Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Sanità
La Regione punta a ristabilire un rapposto più stretto tra sanitari e cittadini: un medico ogni mille abitanti
immagine

 

Redazione

 

CASTELLI ROMANI - "Posto di lavoro stabile per 178 medici di medicina generale. Questa concreta possibilità è contenuta nel bando pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio lo scorso 27 giugno. Il provvedimento punta a ristabilire il rapporto ottimale tra popolazione assistita e residenti - deve essere di 1 medico ogni mille abitanti - individuando le zone carenti, cioè di quelle aree territoriali di tutta la Regione dove c'è squilibrio". Lo annuncia la Regione Lazio.
"Nell'area di Roma - prosegue - mancano 43 medici. Nel territorio del Comune di Fiumicino invece ben 16 saranno i nuovi medici. Nel territorio della Roma 4 (da Civitavecchia ai comuni della fascia Tiberina), le posizioni vacanti sono 15, nei comuni della Asl di Tivoli sono 25. Ai Castelli le opportunità di lavoro per medici di famiglia sono 40. Nella provincia di Viterbo i medici di base mancanti sono 10, nei comuni di Latina 29. Nelle province di Frosinone e Rieti il rapporto ottimale non presenta criticità e non vi sono posti messi a bando".

Servizi & cittadini
A Nemi il debito ammonta a quasi 100 mila euro
immagine

 

Redazione

 

CASTELLI ROMANI (RM) - Sono 20 i Comuni che devono ancora saldare fatture alla società Lazio Ambiente che gestisce i rifiuti e che adesso si trova con l’acqua alla gola. Ai Castelli Romani ci sono Frascati, Colonna e Nemi che risultano avere rate insolute molto alte per un totale di circa 1 milione e mezzo di euro. A Nemi la cifra risulta di quasi 100 mila euro, più precisamente di 99.251,00 (2 rate del 2015 e una di maggio 2017). Frascati deve a Lazio Ambiente 794.508,00 (da dicembre 2016) e comunque l'amministrazione comunale fa sapere di aver programmato i pagamenti delle fatture non ancora scadute secondo la tempistica stabilita, mentre Colonna che è uscito da Lazio Ambiente deve addirittura 642.763,00.


La conseguenza è che il servizio di pulizia e raccolta rifiuti è ai minimi termini
, strettamente ridotto al necessario indispensabile e continua il calvario per i lavoratori che ricevono gli stipendi ogni tanto e non prendono più neppure la quattordicesima.

 

Nemi negli ultimi tempi ha attivato un servizio di monitoraggio e videosorveglianza che dovrebbe dare presto i suoi frutti. Sembrerebbe infatti che stiano arrivando le prime multe ai trasgressori. Sia con le multe che con i soldi che entrano nelle casse comunali dal pagamento della Tari potrebbe essere saldato dunque questo debito che per il piccolo paese delle Fragole signicherebbe tornare ad un servizio a 360 gradi dove anche le strade vengono pulite con regolarità.  

Il caso
Equi diritti: non abbassiamo la guardia!"
immagine


Redazione

 

ROCCA PRIORA (RM) - Ci risiamo, dopo oltre un ventennio di "affidamenti diretti" alla stessa identica societa', il Comune di Rocca Priora, riaffida il Trasporto Pubblico Locale alla medesima ditta. Una ditta gia' oggetto di dure critiche lo scorso anno, per aver aumentato del ben il 50% la tariffa dell'abbonamento Scuola-Bus, senza che tale maggiore esborso per i cittadini trovasse riscontro in una qualche delibera del Consiglio Comunale

Innanzi tutto un paio di precisazioni: E' la Regione Lazio a finanziare, ovviamente con denari pubblici, il costo del TPL Roccapriorese per oltre il 90% della relativa spesa. Inoltre, come da tabelle accluse al tempo da EQUI DIRITTI, il servizio Scuola-Bus del Comune di Rocca Priora, appare tra i piu' costosi (30 euro mensili a bambino ed impossibilita' di fruire di una riduzione per una sola corsa giornaliera), della maggior parte dei Comuni dei Castelli Romani. Lo stesso continuo, reiterato e pedissequo ricorso all'Istituto dell' "affidamento diretto" nel corso dell'ultimo ventennio, gia oggetto di Esposto c/o la Procura della Repubblica di Velletri e all'Autorita' Nazionale Anticorruzione, appare, nonostante le risibili giustificazioni contenute nel nuovo atto di affidamento, meritevole di ulteriori attente valutazioni.

Per l'ennesima volta, i cittadini vengono privati della possibilita' che un servizio di siffatta importanza, venga affidato secondo quei criteri di economicita' e qualita' dei servizi, che sarebbero certamente garantiti da una gara di evidenza pubblica, piu' conforme alle normative Nazionali ed Europee. Non vorremmo che, come acclarato in altri Comuni, dietro il beneficio dell'affidamento diretto reiterato negli anni in favore delle medesime ditte, non si celassero interessi clientelari e/o parentali di qualsivoglia amministratore pubblico. Un suggerimento ai probi amministratori del Comune di Rocca Priora: Oltre ad adeguarsi in materia di appalti, sarebbe forse il caso di installare delle pensiline presso le fermate dello Scuola-Bus, ove mamme e bambini possono riparasi dalle interperie nei mesi invernali, in attesa della corsa. E' vero che siamo in piena siccita' ed in emergenza idrica ma siamo in estate e presto il clima rigido del piu' alto dei Castelli Romani tornera' a farsi sentire. D'altronde si sa: A Rocca Priora, quando piove, piove!

Fiamme nel Lazio
Silvestroni: "Approfondirò la questione nelle opportuni sedi e qualcuno questa volta dovrà darmi una risposta"
immagine

 

Redazione


Castelli Romani e Tivoli (RM)
- Fiamme tra Albano, Ariccia e Castel Gandolfo. Paura nei pressi del famoso Hotel Miralago che si è riempito di fumo proveniente dai focolai che si sono riaccesi nel pomeriggio di lunedì 7 agosto 2017 dopo che nella giornata di ieri era stato domato un grosso incendio.

"Guardo con molta preoccupazione la gestione delle emergenze nel territorio di Albano Laziale. - Commenta a caldo il capogruppo di FdI-AN alla Città Metropolitana di Roma Capitale Marco Silvestroni nonchè Consigliere di opposizione al Comune di Albano Laziale - Mi riferisco - prosegue Silvetsroni - nello specifico a quanto accaduto in occasione del grave incendio che ha messo in pericolo persone e immobili al Miralago. Solamente qualche mese fa ho presentato una interrogazione con i colleghi di FDI per conoscere la situazione strutturale ed operativa della nostra protezione civile ricevendo solo fumose e formali risposte, Quanto si osserva oggi è, invece, ancora più preoccupante se penso che ieri , in una situazione di così grave emergenza, abbiamo visto intervenire solamente uno sparuto gruppo di operatori, comunque da encomiare. Voglio sapere dal Sindaco se veramente la forza su cui possiamo contare per gestire le emergenze è composta da circa cinque persone! Se queste sono le dimensioni del nostro gruppo di protezione civile di chi è la responsabilità? Il Sindaco dica con chiarezza se è ancora interessato ad un gruppo che sotto la nostra amministrazione aveva raggiunto un numero di operatori volontari considerevole e che oggi si riduce ad una manciata di persone mal gestite e con scarsa conoscenza delle procedure! Possibile che la nostra autobotte così importante in queste situazioni non è disponibile? Gli altri mezzi a nostra disposizione a cosa servono se non ci sono operatori in grado di utilizzarli? Possibile che la protezione civile debba ancora occupare locali pericolanti e fatiscenti? Approfondirò la questione nelle opportuni sedi - conclude il Capofruppo di FdI-AN - e qualcuno questa volta dovrà darmi una risposta. La protezione civile di Albano non può essere ridotta ad una esibizione per le fiere di paese ma deve ritornare a prendere il ruolo che merita!"


Ma i roghi non hanno smesso di essere protagonisti nell’hinterland della Capitale.
I corpi di due donne, un'anziana e una giovane donna, sono stati trovati dai vigili del fuoco in una piccola costruzione all’interno di un terreno dove è in corso un vasto incendio scoppiato nei pressi di Tivoli, in provincia di Roma. I vigili del fuoco stanno operando sul posto con diverse squadre e un Canadair. Alcune case, la zona è un'area periferica di Tivoli piena di villette, sono state evacuate senza che il rogo arrivasse a lambirle. L'abitazione delle due vittime, nuora e suocera, si trova in via dei Monti Lucretili 32 posizionata tra gli alberi interessati dall'incendio. La polizia sta indagando sull'episodio anche per accertare l'esatta causa dei decessi.

Questo fine settimana
Molte le proposte ai Castelli Romani anche in questo weekend, all’insegna del relax e del fresco serale
immagine

 

Redazione

“Calici di stelle” a Marino e a Velletri. Nel centro storico marinese venerdì e sabato degustazioni ed eventi, visite a Marino sotterranea, musica live, proiezioni artistiche, osservazione delle stelle. A Velletri sabato 5, in Piazza Mazzini, degustazioni e osservazioni astronomiche, anche all’esterno del Museo Archeologico, che offrirà un’apertura serale, così come l’Area Archeologica delle SS. Stimmate.
Ma anche molto altro in programma nell’estate veliterna: ogni sera Cinema sotto le stelle nella piazza del Comune, Sagra della Trippa alla romana al Palabandinelli, La piazzetta del gusto a Porta Napoletana, sabato e domenica Notti d’Arte su Corso della Repubblica e Via Luigi Novelli, spettacoli in Piazza Caduti sul Lavoro e Piazza Mazzini; alla Casa delle Culture e della Musica segnaliamo EventoSax con i bei concerti del 2 e 4 agosto alle 21, e Velletri Libris giovedì 3 con il Comandante Alfa.
Serate di cinema all’aperto anche a Ciampino - tutte le sere - e ad Albano, a Piazza Pia, venerdì 4 e sabato 5 agosto, e per quasi tutto il mese. Albano Laziale propone fino a Ferragosto anche l’Anfiteatro Festival, all’anfiteatro romano nella parte alta della città, che questo weekend da giovedì a domenica ospiterà, nell’ordine, il musical "I 7 Re di Roma", i canti musiche e danze di "Algeciras Algarabìa”, Katia Ricciarelli in "Ti Canto d’Amore" e la "Tosca" di Giacomo Puccini.
A Rocca di Papa sabato e domenica si terrà la 5ª edizione della Festa della Pizza, con il borgo animato da musica, spettacoli, mostre d'arte e animazione, e ogni forno a offrire le proprie specialità, frutto di antica tradizione.
Folclore e spiritualità a Rocca Priora con la Festa della Madonna della Neve, che culminerà sabato sera nella caratteristica "nevicata" a fine processione, e ad Albano con la Festa di S. Maria della Rotonda, che si concluderà domenica alle 21 con il tradizionale concerto classico di fronte al Santuario.

Anche tra le escursioni del circuito “Cose Mai Viste” non mancheranno appuntamenti serali. Sabato, a Rocca Priora, ci si potrà inoltrare nel bosco fino a raggiungere la vetta di Monte Fiore (723 mt), dove si assisterà al tramonto con vista mozzafiato sul cratere dell’antico Vulcano Laziale e sui monti del pre-Appennino. Mentre a Monte Compatri, partendo dal Piazzale del convento San Silvestro, si potrà fare una passeggiata al tramonto e poi gustare un fresco aperi-cena presso la Collina degli Asinelli. Per gli amanti delle ore mattutine, invece, sabato si potrà scoprire il borgo medievale di Genzano, con visita a Palazzo e Parco Sforza Cesarini; domenica ci si inoltrerà nel bosco del Cerquone, presso il Vivaro, tra storie di streghe, fate, elfi e folletti; e a Genzano, all’interno del convento delle Suore dell'Assunzione, visita guidata gratuita tra alberi monumentali e spettacolari scorci panoramici sul lago.

Cronaca
I due hanno messo a segno due scippi a pochi minuti l’uno dall’altro
immagine


Redazione


CASTEL GANDOLFO (RM) - I Carabinieri della Stazione di Castel Gandolfo hanno arrestato due giovani, di 34 e 24 anni, entrambi di Velletri e con precedenti, responsabili dei reati di rapina impropria continuata in concorso e ricettazione. Nella mattinata di ieri, i malviventi, in sella ad un’Honda SH rubato a Roma, avevano seminato il panico nella zona dei Castelli Romani mettendo a segno due scippi a pochi minuti l’uno dall’altro: il primo ai danni di una pensionata di 75 anni di Marino, il secondo a Frascati, nei confronti di una 62enne di Monteporzio Catone.

In entrambi i casi le donne sono state trasportate nei più vicini pronto soccorso a seguito delle lesioni riportate: ne avranno per 7 giorni. Dopo i colpi, i ladri col “malloppo” sono scappati in direzione di Castel Gandolfo, ma la loro fuga è durata pochi minuti: sulle loro tracce c’erano già i Carabinieri della locale Stazione che, allertati e coordinati dalla Centrale Operativa, sono riusciti a intercettarli lungo via dei Laghi e, dopo un breve inseguimento, a bloccarli. Nel vano sottosella della moto, i Carabinieri hanno rinvenuto l’intera refurtiva che è stata, successivamente, restituita alle rispettive proprietarie.

Nel corso delle perquisizioni, inoltre, lo scippatore 34enne è stato trovato in possesso anche di 30 g di hashish e, grazie agli accertamenti eseguiti nella Banca Dati delle forze dell’ordine, è emerso sul suo conto un provvedimento in atto di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di Velletri. Per questi motivi, il 34enne dovrà rispondere anche dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale. I “compari” sono stati ammanettati e rinchiusi nel carcere di Velletri, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Eventi & Manifestazioni
28,29 e 30 luglio 2017 - strada provinciale 18/c (Via del Vivaro) n. 9
immagine

 

Redazione

 

Un fine settimana, nel cuore del Parco Regionale dei Castelli Romani, ai Pratoni del Vivaro, ricco di appuntamenti per adulti e bambini con la festa del buttero contemporaneo, che vedrà laboratori di artigianato tradizionale buttero, laboratori su temi ambientali a cura dell’Ente regionale Parco dei Castelli Romani e dell’associazione Pandora Casa Natura, e temi scientifici a cura dell’Agenzia Spaziale Europea. Programmati anche spettacoli e caroselli con i butteri tradizionali dell’Alta Tuscia Laziale e i “Butteri Contemporanei” di Equiazione e Ciampacavallo. Sono stati inoltre previsti un punto ristoro, area pic-nic, stand informativi e di artigianato e la sera concerti, spettacoli di danza e intrattenimento.

“L'idea del Buttero Contemporaneo – fanno sapere gli organizzatori - nasce dalla convinzione che mantenere un legame con le proprie origini e maturare un senso di sana appartenenza e di conoscenza della propria storia, sia fondamentale per vivere a pieno il presente e costruire un futuro sostenibile. Da qui la volontà di reinterpretare una figura professionale della nostra tradizione, quella del buttero che, in chiave contemporanea, diventa veicolo per valorizzare il territorio e sua la cultura, fare esperienza dell’ambiente per conoscerlo e viverlo responsabilmente. Recuperare e trasformare la cultura tradizionale equestre promuovendo una gestione naturale del cavallo rispettosa della sua identità, realizzare un contesto protetto, non assistenziale, in cui anche i soggetti con disagio o disabilità possano trovare nelle attività proposte un senso di appartenenza alla comunità.”

Il programma:


VENERDI’ 28 LUGLIO

Dalle 10 alle 13 “LO ZAINO DEL GUARDIAPARCO” Laboratorio per bambini per raccontare le azioni a tutela dell’ambiente partendo da quello che il Guardiaparco porta con sé nell’attività di vigilanza, a cura del Parco Regionale dei Castelli Romani.
Ore 16 “FACCIAMO RETE!” Tavola rotonda con Associazioni e Istituzioni del territorio per discutere di sociale, ambiente, turismo e tradizioni. Partecipano tra gli altri Marta Bonafoni, Consigliera Regionale del Lazio; Tiziana Biolghini, Dirigente Regionale Lazio Salute e Politiche Sociali, Daniele Ognibene, Presidente del Consiglio Comunale di Velletri, Giulia Ciafrei, Assessore del Comune di Velletri, Commissione Pari Opportunità; Barbara Cerro, Assessore alle politiche sociali del Comune di Marino.
Ore 18 “SPETTACOLO BUTTERO CONTEMPORANEO” – “SPETTACOLO BUTTERINE” Butteri contemporanei e branco di cavalli di Equiazione insieme per uno spettacolo integrato all’insegna del gioco e del divertimento!

SABATO 29 LUGLIO

Dalle 10 alle 13 “A CACCIA DI SPETTRI” Costruiamo insieme uno spettroscopio e scopriamo la magia della luce, nel laboratorio per bambini a cura di ESA (Agenzia Spaziale Europea).
Ore 16 “LABORATORIO DI ARTIGIANATO BUTTERO” Laboratorio per adulti e bambini per imparare a costruire capezze in corda e bastoni butteri.
Ore 18 “SPETTACOLO BUTTERI TRADIZIONALI” Caroselli della tradizione maremmana del gruppo di butteri “Don Chisciotte” della asd Cavalieri del Giglio di Valentano dell’Alta Tuscia Laziale. “SPETTACOLO BUTTERINE” – “SPETTACOLO BUTTERO CONTEMPORANEO” Butteri Contemporanei e branco di cavalli di Equiazione insieme per uno spettacolo integrato all’insegna del gioco e del divertimento!

 

DOMENICA 30 LUGLIO
Dalle 10 alle 13 “SFARFALLAMENTE” Avventure con le farfalle ed altri strani insetti a cura dell’Associazione PandoraCasaNatura.
Ore 16 “LABORATORIO DI ARTIGIANATO BUTTERO” Laboratorio per adulti e bambini per imparare a costruire capezze in corda e bastoni butteri.
Ore 18 “SPETTACOLO BUTTERI TRADIZIONALI” Caroselli della tradizione maremmana del gruppo di butteri “Don Chisciotte” della asd Cavalieri del Giglio di Valentano dell’Alta Tuscia Laziale. “SPETTACOLO BUTTERINE” – “SPETTACOLO BUTTERO CONTEMPORANEO” Butteri Contemporanei e branco di cavalli di Equiazione insieme per uno spettacolo integrato all’insegna del gioco e del divertimento!


 

Sistema Bibliotecario
Insediato il nuovo consiglio di Amministrazione
immagine

 

CASTELLI ROMANI (RM) - Si è riunita lunedì 24 luglio 2017, a Genzano presso la sede del Consorzio SBCR, l’Assemblea consortile di insediamento del nuovo CdA del Consorzio per il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani, nominato in una prima sessione assembleare svoltasi la settimana precedente.
Il Direttore dell’Ente, Giacomo Tortorici, ha fatto gli onori di casa presentando innanzitutto i nuovi membri del Consiglio - Maria Paola De Marchis, Ascenzo Lavagnini, Roberto Libera e Valentina Sollecito - e il nuovo Presidente, Giuseppe De Righi.

Cinque personalità di spessore, con maturata esperienza sul territorio e non solo, in ambito culturale e gestionale.

Di grande esperienza Giuseppe De Righi, che non ha bisogno di presentazioni. Più volte consigliere con incarichi assessorili presso il Comune di Rocca Priora e la Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, è l’attuale Presidente del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, carica che lascerà dopo l’estate per dedicarsi totalmente al nuovo e impegnativo ruolo in SBCR.
Esperto di cinema, autore cinematografico e televisivo, sceneggiatore, scrittore, saggista, animatore culturale di rilievo nazionale e non solo Ascenzo (Enzo) Lavagnini, attualmente responsabile dell’Archivio Pier Paolo Pasolini istituito dal Comune di Ciampino, in cui risiede, nonché membro della Commissione di Revisione Cinematografica per nomina del ministro Dario Franceschini, e collaboratore del Museo Nazionale del Cinema di Torino.
Antropologo specializzato in storia delle religioni e ottimo conoscitore e studioso dei siti paleocristiani di Roma e del territorio castellano, a cominciare dalla Catacomba di San Senatore ad Albano della quale è Direttore, assieme al Museo della stessa Diocesi, Roberto Libera, che dal 2016 è anche curatore, per incarico vescovile, della Biblioteca Pubblica Statale annessa al Monumento Nazionale di Grottaferrata.
Laureata in Scienze dell’Amministrazione con una lunga esperienza in gestione aziendale maturata in ambito sanitario locale la veliterna Maria Paola De Marchis, attualmente impiegata presso la Direzione sanitaria dell’ospedale di Velletri, ma anche animatrice culturale in veste di Presidente dell’Associazione Calliope e del Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”.§
Infine, da Frascati, la docente Valentina Sollecito, plurilingue - Spagnolo, Inglese e Tedesco -, già team leader presso l’ESRIN di Frascati (sede italiana dell’ESA) e site coordinator presso l’ESOC (sede tedesca dell’Agenzia Spaziale Europea), ma con una formazione curriculare in cui figurano anche Marketing, Counselor e Beni Culturali della Chiesa.
Una squadra eterogenea, dunque, estremamente ricca di competenze e professionalità, ottimamente in linea con le finalità dell’Ente che, volontariamente e senza alcuna retribuzione, si accinge su mandato dei sindaci a guidare e indirizzare.

Giuseppe De Righi ha voluto «raccontare soprattutto lo spirito» di quelli che saranno i futuri obiettivi del Consorzio, rinviando a fine anno la presentazione del Piano-Programma, «dopo una fase di ascolto di tutti i sindaci del territorio, perché sia un Piano condiviso».
Il neopresidente ha ringraziato, prima di tutto, l’uscente CdA e tutti coloro che lo hanno preceduto, dai quali si è detto consapevole di raccogliere «un’eredità di valore», che ha auspicato di saper «conservare nella sua interezza e, per quanto possibile, implementare e migliorare». Ha quindi fornito una sintetica ma precisa anticipazione delle linee programmatiche che ispireranno il nuovo Consiglio di Amministrazione. A cominciare dalla sua autonomia tecnico-operativa, in linea con la identità di fatto “aziendale” del Consorzio, Ente che pur avvalendosi di fondi pubblici ha bisogno di un oculato sistema amministrativo sotto l’aspetto sia contabile che patrimoniale. Ha affermato la necessità di una riorganizzazione strutturale dell’Ente, con una trasparente separazione tra attività e ruoli di indirizzo, tra gestione e controllo politico-amministrativo. Ha ricordato i lavori già in atto - e che il nuovo CdA riprenderà - in direzione di una revisione dello Statuto del Consorzio, che lo adegui sia alla normativa sopravvenuta che alle sue nuove finalità e competenze - il turismo e la valorizzazione del territorio - che rappresentano anche un impegno preciso dell’Assemblea consortile.

Alle parole di De Righi sono seguiti gli interventi dei sindaci di Ciampino, Giovanni Terzulli ed Albano, Nicola Marini, che hanno sottolineato le capacità creative ed aggregative del Consorzio sia sul piano culturale che, oramai, anche su quello turistico. Anche Fabio D’Acuti sindaco di Monte Compatri, riconoscendo quello bibliotecario come «un sistema ormai consolidato che funziona, e dà risposte ai cittadini» e dicendosi possibilista anche sul sistema turistico, benché «di più difficile gestione», ha assicurato che il suo Comune non farà mancare il proprio contributo all’Assemblea, purché il CdA lavori in sinergia con i sindaci e il nuovo statuto sia chiaro nei ruoli e nel modus operandi, mentre Emanuela Bruni assessore del Comune di Frascati ha affermato che la sfida del turismo è sicuramente affascinante ma non deve togliere risorse alle attività culturali proprie del Consorzio.

L’Assemblea ha infine proceduto alla nomina del nuovo revisore dei conti dell’Ente, che sarà il dott. Vittorio Bevilacqua, sorteggiato fra quattro nominativi proposti dai sindaci.
L’assise si è sciolta con il sincero augurio di un buon lavoro al nuovo CdA da parte di tutti i presenti, e con l’appuntamento al “Buy Lazio” di settembre a Villa Mondragone, dove - ha ricordato De Righi - «saremo tutti chiamati a rappresentare i Castelli Romani!».

Rassegne & Festival
Giovedì 13 luglio alle ore 21 in Piazza della Porticella il Don Giovanni di Mozart - ingresso libero
immagine

 

Redazione


FRASCATI (RM) -  Si aprirà a Frascati con un grande evento di musica lirica itinerante, il Don Giovanni di Mozart, la seconda edizione di Castelli Romani Invasioni Creative, progetto promosso dall’Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio.


Il Don Giovanni è una delle più famose, coinvolgenti e affascinanti opere del musicista austriaco, che sarà eseguita dall’orchestra giovanile del Teatro dell’Opera di Roma, giovedì 13 luglio alle ore 21 in Piazza della Porticella nel cuore di Frascati, con ingresso libero. Straordinario l’allestimento dell’Opera Camion del Teatro dell’Opera, che ha anche il merito di svelare il backstage della macchina teatrale nel farsi della rappresentazione, oltre che presentare un concerto dall’immortale fascino musicale. Il “Don Giovanni” è la seconda delle opere nate dalla collaborazione fra Mozart e Da Ponte, dopo “Le Nozze di Figaro”. L'opera debuttò il 29 ottobre 1787 a Praga, suscitando subito un grande entusiasmo, costituendo per il compositore un piccola rivalsa nei confronti di Vienna, dove l'opera venne invece accolta con freddezza. Con il passare degli anni, l'opera è stata più volte analizzata e personaggi che all'inizio sembravano secondari sono stati riscoperti e portati al centro dell'attenzione dalla critica. Allo stesso modo si è più volte discusso del rapporto del protagonista con Donna Anna, con Donna Elvira e con Leporello. Don Giovanni è un'opera ancora aperta a molteplici interpretazioni. Questa apertura è dovuta alle ambivalenze esistenti sia nelle relazioni tra i personaggi, sia nella musica di Mozart che dà loro corpo e vita.

Il Festival Invasioni Creative prosegue al Teatro Romano di Tuscolo, venerdì 14 luglio 2017 alle ore 18.30,
quando andrà in scena l'Ensemble Voci italiane, costituito dagli artisti del Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia con “Viaggio a Napoli”, in cui la canzone è un cameo di vita quotidiana che racconta amori impossibili, la bellezza di un tramonto, storie di mare, la tristezza di un addio. Uno sguardo innovativo nella melodia napoletana dell'Ottocento e del Novecento.

Sabato 15 luglio 2017 il Teatro Romano ospiterà un evento speciale, la “Cosmic Sband in concerto”. Gli interpreti sono i pazienti dei Centri Diurni di Salute Mentale della Asl Rm6, con i loro strumenti e le loro voci, impegnati in un repertorio di world music, per vivere insieme la gioia di una espressività artistica condivisa. La stessa Cosmic band è stata ospite d’eccezione della Festa della Musica della Città di Lanuvio, svoltasi il 24 e 25 giugno.

L’ultimo appuntamento del festival è domenica 16 luglio 2017 sempre alle ore 18.30 con Gabriele Lavia protagonista del recital “Lavia dice Leopardi”. Lavia «dice Leopardi»: dice, perché non legge né interpreta, ma riversa sul pubblico, in un modo assolutamente personale nella forma e nella sostanza, le più intense liriche leopardiane, da A Silvia a Passero solitario, dal Canto notturno di un pastore errante dell’Asia a La sera del dì di festa.

Gli spettacoli saranno preceduti da viste guidate al parco archeologico del Tuscolo.

Partner del progetto ATCL sono istituzioni pubbliche e private, nazionali e locali, tra cui Mibact, Miur, Ministero della Salute, Regione Lazio, Comunità Montana dei Castelli Romani e Monti Prenestini, Asl RM 6, Università Tor Vergata di Roma, Res Castelli Romani, sistema bibliotecario, sistema museale, Gal Castelli Romani.

CALENDARIO
13 luglio ore 21.00
Piazza della Porticella Frascati
Teatro dell'Opera di Roma
Don Giovanni! OperaCamion
Ingresso Gratuito

14 luglio ore 18.30
Teatro Romano di Tuscolo
Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Viaggio a Napoli, Ensemble di Voci Italiane
Biglietto € 10

15 luglio ore 18.30
Teatro Romano di Tuscolo
C.O.S.M.I.C. SBAND
Coro e Orchestra per la Salute Mentale e l'Integrazione Comunitaria
Direzione Coro Sebastiano Forti Grazzini , Direzione Orchestra Peter De Girolamo
Progetto della Asl Rm6
Ingresso gratuito

16 luglio ore 18.30
Teatro Romano di Tuscolo
Recital con Gabriele Lavia
Lavia dice Leopardi
Biglietto € 10

 

Il DDL
Fautore e primo firmatario del DDL il senatore PD Bruno Astorre
immagine

 

di Ivan Galea


CASTELLI ROMANI
- Sarà presentato martedì prossimo nella sala di Santa Maria in Aquiro presso il Senato della Repubblica il Disegno di Legge che prevede l’istituzione del Parco Archeologico Culturale del Tuscolo ricadente in quello che viene definito come il cuore storico dei Castelli Romani e compreso tra i comuni di Montecompatri, Monte Porzio, Frascati e Grottaferrata.

Fautore e primo firmatario del DDL il senatore PD Bruno Astorre insieme a 11 senatori cofirmatari del partito Democratico:  Ignazio Angioni, Monica Cirinnà, Francesco Giacobbe, Nadia Ginetti, Carlo Lucherini, Giuseppina Maturani, Mario Morgoni, Claudio Moscardelli, Giorgio Pagliari, Gian Carlo Sangalli, Maria Spilabotte. L'approvazione del DDL consentirà di colmare quel ritardo nella tutela e nella valorizzazione di un sito, che fa parte in maniera significativa del patrimonio culturale nazionale e permetterà di sostenere gli sforzi fino ad oggi compiuti dagli enti locali, particolarmente dalla Comunità Montana dei Castelli romani e Prenestini, in una visione sussidiaria delle competenze dei vari livelli di governo. L’intenzione è quindi quella di dare un senso compiuto alle disposizioni del codice dei beni culturali attraverso un'operazione di rete, che metterà in collegamento tutti i soggetti pubblici interessati e coinvolgerà i privati proprietari delle ville rinascimentali, per tutelare e valorizzare questo immenso patrimonio, che la storia ha voluto concentrare in un sito, nel quale si sono spesso intrecciati i destini dell'umanità.


Gli Enti interessati E’ previsto che la Regione Lazio, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge, promuoverà una conferenza dei servizi con i soggetti interessati Comunità  Montana dei Castelli Romani e Prenestini, comuni territorialmente competenti, Parco regionale dei Castelli Romani, soggetti ed enti proprietari delle ville rinascimentali ricomprese nell'area, Soprintendenza del Lazio  per la definizione di un accordo di programma nel quale verranno definite le linee progettuali del Parco Archeologico Culturale del Tuscolo in conformità  con le linee guida approvate con decreto del Ministro per i Beni e le Attività  Culturali e saranno individuate le competenze di ciascun soggetto in relazione alla proprietà  ed alle competenze stabilite dalle normative vigenti.

L'accordo di programma definirà quindi in particolare:
a) le linee del progetto scientifico relativamente agli aspetti archeologici propriamente detti, agli aspetti naturalistico-ambientali ed agli aspetti urbanistico-monumentali;
b) le linee del progetto di tutela e valorizzazione;
c) il modello di piano di gestione;
d) i compiti di ciascun soggetto sottoscrittore dell'accordo;
e) l'assegnazione delle risorse disponibili per ciascuno dei soggetti sottoscrittori in relazione all'ambito di lavoro assegnato;
f) il coordinamento complessivo dell'attività  ai fini dell'accreditamento del Parco Archeologico Culturale del Tuscolo.

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact