella vecchia e nella attuale consiliatura nelle quali si chiedeva di realizzare solo ed esclusivamente una isola ecologica ad uso esclusivo dei cittadini e non un impianto di conpostaggio. Fanno accordi senza dirlo, non rispettano gli eletti, mancano di trasparenza, umiliano i territori e non ascoltano i cittadini. Continueremo a fare la nostra parte opponendoci. Per il bene del Municipio, dei suoi residenti e per la democrazia".

Il caso
La Giunta aveva dato come indicazione in quell'area non per il sistema di compostaggio, ma per l'isola ecologica a servizio dei cittadini
immagine


CESANO (RM) - "Nonostante gli sforzi degli operai AMA, la raccolta dei rifiuti è ormai un miraggio. La raccolta differenziata, obiettivo raggiunto dopo venti anni nel Municipio XV, non sembra più essere la priorità. Se non bastasse oggi dobbiamo apprendere dai giornali e dalle parole del'Assessore Montanari, che ad Ostia rassicura i cittadini, la proposta di ospitare un impianto di compostaggio in particolare nell'area compresa tra Cesano ed Osteria Nuova, dove per anni abbiamo combattuto per non ospitare gli autodemolitori.
Non vogliamo essere noi quelli che si oppongono alla risoluzione del sistema di trattamento dei rifiuti, ma il modo, la poca chiarezza, la mancanza di informazioni e di trasparenza ci lascia a dir poco perplessi, soprattutto perchè la nostra Giunta aveva dato come indicazione in quell'area non per il sistema di compostaggio, ma per l'isola ecologica a servizio dei cittadini, a supporto della raccolta differenziata e per il ritiro di rifiuti ingombranti. Se da una parte siamo consapevoli che ormai non possiamo più pretendere niente dal Movimento 5 Stelle, per la nullità delle proposte, dell'azione e della presenza, dall'altra chiediamo la fine di questa supponenza amministrativa supportata da una incompetenza ormai acclarata, ma soprattutto, per questioni di tale rilevanza, chiediamo chiarezza nelle scelte, partecipazione e coinvolgimento dei cittadini. L'ora degli slogan è finita e dopo un anno chiediamo il rispetto dei cittadini e del lavoro fatto con fatica nei tre anni passati". Lo comunica Daniele Torquati Capogruppo Pd XV Municipio.

Il caso
L'uomo di 38 anni era impegnato in un addestramento fisico
immagine

 

Redazione

 

CESANO (RM) - È morto Daniele Ferrante colto da malore alla scuola Fanteria di Cesano. Daniele lottava tra la vita e la morte dallo scorso venerdì quando mentre l'uomo di origini palermitane era impegnato in un addestramento fisico nella Scuola di Fanteria di Cesano, nel territorio del XV Municipio.
L’allievo maresciallo dell’Esercito italiano di 38 anni è morto questa mattina all’ospedale Umberto I di Roma. Cordoglio è stato espresso dal Generale del Corpo d'Armata Danilo Errico, capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano che esprime "il più profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza ai familiari".

Il Reportage
Una discarica a cielo aperto di fronte la banca e la farmacia intorno al civico 300 di via Baccanello
immagine


GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO [CLICCARE SOPRA LE FOTO PER INGRANDIRLE]



di Alberto De Marchis


CESANO (RM) - Via Baccanello a Cesano, quartiere compreso nel Municipio Roma XV (ex Municipio Roma XX) guidato da giugno 2016 dal mini sindaco Stefano Simonelli del M5s,  è una discarica a cielo aperto di fronte la banca e la farmacia intorno al civico 300. Un cane randagio che fruga tra le buste è l’immagine di un frammento domenicale che sembra suggerire uno slogan affatto edificante: “Benvenuti nel degrado”. La zona prende il nome dal borgo medioevale di Cesano di Roma, ubicato su di un colle a 240 metri sul livello del mare.

 

Le foto immortalano un ciglio di una strada ad alta percorribilità e doppio senso di circolazione invaso da materiale edile, bustoni neri di plastica, un materasso, un stendino per i panni e chi più ne ha più ne metta. Insomma non è affatto l’immagine di un quartiere dove la raccolta dell’immondizia va a gonfie vele. Neanche a farlo a posta di fronte la “monnezza” c’è un cantiere: ma i materiali edili non dovrebbero essere smaltiti a parte?


L’articolo 184, comma 3, lettera b), del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”, come modificata dall'art. 11 del d.lgs. n. 205 del 2010, classifica i rifiuti1 da demolizione e costruzione quali “rifiuti speciali”, come pure quelli derivanti dalle attività di scavo nei cantieri edili. In quanto rifiuti speciali non possono essere abbandonati in questa maniera per strada. Lasciati tutta la domenica sul ciglio del marciapiede insieme ad altri ingombranti. “Benvenuti in Italia”.

Cronaca
L'uomo è dovuto ricorrere alle cure mediche presso il pronto soccorso dell’ospedale di Bracciano a causa delle lesioni riportate per l’aggressione
immagine

Red. Cronaca

CESANO (RM) – Hanno aggredito un autotrasportatore in sosta col suo furgone nei pressi della Stazione Ferroviaria di Cesano di Roma per tentare di derubarlo del telefono cellulare, poi hanno preteso da lui 50 euro per rientrare in possesso della carta di circolazione del veicolo che le due ladruncole erano riuscite a sfilare dal cruscotto. Protagoniste della vicenda sono due cittadine romene di 19 e 21 anni, entrambe nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, che sono state arrestate dai Carabinieri della Stazione di Cesano di Roma, con l’accusa di tentata rapina in concorso, tentata estorsione in concorso e lesioni personali.
Nel parapiglia, il conducente del mezzo, un operaio di Valmontone di 52 anni, è riuscito a dare l’allarme al “112” e i Carabinieri sono intervenuti in pochi minuti, bloccando le ragazze mentre stavano tentando di darsi alla fuga. L’autotrasportatore è dovuto ricorrere alle cure mediche presso il pronto soccorso dell’ospedale di Bracciano a causa delle lesioni riportate per l’aggressione, ne avrà per pochi giorni. Le ladruncole, invece, sono state trattenute in caserma in attesa di essere sottoposte al rito direttissimo.

Politica
La Regione Lazio ha erogato un finanziamento di circa tre milioni di euro per il progetto"
immagine

Red. Politica
Anguillara (RM)
- Il M5S di Anguillara Sabazia interviene attraverso una nota sul caso della strada di collegamento che doveva realizzarsi tra Anguillara e Cesano e che ad oggi non ha visto ancora luce.

Riceviamo e pubblichiamo dal M5S di Anguillara Sabazia

"Il 7 maggio 2011, con grande clamore e alla presenza di numerose personalità tra le quali figurava la Presidente della Regione Lazio Renata Polverini, inauguravano il cantiere di un’opera importante per Roma Nord: la strada che avrebbe dovuto collegare Cesano ad Anguillara.

Era questo uno di quei progetti che una volta realizzati possono davvero trasformare in maniera decisiva la viabilità e la vivibilità di una grande porzione di territorio. La nuova strada é lunga 3,2 chilometri, di cui un terzo si trova nel Comune di Roma mentre i restanti due chilometri in quello di Anguillara, e per la realizzazione di questa arteria la Regione Lazio alla nostra cittadina ha erogato un finanziamento di circa tre milioni di euro per il progetto.

L’apertura del cantiere è avvenuta nel 2011, dopo un decennio di progetti e studi ha ricordato all’epoca dell’inaugurazione Renata Polverini sottolineando che la strada “seppur breve sarà di grande importanza per i cittadini”. Questa idea di tracciare una linea retta per unire i due centri vede le sue radici addirittura negli anni ’60. Da allora è stato il sogno di tutte le amministrazioni che si sono succedute fino al 2000, quando, alla fine il Comune di Anguillara é riuscito ad ottenere dalla Regione Lazio un finanziamento di due miliardi di lire. I tre anni successivi sono stati impiegati nell’ideazione del progetto e nel reperimento di ulteriori fondi che (nel frattempo si sono succedute nuove elezioni e altre amministrazioni) sono stati ottenuti solo con delibera di Giunta Regionale dell’ottobre 2009. Delibera poi attuata nel 2010 quando si procedette a una gara di assegnazione dei lavori con la formula dell’appalto integrato ad offerta economicamente più vantaggiosa. In seguito il Comune di Anguillara ha fatto richiesta alla Regione Lazio e al Comune di Roma di due Dirigenti tecnici per formare la Commissione di gara insieme al Dirigente tecnico dello stesso Comune. Commissione che, nel dicembre 2010, ha attribuito l’assegnazione della gara al Consorzio COIRES (punteggio 98.4, ribasso d’asta 6.5%).

Questa é la storia del progetto. Una storia, però, anche politica infatti l’inaugurazione del cantiere é stata fatta pochi giorni prima delle elezioni amministrative nel Comune di Anguillara, e per molti é stata una propaganda elettorale della Giunta di destra (che per la cronaca quelle elezioni le ha perse). La Presidente della Regione Lazio Renata Polverini all'epoca é accorsa in aiuto dell’allora sindaco Stefano Paolessi inaugurando il cantiere prima ancora che il Comune di Anguillara procedesse agli espropri.

Come da propaganda elettorale i lavori dovevano durare non più di 18 mesi ed invece chissà quanti ancora ne serviranno, visto che i cantieri appaiono fermi da tempo. Gli espropri, com’è noto, sono materia comunale non dell’impresa, per cui il compito di provvedere agli stessi spetta al Comune di Anguillara. Inoltre bisogna considerare che la Ditta DA.MA. srl, classificata seconda nella gara di assegnazione dei lavori (punteggio 90.7, ribasso d’asta 0.5%) ha fatto ricorso al TAR. Questi due fatti, unitamente alla considerazione che tutto accade sempre nei cambi di amministrazione, che tendono a distruggere l’operato dell’amministrazioni precedenti, hanno portato a rallentamenti burocratici ed infatti siamo arrivati alla situazione attuale: cantieri fermi. Anche in questo caso ad Anguillara é stato realizzato un altro cantiere fermo".
 

Cronaca
Le accuse: produzione, coltivazione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti.
immagine

Red. Cronaca
Cesano di Roma (RM)
– I Carabinieri della Stazione di Cesano di Roma hanno arrestato padre e figlio di 25 e 58 anni con le accuse di produzione, coltivazione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti. Nel corso di uno dei quotidiani servizi di controllo del territorio, i militari hanno fermato il 25enne a bordo della propria autovettura, trovandolo in possesso di una scatola contenente 5 g di marijuana, infiorescenze di cannabis indica e un trita erba.

Le verifiche sono scattate anche nella sua abitazione di Cesano: in un ripostiglio ricavato nella mansarda, i Carabinieri hanno rinvenuto 4 piante di cannabis indica interrate in vasi (alte tra gli 80 e i 90 cm ognuna), una lampada alogena per ricreare l’habitat utile alla crescita delle piantine, 2 bilance elettroniche di precisione, un’altra scatola contenente 50 g di infiorescenze di “erba” e tutto il materiale utile  alla coltivazione delle piante e al successivo confezionamento in dosi.

Durante le operazioni, il 25enne ha spontaneamente riferito ai Carabinieri che le piante rinvenute facevano parte di una coltivazione ben più ampia ubicata nel garage dell’abitazione del padre, a Nepi. I Carabinieri hanno verificato quanto riferito dal ragazzo eseguendo una perquisizione nella casa del 58enne: in effetti, nel garage della casa, sono state trovate 3 serre indoor - tutte dotate di impianto di illuminazione, deumidificazione ed irrigazione – in cui erano custodite ben 64 piante dell’altezza compresa tra i 10 e i 100 cm.

Un’altra mini-serra è stata scoperta in un piccolo locale creato in un soppalco del garage al quale si accedeva attraverso una botola: anche questa era dotata di impianto di illuminazione, deumidificazione e irrigazione e stava curando altre 230 piante di marijuana tra i 10 cm ed i 100 cm di altezza. Al suo interno sono stati trovati anche 300 g di marijuana pronti per essere suddivisi in dosi. Il 58enne è stato ristretto agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Nepi in attesa di essere giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Viterbo; il figlio, invece, è stato trattenuto nella caserma dei Carabinieri di Cesano di Roma in attesa del rito direttissimo.
 

Ambiente & Territorio
Il Centro Mobile verrà posizionato nell'area parcheggio che si trova tra via della Stazione di Cesano e via Marino Dalmonte
immagine

Redazione

Cesano (RM) - Domenica 4 ottobre dalle ore 8 alle ore 12.30 sarà posizionato un Centro Mobile di Raccolta dell’Ama a Cesano in via della Stazione di Cesano, angolo via Marino Dalmonte (area parcheggio). Il Centro Mobile di Raccolta è un’isola ecologica mobile per la raccolta differenziata che comprende due container scarrabili, posizionabili in differenti aree del territorio cittadino.

Presso il container principale è possibile conferire: schede elettroniche, giocattoli elettronici, calcolatrici, cellulari, parti di computer, toner, farmaci, pile, lampadine, cartucce per stampanti, batterie al piombo esauste, neon, olio vegetale, carta, vetro, plastica.

Presso il container ausiliario invece è possibile conferire: rifiuti ingombranti di ridotte dimensioni e piccoli elettrodomestici.

Nel pieno rispetto ambientale l’illuminazione interna dei due container è assicurata da un impianto fotovoltaico. Nel Centro Mobile l’utente verrà accolto da personale Ama qualificato al quale si potranno richiedere informazioni circa il corretto conferimento dei rifiuti e inoltrare segnalazioni, reclami e suggerimenti. Verrà infine distribuito materiale informativo su tutti i servizi offerti dall’azienda.

“Dopo l'estate torniamo con il Centro Mobile di Raccolta anche nella zona di Cesano ed invitiamo perciò i cittadini di questa zona a conferire i propri rifiuti ingombranti con dimensioni fino a 0,5 metri cubi. E' importante sottolineare che, a differenza dei precedenti appuntamenti che si sono svolti nel piazzale antistante la Parrocchia di San Sebastiano, questa volta il Centro Mobile verrà posizionato nell'area parcheggio che si trova tra via della Stazione di Cesano e via Marino Dalmonte”, ha dichiarato Marcello Ribera Presidente della Commissione Ambiente del XV Municipio.
 

Eventi
Dal 12 al 14 Settembre, l’antico feudo della Massa Cesana, farà da cornice a scenari di vita medievale, con spettacoli in piazza, giuochi del Palio dei Rioni, esposizione di prodotti artigianali
immagine

Redazione

Cesano (RM) - Iniziano oggi i festeggiamenti del Santissimo Crocifisso di Cesano di Roma e Palio dei Rioni che si svolgerà nel borgo medievale con artisti, musicisti, cerimonieri religiosi ed esposizioni di prodotti artigianali, enogastronomici ed antichi strumenti di lavoro. La piazza e i vicoli del borgo faranno da palcoscenico ad un vero e proprio spettacolo medievale in cui si “sfideranno” i 4 rioni di Cesano e come da tradizione verrà organizzato lo storico corteo in costume accompagnato da armigeri, tamburini e sbandieratori. Si tratta di un evento promosso dal Comitato Promotore, dalla Pro Loco Massa Cesana, dal Municipio Roma XV e dalla Regione Lazio e per il quale come XV Municipio abbiamo vinto un bando concernente la 'Promozione regionale a fini turistici delle manifestazioni tradizionali'.
"Invitiamo tutti i cittadini del nostro territorio a partecipare a questa importante festa - dichiarano in una nota congiunta Agnese Rollo, Stefano Cavini e Gianluca Mele Consiglieri del XV Municipio - che oltre a rappresentare un momento di svago - prosegue la nota - permetterà di poter scoprire come in realtà la nostra periferia sia ricca di storia e di opere d'arte: conoscere i luoghi in cui viviamo o che ci sono vicini significa riscoprire ciò che ci circonda e di cui siamo parte integrante”.
 

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact