Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Amministrative 2017
Le motivazioni della scelta nella nota del comitato direttivo del Pd di Nemi
immagine

 

NEMI (RM) - In una nota il Pd di Nemi esprime il suo sostegno al candidato Carlo Cortuso. "Il comitato direttivo del Pd di Nemi - si legge all'unanimità ha votato il sostegno al candidato Carlo Cortuso e al gruppo di Ricomincio da Nemi per le prossime elezioni amministrative. Riteniamo che visto il vuoto di programmi seri a concreti, vista la totale mancanza di programmazione e visione ad ampio spettro del sindaco uscente e della sua giunta, vista la voglia di cambiamento che manifestano tanti e tanti cittadini, Carlo Cortuso e il suo gruppo di lavoro, il loro originale, pragmatico e serio programma, rappresentano l'unica possibilità di rinascita per Nemi. Siamo certi che Carlo Cortuso sia per il centro sinistra di Nemi, una figura di grande spessore e serietà in grado di garantire le diverse anime che compongono il vario panorama dell'elettorato di centro sinistra di Nemi, una persona di indiscussa integrità morale e di alta professionalità . Con grande soddisfazione per come si sono svolte le trattative anche con altre forze progressiste presenti a Nemi - conclude la nota del comitato direttivo del Pd di Nemi -  siamo pronti per una campagna elettorale con l'obiettivo deciso di arrivare ad amministrare il paese.

 

Ambiente & Territorio
Dure le parole nei confronti del primo cittadino da parte di Carlo Cortuso, Candidato sindaco alle prossime comunali di Nemi con la lista Ricomincio da Nemi 2017
immagine

 

di Ivan Galea


NEMI (RM) - Il sindaco di Nemi ha ordinato l'attivazione del sistema di videosorveglianza al fine di contrastare il fenomeno di abbandono e conferimento irregolare di rifiuti ed episodi di degrado urbano che da tempo ormai dilagano sul territorio di Nemi dove a tutt'oggi non è ancora partita la raccolta differenziata.
Un'ordinanza che arriva dopo quasi un anno che questo giornale evidenzia le enormi criticità relative il fenomeno di degrado ambientale, dovuto soprattutto alla presenza di rifiuti in aree che per legge  risultano invece sotto la massima tutela, come l'area abusiva in via della Radiosa, distante solo 60 metri da un pozzo d'acqua che serve la popolazione e dove la società incaricata della raccolta rifiuti a Nemi ha effettuato fino a qualche giorno fa, con tutta tranquillità e con buona pace di tutti, le operazioni di carico e scarico rifiuti.

 

Operazioni che questo giornale ha puntualmente documentato con foto e filmati informandone tutte le Autorità preposte. E la domanda sorge spontanea: ma le foto trappole, oltre che ad immortalare qualche incivile,  serviranno anche a fotografare quella che fino a qualche giorno fa era di tutta evidenza una gestione dei rifiuti non regolare?  


Dure le parole nei confronti del primo cittadino da parte di Carlo Cortuso, Candidato sindaco alle prossime comunali di Nemi con la lista Ricomincio da Nemi 2017.  "Era il 2012 - racconta Cortuso attraverso un post su Fb - quando Bertucci, nel suo programma elettorale, dichiarava di aver individuato un' area in prossimità di Via Nemorense adiacente al cimitero per la realizzazione dell’isola ecologica: certo di poterla realizzare, si procede all'acquisto del terreno per un costo di 26.600 euro , con delibera n. 12 del 18/06/2014. Successivamente - prosegue il candidato sindaco di Nemi - si da incarico ad un geologo ed un agronomo - per un costo complessivo di oltre 5.000 euro - per la stesura di relazioni da presentare in conferenza dei servizi. Conferenza che boccia l’aria prescelta da Bertucci per la realizzazione dell’isola ecologica: si arriva al 2016 quando, il 13 luglio, con delibera n. 28 si approva una variante urbanistica del terreno sito in località dei Corsi, distinto in catasto al foglio 4 particelle 1312 e 1313, per la realizzazione della famosa isola ecologica, ad appena 50 metri da uno dei pozzi di acqua più importanti di Nemi. Morale: con una gestione scriteriata, - conclude Carlo Cortuso - sono stati sperperati oltre 31.000 euro per non conseguire alcun risultato, la raccolta differenziata non è ancora partita ed il problema dell'abbandono dei rifiuti è ormai diventato insostenibile."


La data delle elezioni si avvicina e sicuramente la questione non risolta - nonostante le promesse elettorali del 2012 da parte della squadra di Alberto Bertucci  e dopo un quinquennio di governo - dall'attuale amministrazione riguardo la raccolta differenziata e l'isola ecologica rappresenta oggi un temibile 'tallone d'Achille' sul quale affonderanno il dito gli aspiranti sindaco nel caso di una ricandidatura dell'attuale primo cittadino. E l'ordinanza tardiva appare a molti più come un volerci mettere la famosa pezza oltreché rappresentare un paliativo ad un fenomeno dilagante  che potrà risolversi solo dando un buon esempio attraverso una gestione sana della raccolta rifiuti.
 

Inizio
<< 10 precedenti
10 successivi >>
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX OSSERVATORELAZIALETV SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact