Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
L'intervista
Castel Gandolfo: dalla Cultura fino alle Olimpiadi passando per Papa Francesco. Intervista al Sindaco Milvia Monachesi
28/09/2016 16:16:00
Sulle Olimpiadi: "potevano essere lo strumento per risolvere il problema del trasporto pubblico, dotarci di servizi alla persona per elevare la qualità di vita anche dopo i Giochi"

di Chiara Rai

Tante iniziative e novità. Dagli eventi, alle Olimpiadi, all'abbraccio con Papa Francesco e i rapporti politici. Ecco in sintesi cosa è emerso dall'intervista al Sindaco Milvia Monachesi rilasciata in esclusiva a L'Osservatore d'Italia. 

 

Sindaco, Castel Gandolfo è spesso protagonista di eventi e si può dire che la Cultura è uno degli obiettivi centrati dalla sua amministrazione. In quali attività è impegnata in questo momento?
La sua domanda mi fa particolarmente piacere, perché la Cultura è stata il perno su cui abbiamo impostato la nostra attività amministrativa. Naturalmente per cultura non intendo il semplice svolgimento di tanti spettacoli, che pure ci sono stati e ci saranno, ma la capacità di stimolare nei modi e nelle forme più ampie possibili conoscenza, crescita, consapevolezza e partecipazione. Soltanto nella settimana scorsa abbiamo presentato la vita, la storia e le tradizioni di Castel Gandolfo che rappresentarà il Lazio nella sfida tra i borghi più belli d’Italia per il programma di Rai 3 il Kilimangiaro; abbiamo creato un evento in collaborazione con il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani e con la Biblioteca di Frascati per ringraziare e far conoscere le opere di due nostri concittadini, Slawka G. Scarso e Massimiliano Felli che sono risultati rispettivamente vincitrice e finalista nel concorso di narrativa e poesia “Castelli di Scrittori”; abbiamo presentato in collaborazione con il Parco dei Castelli Romani e con l’Associazione Blue Hunter uno straordinario documentario sulla storia del nostro territorio “4000 anni in due laghi” e riflettuto sul significato più profondo della parola Misericordia nel convegno organizzato dall’Associazione Nuova Castelli Romani e patrocinato dal nostro Comune. Abbiamo anche bandito un concorso per il balcone fiorito più bello finalizzato a rendere più accogliente il Borgo. Questa settimana invece abbiamo accolto 20 blogger provenienti da tutto il mondo che hanno percorso la Via Francigena per raccontare le bellezze e le particolarità territorio che hanno attraversato e che ci hanno riferito di essere rimasti incantati dalla ricchezza ambientale e storica dei Castelli Romani. E ancora, Il 1 ottobre sarò  a Pisa come Presidente dell’Associazione delle Città per la fraternità, Città che hanno scelto di svolgere il loro ruolo ispirandosi appunto al principio di fraternità. Gli altri eventi in programma sono la festa dei nonni e la giornata contro la violenza sulle donne, ma qualsiasi opportunità sarà colta per continuare a promuovere senso di appartenenza e coesione sociale. Chiaramente tutte queste attività sono segmenti di un unico progetto di crescita culturale e sociale per lo sviluppo civico, turistico e economico della nostra Città.
 



L'abbraccio con Papa Francesco e il futuro di Castel Gandolfo. Un suo commento

L’abbraccio è avvenuto in occasione della prima visita di Papa Francesco a Castel Gandolfo. Eravamo in molti emozionatissimi ad aspettarlo ed io ho avuto l’onore di portargli il saluto e l’affetto della nostra comunità. Al termine del breve intervento Francesco si è alzato dalla sua poltrona e mi è venuto incontro con le braccia allargate ed il suo sorriso immenso; l’abbraccio è stato un gesto naturale e spontaneo che ancora oggi mi emoziona e mi da forza. Come sappiamo poi il Papa è tornato pochissime volte a Castel Gandolfo. Una volta l’ho incontrato a San Pietro e mi ha chiesto se eravamo arrabbiati con lui per questo motivo: gli ho risposto che Castel Gandolfo lo ama e lo segue con affetto nella grande missione di evangelizzazione che sta svolgendo e che, pur sperando vivamente in una sua nuova visita, gli siamo molto grati per aver aperto alle visite i giardini e le Ville Pontificie regalandoci un ritorno turistico importante.

 

 

In questi giorni si parla di Olimpiadi sì e Olimpiadi no, Castel Gandolfo le accolse nel '60. Pensa che sia un'opportunità mancata?
In linea generale ritengo che prima di dire no come ha fatto il Sindaco di Roma (scusate, ma il termine Sindaca non mi piace proprio!) sarebbe stato necessario ed opportuno un confronto anche con agli altri comuni della Citta Metropolitana (Città che prima di essere un Ente ed una legge è una comunità di persone) per entrare nel dettaglio e verificare insieme tutti i pro ed i contro. Ma queste stesse cose le ho già scritte, come molti altri sindaci del territorio, al Sindaco di Roma e della Citta Metropolitana Virginia Raggi. A livello personale ritengo che le Olimpiadi, pur con tutti i rischi e le difficoltà che avrebbero comportato (aspetti che ogni sindaco affronta quotidianamente) avrebbero potuto rappresentare una leva per ripartire tutti insieme. In particolare potevano essere lo strumento per risolvere il problema del trasporto pubblico e dotarci di servizi alla persona in grado di elevare la qualità della vita anche dopo le Olimpiadi. Si, decisamente un’opportunità mancata!
 

 

Il lago di Castello è un gioiello che ha bisogno sempre più di cure. Ci sono novità al riguardo?
Il lago è una risorsa straordinaria non solo per Castello ma per tutto il territorio dei Castelli Romani ed anche per Roma. Molto è stato fatto fino ad oggi: nel 2013 abbiamo approvato il Piano di Utilizzo degli Arenili in base al quale finalmente la Regione ha rilasciato regolari concessioni per le spiagge. Grazie anche al Regolamento per la gestione delle attività oggi abbiamo un lungolago armonioso ed accogliente in grado di offrire ai visitatori delle giornate indimenticabili. Va detto che quest’anno la stagione ha visto picchi record di presenze dovute anche alla qualità spettacolare dell’acqua. Per quanto riguarda il verde invece, nonostante gli sforzi profusi dall’Amministrazione, dal Parco dei Castelli Romani, da associazioni e cittadini, molto ancora è in attesa di regolamentazione e sistemazione regionale. Non ho però alcuna intenzione di arrendermi ed anche la prossima settimana sarò in Regione per sollecitare la soluzione dei problemi ancora in essere, con particolare riguardo a quello del degrado delle tribune olimpiche.

 

Si sono dissipate le tensioni con qualche ex amministratore? Com'è il clima a Palazzo?
Il clima è di grande impegno da parte degli Amministratori, ancor di più ora che l’avvicinarsi della scadenza elettorale porta con se l’esigenza di affrettarsi per completare le tante cose in essere (opere pubbliche e servizi). Il resto non ci interessa.

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX IL GIORNALE DI OGGI SEPARATORE 5PX L’Osservatore d’Italia - Ultima edizione SEPARATORE 5PX DA LEGGERE SEPARATORE 5PX SILVIO ROSSI SEPARATORE 5PX PAOLINO CANZONERI EDITORIALE SEPARATORE 5PX L'INCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE SEPARATORE 5PX EVENT PROJECT SEPARATORE 5PX MABJ SEPARATORE 5PX CONNEXUS
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact