Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Politica e Amministrazione
Bracciano, Claudio Gentili: "Città immobile e senza progettualità"
27/02/2017 19:06:00
Non si comprende perché, a distanza di pochi settimane, la giunta comunale abbia cambiato il proprio indirizzo

 

BRACCIANO - Chiarezza e trasparenza. Questo è quello che si attendono i cittadini di Bracciano riguardo le delibere di giunta n. 2/2017 del 5/1/2017 e n. 35 del 24/2/2017. Lo dichiara Claudio Gentili, consigliere di opposizione di “Per un’altra Bracciano”.

Ricordiamo che, con la delibera n. 2/2017, la giunta, ha richiamato in premessa alcune circostanze. In particolare ha esposto che: “sono pervenute – si legge nell’atto - con frequenza all’Ente comunicazioni e diffide da parte di un cittadino ovvero da parte di legali che lo rappresentano, indirizzate al Segretario Generale, che riportano contestazioni, reclami, richiami a specifiche responsabilità, istanze, formali messe in mora, descrizioni di fatti ed iter amministrativi, riferimenti specifici a procedimenti penali, che hanno generato e continuano a produrre gravi difficoltà al destinatario delle missive nello svolgimento dell’attività amministrativa corrente”.

Nell’atto, la giunta, ha inoltre specificato che “le succitate lettere sono formulate costantemente con toni perentori ed intimidatori e riportano richiami ad asserite violazioni rilevanti sotto il profilo amministrativo, disciplinare, penale e civile, delle quali il mittente dichiara di avere dato formale comunicazione alle competenti autorità giudiziarie”.

In base a queste motivazioni, è stato deliberato un indirizzo per l’individuazione di un legale, ritenendo che “i riscontri, che il Segretario Generale ha l’obbligo di formulare alle suddette note, vengano supportati da un avvocato che possa, in modo altrettanto incisivo, tutelare l’Ente e per esso il Segretario Generale, che agisce ed opera in via esclusiva, per conto e nell’interesse del Comune di Bracciano e del corretto svolgimento delle funzioni istituzionali”.

Considerato, in prima istanza, che di fronte ad ipotesi intimidatorie, come riportato nella delibera – commenta Gentili - sarebbe stato opportuno interessare l’Autorità Giudiziaria, è stato da me fatto un accesso agli atti dai quali è emerso, tra l’altro, che il “cittadino”, che non si sa in base a quali motivazioni non sia mai stato indicato, è il signor Arturo Cimaglia.

Con atteggiamento a dir poco schizofrenico – sottolinea ancora il consigliere - la giunta comunale con delibera n. 35/2017 del 24/2/2017 ha revocato, mantenendo l’anonimato del “cittadino”, la delibera n. 2/2017, ritenendo pretestuose e senza fondamento le motivazioni che aveva in precedenza riportato.

Non si comprende perché, a distanza di pochi settimane, la giunta comunale abbia cambiato il proprio indirizzo. E opportuno evidenziare inoltre che per l’adozione della delibera di revoca è stata richiesta la partecipazione di un segretario comunale “a scavalco”, procedura adottata solo in casi di straordinaria amministrazione.

Viene da chiedersi se le intimidazioni non siano cessate!

Il tempo a Bracciano sembra sia passato inutilmente. L’unica novità è un fallimento, quello della Bracciano Ambiente. A distanza di nove mesi dall’insediamento si parla solo ed esclusivamente di vecchie storie che nessuna rilevanza hanno per la comunità: non si è data una progettualità alla città, ci si occupa solo di vicende passate, non si tiene in considerazione quanto i cittadini di Bracciano, nemmeno i più piccoli, hanno a cuore. Bracciano, solo per restare a questi giorni, è stato uno dei pochi paesi nei quali il Carnevale, una tradizione secolare, non è stato in alcun modo festeggiato.

Per avere questa qualità di amministrazione – conclude Gentili - i cittadini di Bracciano hanno già speso, solo per il periodo giugno-dicembre 2016, una somma di 54.390,59 euro in indennità di funzione per sindaco, vicesindaco, assessori e presidente del Consiglio comunale.

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact