Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Il caso
Bracciano, Museo: pronti i licenziamenti per i lavoratori
27/09/2016 20:20:00
"Non è mai accaduto con nessun Ente Pubblico quello che è accaduto e sta accadendo con l'amministrazione comunale di Bracciano"

Red. Cronaca


BRACCIANO (RM) - La cooperativa "Le Macchine Celibi" di Bracciano si prepara a licenziare gli operatori museali impiegati presso il Museo di Bracciano. La decisione, che arriva come una vera e propria doccia fredda per i lavoratori museali fino ad oggi impiegati, dopo che dall'amministrazione comunale hanno prorogato il contratto con le "Le Macchine Celibi" per i servizi di apertura e visite guidate al museo civico di Bracciano solo fino al 30 settembre 2016.


"A quanto ci è dato sapere, - si legge nella lettera inviata dal legale rappresentante della cooperativa all'attenzione del sindaco di Bracciano - non avendo mai avuto la possibilità di un confronto né con il sindaco né con l'assessore alla cultura, il museo sarà 'affidato' a qualche associazione di volontariato, senza che ad oggi sia dato sapere come sarà rispettata la normativa in materia di esternalizzazione di pubblici servizi; o se saranno tenuti in conto i requisiti che un soggetto deve possedere per svolgere servizi in un museo".

Dalla cooperativa, che gestisce Musei e Biblioteche in 9 regioni Italiane, per circa 70 Enti Pubblici, con 170 dipendenti qualificati assunti in regola evidenziano il fatto che non è mai accaduto con nessun Ente Pubblico quello che è accaduto e sta accadendo con l'amministrazione comunale di Bracciano. Infatti, secondo quanto riportato nella lettera, è stata chiesta, a dicembre 2015, dal comune di Bracciano la disponibilità al rinnovo triennale dei servizi presso il Museo in scadenza il 29 febbraio 2016.

 

"Ci è stata inviata la bozza del contratto, mancava solamente la firma. - si legge nella lettera inviata al sindaco - A questo punto invece dell'appuntamento per la stipula ci arriva il 30 agosto una email della direttrice del museo dott.ssa Sodano che ci comunica che dal 1 settembre il museo sarà chiuso". A questo punto dalla coop. parte immediatamente una lettera via pec al Sindaco e al Segretario Comunale in cui viene ricordato che si è già avviato il periodo del rinnovo, sulla base della volontà manifestata da entrambe le parti e che "non si possono lasciare a casa degli operatori qualificati da un giorno all'altro in questo modo, facendo presente che la tutela del patrimonio storico artistico è un Bene tutelato costituzionalmente e che la chiusura del Museo avrebbe configurato anche l'ipotesi di una interruzione di pubblico servizio". Secondo quanto descritto dalla coop il Comune di Bracciano non ha mai risposto a questa lettera ma ha diramato dei comunicati stampa dove si asseriva che non era vero che il Museo avrebbe chiuso. E lo scorso 15 settembre ha prorogato il contratto con la cooperativa "Le Macchine Celibi" fino all'ormai imminente 30 settembre.
 

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX RITORNO 9 GENNAIO 17 SEPARATORE 5PX L'INCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE SEPARATORE 5PX EVENT PROJECT SEPARATORE 5PX MABJ SEPARATORE 5PX CONNEXUS
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact