Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Sport
immagine

Redazione

Roma – La Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) ha deciso: la Final Four di Coppa Italia, trofeo che l’anno vide il trionfo degli Hammers Umbria in quel di Artena, si giocherà a L’Aquila il prossimo 11 febbraio 2017. Sarà, come da tradizione, il primo dei due eventi federali che caratterizzano la stagione della Lirfl e la scelta del capoluogo abruzzese non potrà che essere un ulteriore grande stimolo per i vice-campioni d’Italia in carica dell’Aquila Neroverde. Coach Alessandro Marozzi non fa nulla per nascondere la propria soddisfazione. «Abbiamo fortemente voluto ospitare la fase finale della Coppa Italia e la Lirfl ci ha premiato. Ovviamente lavoreremo affinchè l’evento riesca al meglio, ma vorremmo essere in finale da protagonisti sul campo e non solo dal punto di vista organizzativo». Il rugby a 13 ha sicuramente da tempo conquistato la regione dell’Italia centrale e in particolare il suo capoluogo. «Sono due anni che L’Aquila porta un club nella finale scudetto, anche se sotto una diversa denominazione. Nelle due gare casalinghe dello scorso campionato abbiamo toccato con mano che l’interesse verso il rugby league è alto nel nostro territorio e non è un caso che faremo un tentativo pure per organizzare le finali scudetto del 2017, poi vedremo quali saranno le decisioni della Lega Italiana Rugby Football League». L’Aquila Neroverde si ritroverà all’inizio del prossimo anno per preparare l’avventura in Coppa Italia. «Al momento non abbiamo fissato un appuntamento, lo faremo dopo Natale – spiega Marozzi – Sicuramente ci teniamo a ben figurare, a maggior ragione ora che abbiamo ottenuto l’organizzazione della Final Four». Per Marozzi, inoltre, è arrivata un’altra grande gratificazione nei giorni scorsi: la Lirfl lo ha nominato vice allenatore della neonata Nazionale femminile di rugby a 13 e affiancherà l’head coach Marco Tarducci. «Sono orgoglioso per questo incarico, tra l’altro la mia carriera da allenatore è iniziata proprio nel femminile e questa mi sembra una grande opportunità. Credo che Tarducci sia la persona giusta per iniziare questo tipo di discorso: è un personaggio molto focoso, una grande persona e un grosso lavoratore».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Una gustosa novità, un’altra idea partorita dal Tc New Country Club Frascati. Si chiama “For practice” e consiste in un ciclo di appuntamenti dedicati ai frequentatori (di tutte le età) della Scuola tennis con uno scopo ben preciso come spiega il direttore sportivo del circolo (nonché maestro) Marcello Molinari. «Domenica scorsa abbiamo tenuto il terzo appuntamento di questo tipo che noi consideriamo alla stregua di “raduni”. Cerchiamo di riunire gruppi di atleti divisi per fasce di età e anche per livello per portarli al circolo alla domenica e far fare loro pratica specificatamente sulle partite. L’ultimo raduno si è tenuto domenica scorsa alla presenza mia e del responsabile del settore tennis, il maestro Marco Marte, e ha riguardato un gruppetto di circa venti bambini in età Under 10 e Under 8. Hanno giocato per circa tre ore di domenica pomeriggio e hanno ricevuto consigli diretti proprio durante l’effettuazione delle partite di allenamento, che ovviamente non hanno previsto vincitori. Durante queste occasioni si possono correggere situazioni di gioco che magari non sono così lampanti nel corso delle normali sedute di allenamento. Riteniamo che questo sia un esperimento utile proprio in un’ottica di ulteriore crescita e affinamento delle qualità dei singoli atleti». I raduni “For practice” sono dedicati solo ed esclusivamente agli iscritti della Scuola tennis del Tc New Country Club Frascati che possono chiedere qualsiasi tipo di informazione a riguardo presso la segreteria del circolo. Un’idea che, nelle idee dello staff del club tuscolano, si dovrebbe ripetere con cadenza bisettimanale e in ogni appuntamento coinvolgere una fascia di età differente: già domenica prossima, però, il Tc New Country Club Frascati ha già in programma un altro raduno che stavolta verrà dedicato a tutti gli adulti di categoria Nc.
A breve nel programma di appuntamenti verranno coinvolti anche gli agonisti che nel frattempo stanno preparando il tradizionale “debutto” della stagione: alcuni atleti del Tc New Country Club Frascati, infatti, parteciperanno come di consueto al “Lemon Bowl”, il torneo internazionale giovanile organizzato da un circolo romano che già da sabato inizierà con le pre-qualificazioni.
 

Scherma
Il fiorettista del Frascati Scherma aveva dimostrato di essere in una buona condizione collezionando quattro vittorie e una sola sconfitta.
immagine

 

Red. Sport


FRASCATI (RM) – Evidentemente l’aria di casa, nelle prove di Coppa del Mondo, lo ispira parecchio. Valerio Aspromonte è stato protagonista nello scorso fine settimana a Torino, così come avvenne qualche anno fa a Venezia e due stagioni orsono sempre nel capoluogo piemontese. Già nella fase a gironi di un appuntamento estremamente di livello, il fiorettista del Frascati Scherma aveva dimostrato di essere in una buona condizione collezionando quattro vittorie e una sola sconfitta. Poi nelle eliminatorie Aspromonte ha messo in fila prima il polacco Janda (15-10), poi il coreano Hong (15-9), successivamente il pericoloso tedesco Joppich (15-11) e negli ottavi di finale il francese Le Pechoux (battuto dopo un combattuto assalto per 15-13).

 

Ai quarti di finale un altro transalpino, Lefort, gli ha sbarrato la strada imponendosi per 15-7 e consegnandogli un ottavo posto conclusivo di tutto rispetto. «Un risultato totalmente inaspettato – commenta l’ex campione olimpico a squadre di Londra 2012 – Era proprio dalla gara di Torino di due anni fa che non centravo una finale (vale a dire un posto tra i primi otto, ndr) in una prova di Coppa del Mondo. Tra l’altro non sono nemmeno in una grande condizione fisica, ma evidentemente la voglia ha fatto la differenza». Nessun rammarico, dunque, sul quarto di finale contro Lefort. «In questo momento lui è sicuramente più forte di me e soprattutto ha più benzina – rimarca Aspromonte – Eravamo sul 5-5 nelle fasi iniziali, ma io venivo da una doppia battaglia contro Joppich e Le Pechoux e in quel momento mi si è totalmente spenta la luce. Ma ripeto, sono molto contento di questo risultato». Lo stesso Lefort è stato il “giustiziere” anche di Daniele Garozzo negli ottavi di finale: per il campione olimpico individuale di Rio 2016 è arrivato un nono posto conclusivo. Di minor spessore i piazzamenti degli altri atleti del Frascati Scherma presenti a Torino: Baldini ha chiuso 26esimo, Simoncelli 30esimo, Rosatelli 35esimo, Bianchi 42esimo e Trani 73esimo. Tornando ad Aspromonte, il fiorettista chiarisce di «non avere obiettivi in questa stagione, cercherò di fare il massimo gara dopo gara senza alcuna pressione di risultato. I miei programmi ora? Per il sesto anno consecutivo passerò una settimana a Natale a Houston per un “camp” coi bambini che vogliono avvicinarsi alla scherma, una iniziativa a cui ormai tengo tantissimo e che è diventata una tradizione molto piacevole per il sottoscritto».

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il periodo natalizio si avvicina a grandi passi e per tutti i gruppi sportivi è un momento buono per un primo bilancio stagionale. Il settore della ginnastica artistica dell’Asd Judo Energon Esco Frascati, che finora non ha esordito in gare ufficiali, è pronto per mettere in mostra i propri progressi: a breve, infatti, si terranno delle lezioni “a porte aperte” che potranno far capire a parenti e amici che tipo di passi avanti hanno fatto tutte le tesserate tuscolane. E’ la responsabile del settore Francesca Ciappetta, che assieme alle altre insegnanti Giorgia Coni e Cristina Caputo sta portando avanti l’attività della ginnastica artistica del club frascatano, a spiegare nel dettaglio l’iniziativa. «Il primo appuntamento è fissato per venerdì 16 dicembre quando i gruppi denominati Allieve 2 e Allieve 3 terranno questo “allenamento a porte aperte”: le prime saranno in sala dalle 17 alle 18,30, le seconde dalle 18,30 alle 20. Lunedì 19 dicembre, poi, sarà la volta delle Ragazze che si esibiranno dalle 15 alle 17, mentre a seguire dalle 17 alle 18,30 toccherà alle Allieve 1. Da sottolineare che il gruppo delle agoniste darà un piccolo saggio dei nuovi esercizi su cui sta lavorando in ognuno degli allenamenti a porte aperte delle altre categorie e per loro sarà un test per capire che tipo di reazioni potranno avere davanti ad un “pubblico”, come quando capiterà per le gare. Tutti gli appuntamenti si terranno presso la palestra del Santissimo Sacramento, una delle tre sedi dell’Asd Judo Energon Esco Frascati». La Ciappetta approfitta poi per fare il punto della situazione sulle tante nuove arrivate nel gruppo della ginnastica artistica e sulle stesse agoniste. «Quest’anno abbiamo avuto un notevole aumento nei numeri e debbo dire che diverse nuove tesserate hanno delle potenzialità importanti su cui poter lavorare. Per ciò che concerne le agoniste, hanno vissuto una fase di assestamento dopo la separazione dall’ex tecnico Ana Maria Huncu e c’è stato bisogno di un notevole lavoro dal punto di vista mentale, ma recentemente abbiamo registrato sensibili progressi e una rinnovata fiducia nei loro mezzi perciò siamo fiduciose per le gare che arriveranno nel 2017. Infine vorrei ricordare che le mie collaboratrici Giorgia e Cristina hanno completato il corso per diventare giudici federali e questo è un ulteriore punto di qualità per il nostro staff tecnico».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il settore agonistico del nuoto del Tc New Country Club Frascati continua a strappare sorrisi. Nello scorso week-end, infatti, alcuni dei ragazzi del responsabile Daniele Tavelli e del suo “braccio destro” Davide Cordasco sono stati protagonisti nella prova autunnale regionale di mezzo fondo, tenutasi presso la piscina federale di Pietralata a Roma. «Siamo abbastanza soddisfatti di come hanno nuotato i ragazzi – dice Tavelli – I nove atleti presenti alla manifestazione, nel complesso, sono stati all’altezza delle nostre aspettative e hanno dimostrato un buono stato di forma». Quattro i maschi che sono scesi in vasca nell’appuntamento di Pietralata, tutti appartenenti alla categoria Ragazzi, vale a dire Andrea Panza, Valerio Tosolini, Simone Miron e Alessio Paoloni che si sono esibiti sulla distanza dei 1500 metri stile libero. Le cinque femmine (le Ragazze Francesca Romana Furfaro, Veronica Nicolai e Sofia Andrea Bellani, la Juniores Martina Cannone e la Senior Michela Catarinozzi) hanno invece nuotato gli 800 metri stile, lasciando anche loro delle buone impressioni. Questo gruppo di atleti, assieme a tanti altri ragazzi del settore agonistico del Tc New Country Club Frascati che non nuotano nel mezzo fondo, sarà protagonista anche nel prossimo appuntamento in programma il 10 e 11 dicembre (in una sede ancora da definire) quando si disputerà la prova autunnale regionale per tutte le distanze più brevi.
Il week-end appena messo alle spalle dal settore nuoto del Tc New Country Club Frascati è stato particolarmente ricco perché in calendario c’era anche un importante appuntamento per diversi ragazzi (circa trenta) del settore pre-agonistico e della Scuola nuoto che hanno partecipato alla prima giornata del trofeo Csain, tenutasi presso la piscina Emmeci Sport di Roma. «In questo caso, ovviamente, l’appuntamento è stato più “ludico” – rimarca Tavelli -, ma queste sono occasioni per far capire a questi ragazzini se c’è voglia di affrontare un futuro percorso agonistico. Anche in questo caso abbiamo avuto buoni riscontri, per loro il prossimo appuntamento sarà a fine gennaio con la seconda giornata del medesimo trofeo».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Ormai da almeno un paio di stagione è protagonista nelle competizioni nazionali e soprattutto internazionali. Flavia Favorini, promettente atleta classe 2000 in forza all’Asd Judo Energon Esco Frascati, ne ha “combinata” un’altra: dopo i successi ottenuti nei mesi passati nelle tappe di European Cup, stavolta ha centrato una splendida affermazione nella Super Coppa di Spagna della classe Juniores tenutasi nello scorso fine settimana a Gran Canaria. Una vittoria ancor più significativa se si pensa che Flavia rientra ancora nella classe Cadetti e quindi nell’occasione ha affrontato avversarie mediamente più grandi di lei. Alla competizione, oltre a diversi atleti spagnoli, hanno partecipato anche ragazzi provenienti dalla Svezia, dalla Francia e dal Portogallo e il livello della gara è stato comunque di spessore. La Favorini ha sbaragliato la concorrenza nella categoria dei 63 chili vincendo tutti i quattro incontri disputati (di cui tre per ippon) e si è messa alle spalle le atlete locali Maria Ramos Ballester e Jazmin Arjona Hammersley. Molto soddisfatto anche il maestro Nicola Moraci, ovviamente presente all’appuntamento in qualità di tecnico della Nazionale giovanile, che ha potuto applaudire anche la vittoria dell’altra azzurra Anna Fortunio (trionfatrice nella categoria dei 70 kg) e il terzo posto di Ivan Pizzimenti. Per la Favorini, invece, si tratta già della seconda vittoria in un inizio di stagione che promette molto bene: la judoka tuscolana, infatti, si era già imposta poco più di un mese fa in un prestigioso trofeo disputato a L’Aquila.
Intanto domenica prossima l’Asd Judo Energon Esco Frascati ha organizzato un bell’evento per tutti i suoi atleti più giovani: nella mattinata, infatti, si terrà un allenamento congiunto con i tesserati della società capitolina Judo Zero9 del maestro Maurizio Calderini. Per l’occasione circa centocinquanta piccoli judoka si raduneranno presso la palestra comunale di via Conti di Tuscolo a Frascati per trascorrere assieme qualche ora all’insegna di questa nobile disciplina.
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – La Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) e la solidarietà, un binomio praticamente indissolubile sin dagli albori del movimento. Basti ricordare i progetti in favore degli orfanotrofi in Kenya o quello (ancora attuale) del sostegno alla campagna “White Ribbon” in aiuto delle donne vittime di violenza. C’è una storia nella storia da raccontare nell’ambito della recente affermazione dell’Italia del rugby a 13 contro BARA, ottenuta domenica 20 novembre in quel di Campi Bisenzio (provincia di Firenze). Due convocati azzurri al loro primo appuntamento con la maglia della Nazionale, Elias Ligi e Alessio Batini, appena terminata la partita sono rientrati velocemente nella loro Umbria per organizzare la consegna di alcuni beni di prima necessità alle popolazioni di Cascia, Norcia e dintorni, colpite duramente dal recente terremoto. Un progetto di solidarietà ideato soprattutto grazie all’impegno di Ligi che tra l’altro ha visto distrutta la casa dei nonni durante il sisma: assieme ad alcuni suoi colleghi di lavoro e ai ragazzi degli Hammers e del Guardia XV (squadra di rugby union dove gioca assieme a Batini), Ligi ha organizzato la raccolta e poi in prima persona e col suo compagno di squadra Batini ha partecipato alla consegna del materiale. «Abbiamo chiamato questa iniziativa “We love Valnerina” – racconta Ligi – Al di là del materiale consegnato, abbiamo voluto portare qualche momento di svago e conforto alle persone di alcune frazioni sperdute del nostro territorio, in posti dove non era arrivata nemmeno la Protezione civile. Prima di Natale vorremmo ripetere l’esperimento raccogliendo beni per le scuole presso la mia azienda che è il punto Decathlon di Foligno». «Ho saputo dell’iniziativa messa in piedi da Elias e ho immediatamente chiesto di poter partecipare – racconta Batini – Ci conosciamo da diverso tempo e mi è sembrato doveroso mettermi a disposizione, per noi è stato come ottenere un’altra vittoria». Quella sportiva ha lasciato grandi emozioni nel cuore di entrambi i due esordienti assoluti di casa Hammers (squadra detentrice della Coppa Italia 2016). «Un momento indimenticabile – sottolinea Batini, seconda linea classe 1991 – Indossare la maglia della Nazionale è una grande responsabilità e all’inizio c’era un po’ di timore, ma poi ci siamo sciolti». «La convocazione è stata davvero speciale – aggiunge Ligi – Solo quando ho indossato la maglia azzurra ho capito che non si trattava di un sogno, ma della realtà. Il rugby a 13 è uno sport molto divertente e decisamente più fisico rispetto agli altri codici».
 

Sport
immagine

Redazione

Grottaferrata (Rm) – Il San Nilo Grottaferrata ha ormai orizzonti sempre più ampi. Affianco allo “storico” settore basket, il club del presidente Alberto Catanzani ha affiancato nel tempo il volley e la ginnastica ritmica, che tra l’altro quest’anno hanno fatto segnare numeri davvero notevoli e che contribuiscono ad aumentare la cifra dei giovani atleti presenti al palazzetto dello sport. Nello scorso fine settimana proprio dalle ragazze che fanno capo alla responsabile Simona Martinelli (coadiuvata da Michela De Rossi e Costanza Arveni) è arrivato un bellissimo risultato. «La nostra squadra di Seconda categoria ha vinto il campionato regionale nella specialità dei cinque cerchi nella manifestazione disputata a Roma – rimarca la Martinelli – Il gruppo formato da Alice Rastelli, Sofia Camilli, Flavia Scotini, Elisa Molinari e Costanza Arveni ha dominato la sua gara e ha conquistato un meritato primo posto con un esercizio davvero molto ben eseguito, tanto da vincere quasi con due punti di vantaggio sulla seconda classifica». Grazie al successo ottenuto nel campionato regionale, inoltre, le “magnifiche cinque” del San Nilo Grottaferrata hanno anche staccato il “pass” per la qualificazione ai campionati nazionali che si terranno ad Arezzo i prossimi 11 e 12 dicembre: un’occasione dove le ragazze del club criptensi potrebbero interpretare il ruolo di sorpresa. Sempre nell’ambito della rassegna andata in scena lo scorso fine settimana, il San Nilo Grottaferrata aveva anche una squadra che ha gareggiato nella specialità nastri e palle, piazzandosi al quinto posto. Di fatto il gruppo che si è esibito in quella disciplina era lo stesso per quattro quinti, con Chiara Fanfarillo al posto di Costanza Arveni. Intanto il settore della ginnastica ritmica del San Nilo si sta preparando pure per la “Festa della ginnastica”, un evento di grandissima partecipazione che si terrà il prossimo 18 dicembre proprio al palazzetto dello sport di Grottaferrata. La Martinelli, infine, sottolinea il forte impulso registratosi in questa stagione a livello di tesserati. «E’ vero che si tratta di un anno post-olimpico, ma i numeri si sono più che triplicati e questo ci ha resi davvero orgogliosi. Devo ringraziare la società San Nilo per aver creduto sin da subito in noi e per averci dato tutto il supporto necessario per poter crescere».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il debutto dell’Under 15 maschile del 3T Frascati Sporting Village è stato pirotecnico. La squadra tuscolana cara al presidente Massimiliano Pavia ha battuto con un netto 18-3 il Circolo Sant’Andrea a Colonna nel match d’esordio in campionato. Coach Andrea Casaburi (che allena anche la prima squadra femminile del 3T Frascati Sporting Village) non è totalmente soddisfatto e, com’è giusto che sia, stimola i suoi ragazzi a crescere sin da subito. «La differenza tra noi e gli avversari è stata evidente sin da subito, ma abbiamo dovuto aspettare il terzo tempo per riuscire a esprimere tutto il nostro potenziale tanto che al cambio di campo eravamo avanti “solo” 5-2. Forse c’era un po’ di emozione per l’esordio e comunque anche in questa categoria giocare fuori casa non è mai semplice, ma ai ragazzi chiedo di avere il giusto atteggiamento umile e concentrato per tutta la stagione. Così facendo ci potremo togliere delle belle soddisfazioni perché il gruppo è sicuramente interessante». Nel prossimo turno (che si giocherà tra due settimane) l’Under 15 del 3T Frascati Sporting Village ospiterà la squadra dei Castelli Romani. «Sarà già un test impegnativo perché anche loro hanno una squadra costruita per stare ai vertici della classifica». Casaburi, infatti, non si nasconde quando parla delle prospettive stagionali dell’Under 15. «Questo è un gruppo mediamente sotto età visto che ci sono appena cinque elementi del 2002, da cui ci aspettiamo un contributo importante, e diversi ragazzi classe 2003 che vengono dalla finale regionale disputata l’anno scorso nella categoria Under 13. Il salto nella nuova categoria, però, è sempre complicato, inoltre loro sono passati dai “sistemi” che utilizzava coach Rino Fabiano a quelli del sottoscritto e quindi pure quello è un cambiamento da non sottovalutare. Il fatto che la gran parte di questa squadra potrà rigiocare in categoria anche l’anno prossimo è un aspetto estremamente positivo, ma sono assolutamente convinto che dimostrando la giusta dose di umiltà e maturità questi ragazzi possano fare molto bene già in questa stagione».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il debutto in campionato è ancora lontano. Ma la prima squadra femminile del 3T Frascati Sporting Village che militerà in serie A2 sta cominciando a provare qualche movimento anche in gare ufficiose. Nello scorso fine settimana le ragazze di coach Andrea Casaburi sono state a Santa Maria Capua Vetere per un triangolare con le padrone di casa del Volturno e l’Acquachiara, vale a dire due compagini che poi il team castellano si troverà di fronte nel corso del campionato. «Dobbiamo lavorare ancora tantissimo, ma in questo momento della stagione è una cosa abbastanza normale – commenta Casaburi – La squadra è sotto “carico” e non può essere brillante, manca di fluidità di gioco e movimenti, ma questo fa parte di un programma di lavoro che a gennaio entrerà più nel vivo della parte tecnico-tattica per essere pronti al debutto in campionato. La prima partita, giocata di mattina contro l’Acquachiara, l’abbiamo sofferta perché non siamo abituati a scendere in vasca in quegli orari e abbiamo ceduto per 8-5. Nella seconda, giocata di pomeriggio contro il Volturno, la squadra ha avuto una reazione di carattere e le cose sono andate sicuramente meglio, così è arrivata una vittoria per 13-6». Casaburi parla in maniera più generale della prima parte di preparazione al campionato. «Abbiamo una squadra abbastanza giovane e rinnovata che si deve conoscere e soprattutto deve acquisire la consapevolezza delle qualità che abbiamo a disposizione. Sono comunque soddisfatto di come si stanno allenando le ragazze». Già nel prossimo week-end ci sarà un nuovo triangolare, stavolta nella piscina della Roma Vis Nova, al quale parteciperà pure l’altra squadra campana del Flegrea. «Un altro test interessante – dice Casaburi – D’ora in avanti giocheremo spesso perché ci serve acquisire il ritmo-partita e perché organizzando test amichevoli acceleriamo il nostro processo conoscitivo».
Intanto nel week-end iniziano due campionati giovanili maschili: l’Under 20 del 3T Frascati Sporting Village, allenata da Massimiliano D’Antoni, osserverà subito un turno di riposo, mentre debutterà sabato alle ore 15 a Colonna il gruppo Under 15 affidato allo stesso Casaburi. «C’è tanta aspettativa verso questi ragazzi – dice il tecnico -, ma il gruppo dev’essere molto utile nell’approccio a questo campionato».
 

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX RITORNO 9 GENNAIO 17 SEPARATORE 5PX L'INCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE SEPARATORE 5PX EVENT PROJECT SEPARATORE 5PX MABJ SEPARATORE 5PX CONNEXUS
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact