Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Caos trasporti
Roma, FM3: treni bloccati per ore, pendolari furiosi
23/02/2017 10:00:00
Due convogli fermi a Crocicchie e a Civita Castellana, decine di corse cancellate

 

di Silvio Rossi

Un servizio che definire pubblico è un’offesa ai cittadini che ne usufruiscono. Classificata più volte come una delle peggiori linee di Trenitalia, la Roma-Cesano-Viterbo, ieri sera, ha fatto vivere ai pendolari che ne usufruiscono giornalmente l’ennesimo girone dantesco.
Treni cancellati, ritardi nel tratto urbano di due ore, a fronte di un percorso stimato di cinquanta minuti, la mancanza totale di informazioni alle stazioni circa eventuali soluzioni alternative, che non vengono messe a disposizione dell’utenza, perlomeno nel tratto urbano, hanno determinato il caos nel settore nordoccidentale della capitale, e la rabbia dei pendolari, costretti a lunghi e tortuosi percorsi per raggiungere le destinazioni desiderate.
Da quanto si legge nei gruppi dei pendolari, sembra che alcuni treni siano stati bloccati per oltre un’ora, lontani dalle stazioni, con i passeggeri all’oscuro di quanto stesse succedendo, ostaggi di macchine infernali che si sono trasformate da mezzi di servizio a strumenti di tortura. Un treno è stato bloccato nei pressi del passaggio a livello su Via di Santo Stefano, tra le stazioni Anguillara e Vigna di Valle, un altro dalle parti di Capranica. Disservizi che sono andati a influire sull’intera tratta, compreso il tratto urbano, determinando il blocco anche dei convogli che terminano la loro corsa a Cesano.
Una situazione paradossale. Una tratta che, perlomeno nel tratto Roma-Cesano, è stata completamente rinnovata nel 2000, in occasione del Giubileo, e che oggi, neanche un ventennio dopo, vede quotidianamente alcune corse soppresse, quasi tutte le settimane una giornata campale, e in alcune occasioni la paralisi più totale. Un servizio del tutto inadeguato a una capitale di una nazione occidentale, nonostante a ogni occasioni si leggono proclami da parte di Trenitalia o della Regione che sono stati acquistati nuovi treni.
Il forte disservizio della serata, già grave per conto suo, segue una settimana realmente difficile per i trasporti romani. Dopo una settimana di scioperi dei taxi, con le esagerazioni che sono sulle pagine di cronaca, lo sciopero dei servizi della mattina, i treni bloccati sono stati la goccia che ha fatto traboccare il vaso della pazienza di quanti, stoicamente, provano a raggiungere i luoghi di lavoro quotidianamente con i mezzi pubblici.

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact