Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Cronaca
Hanno trovato quindi soddisfazione i numerosi esposti presentati ai carabinieri di Anguillara dal Comitato di Quartiere Centro Storico e da privati cittadini
immagine

 

di Ivan Galea


ANGUILLARA (RM) - Cessazione immediata di emissioni sonore prodotte da qualsiasi fonte di riproduzione per il pub Papillon di via Vittorio Emanuele III ad Anguillara. Questo quanto ordinato dal sindaco della città sabatina dopo che i tecnici dell'Arpa Lazio, al fine di valutare il disturbo prodotto dall’attività del pub di via Vittorio Emanuele III, lo scorso 26 novembre eseguivano un’indagine fonometrica a seguito della quale venivano rilevati  "…valori non conformi alla normativa vigente".  Una situazione quindi, si legge sull'ordinanza sindacale, "fonte di grave pericolo e minaccia per la salute dei cittadini".

Hanno trovato quindi soddisfazione i numerosi esposti presentati ai carabinieri di Anguillara dal Comitato di Quartiere Centro Storico e da privati cittadini residenti nelle vicinanze del Papillon, con i quali venivano dichiarati continui e rilevanti disturbi di natura acustica, provenienti dagli impianti dell’esercizio pubblico.

Il sindaco Anselmo ha quindi subordinato la eventuale ripresa dell'attività musicale del Papillon alla predisposizione di un piano di bonifica redatto da un tecnico competente in acustica ambientale, che descriva dettagliatamente gli interventi finalizzati alla riduzione del rumore in modo da rispettare i limiti di legge, comprovata da idonea relazione di tecnico abilitato.E che copia della documentazione dovrà pervenire ai competenti uffici comunali,che una volta terminati gli interventi previsti per ridurre l’impatto acustico, faranno richiesta di un nuovo intervento dell’Arpa Lazio per le competenti verifiche tecniche.
 

Politica
La casa comunale di Colle Sabazio, prima concessa, poi negata, è usata abitualmente per cene e tornei di burraco
immagine

 

di Silvio Rossi

 

ANGUILLARA (RM) - “Questa riunione non s’ha da fare”. Probabilmente è stato questo quanto ordinato da qualche novello Don Rodrigo che ha determinato la revoca dell’autorizzazione inizialmente concessa all’associazione Diritti Cittadinanza del Lago, per poter usufruire della casa comunale di via Fosso Pietroso a Colle Sabazio.


Nata da qualche mese, l’associazione aveva presentato la richiesta di poter usufruire di un locale comunale, nel quartiere periferico, per effettuare una assemblea dei soci, e per presentare le sue attività prossime alla cittadinanza. La richiesta, seguita dall’assessore alla Cultura, Viviana Normando, aveva ricevuto un riscontro positivo, con la concessione dello stabile per il giorno 13 gennaio. Dopo numerosi incontri avuti in Comune tra i dirigenti dell’associazione e l’assessore, durante i quali sono emerse alcune contraddizioni relative alla gestione del luogo, il presidente dell’associazione Claudio Blancato si è recato con l’assessore Normando per aprire la sala, e le chiavi in possesso del Comune non aprivano, sembra che qualcuno, non si sa chi, anche se c’è chi immagina di conoscere i responsabili, abbia cambiato i cilindri.

Il presidente dell’associazione, Claudio Blancato, ci ha dichiarato: “Quanto è avvenuto ha dell’incredibile. Il Comune di Anguillara prima ci concede l’uso di un locale comunale, poi ce lo revoca, a due giorni dalla riunione, creando un disagio notevole a noi e ai cittadini già invitati. L’Amministrazione comunale aveva tutto il tempo di controllare ,infatti, la prima richiesta è stata mandata a metà dicembre 2016, per fare una riunione il 22 dicembre 2016, prima di Natale, senza aver avuto risposta per problemi che non abbiamo ancora compreso. Abbiamo rimandato la riunione al 13 gennaio, ed è stata inviata all’Associazione l’autorizzazione il 4/1/2017 per l’uso del locale “Considerata l’utilità sociale della manifestazione e lo scopo non lucrativo. Oggi 11/1/2017 con un comunicato dell’assessore Normando ci viene detto che l’immobile non può esserci concesso perché la nostra associazione è costituita da meno di un anno, e non è ancora iscritta nell’albo delle associazioni pur avendo presentato regolare domanda il 28/10/2016. Questo atteggiamento schizofrenico non costituisce un buon punto di partenza per una collaborazione tra il Comune e un’associazione che tra i suoi scopi ha la cura e la tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini, cosa che dovrebbe essere molto cara a un’amministrazione pubblica, e che a parole più volte l’assessore Normando ci riconosce, ma che nei fatti non è mai riuscita a dimostrarci. Dopo quanto avvenuto siamo costretti a rinviare ulteriormente la riunione, e consideriamo quanto avvenuto un atto ostile nei nostri confronti”.

Non appare molto chiara la decisione di negare lo spazio all’associazione per la riunione. La stessa sala è stata utilizzata non solo per le riunioni del Comitato di Quartiere, che aveva la necessaria autorizzazione, concessa lo scorso anno dall’ex giunta Pizzorno, ma anche da alcune associazioni, per cene, tornei di briscola e burraco, bingo e ci dicono alcuni residenti per l’organizzazione di un veglione di capodanno per pochi intimi, con tanto di fuochi artificiali, il tutto usufruendo dei servizi (acqua, luce) pagata dai contribuenti di Anguillara. C'è chi si chiede, a questo punto, cosa c’è di culturale o sociale in un bingo, dove viene chiesto il pagamento di un euro e mezzo a cartella, essendo oltretutto un’attività soggetta a concessione dei Monopoli di Stato, che crediamo difficilmente sia stata concessa nel caso in questione.

Dal Comune di Anguillara, invece di controllare, con molto ritardo, l’iscrizione all’albo dell’associazione Diritti Cittadinanza del Lago, hanno verificato se il bingo organizzato nella casa comunale aveva l’autorizzazione dei Monopoli, oppure ci si trova nella condizione di “gioco d’azzardo”? È inoltre corretto che a fronte di attività svolte da associazioni non iscritte all’albo, che prevedono il pagamento di una quota (per le cene, per la partecipazione ai tornei, per l’acquisto delle cartelle) non venga chiesto un contributo per l’affitto del locale, e per i servizi? È normale organizzare eventi che portano guadagni alle associazioni e costi alla collettività? Dall'associazione ci si chiede perciò: a chi dava fastidio che si affrontassero determinati temi? Eppure l’amministrazione, che ha sempre affermato di voler aumentare la partecipazione cittadina alle scelte e alla vita sociale, avrebbe avuto tutto l’interesse che qualcuno contribuisse ad aumentare la consapevolezza nella gente di quanto si sta decidendo nel proprio territorio. Altrimenti gli slogan della sindaca di Roma, espressione dello stesso movimento che rappresenta la giunta di Anguillara, per cui “il mio braccio destro sono i cittadini romani” non possono essere ripetuti nella cittadina dell’hinterland.

Il caso
L'amministrazione parla di manopole manomesse, ma i ragazzi non credono a questa versione
immagine

 

di Silvio Rossi


ANGUILLARA - Non trovano pace le scuole di Anguillara per quanto riguarda la questione riscaldamenti. Dopo i guasti che hanno costretto la preside di via Verdi a mandare a casa i bambini delle prime due classi delle elementari, e dopo la manomissione di una valvola di chiusura al plesso di Scalo, sono le scuole superiori in via della Mainella ad accogliere i ragazzi con aule fredde. Gestita dalla Città Metropolitana, la scuola in questione ospita due filiali del liceo Vian e dell’Istituto Paciolo di Bracciano. Da lunedì scorso, quando l’istituto ha riaperto i cancelli, i problemi di riscaldamento non sono stati inferiori rispetto a quelli delle altre realtà sopra citate.


A causa delle classi fredde, da ieri, i ragazzi stanno protestando, manifestando avvolti in coperte per dimostrare il loro disagio. Questa mattina alcuni ragazzi, dopo che ieri un intervento coordinato tra sindaca e dirigente scolastica ha stabilito l’accensione anticipata delle caldaie, ha effettuato una misurazione delle temperatura nelle classi, riscontrando valori che variava da un minimo di 11 a un massimo di 13 gradi. Ascoltati i loro colleghi hanno deciso di non entrare in classe.
Il Comune ha imputato questo inconveniente alla chiusura delle manopole di alcuni termosifoni nei corridoi e in qualche aula. Comunicato dell’amministrazione accolto con rabbia da alcuni ragazzi, perché, a quanto affermano, “il tecnico addetto ai lavori di stamattina ci ha riferito che una caldaia era in blocco e i termosifoni non riuscivano a raggiungere la temperatura adeguata. E poi, parliamoci chiaro, per quanti siano i termosifoni che sono stati spenti (un piccolo numero), da accesi non avrebbero contribuito affatto al riscaldamento”.


Oltretutto, così come fanno presente alcuni genitori da noi ascoltati, nella maggior parte di scuole ed edifici pubblici, le manopole, specie nei termosifoni in luoghi di passaggio come i corridoi, vengono tolte, custodite da personale apposito, proprio per evitare che mani troppo lunghe intervengano continuamente nelle regolazioni. Come mai nella scuola anguillarina questo non è avvenuto?
Riproporre, dopo l’episodio delle elementari a Scalo, la teoria del sabotaggio - dice un genitore -  non depone a favore del lavoro dell’Amministrazione. Possibile che tutti siano pronti a fare qualcosa di illecito solo per far fare brutta figura a sindaco e company? A meno che il caso delle manopole chiuse non sia una riproposizione in chiave invernale del complotto dei frigoriferi abbandonati che ha tanto riempito le cronache capitoline negli scorsi mesi".

Politica
Il Sindaco di Anguillara tira un primo bilancio, sulle attività svolte dagli Assessori e dai Consiglieri che compongono la Giunta ed il Consiglio di Maggioranza
immagine

 

Red. Politica


ANGUILLARA (RM) - Il Sindaco di Anguillara tira un primo bilancio, sulle attività svolte dagli Assessori e dai Consiglieri che compongono la Giunta ed il Consiglio di Maggioranza, a partire dal momento dell’insediamento fino alla chiusura dell’anno 2016 ed elenca solo quelle che sono state portate a termine nei primi sei mesi di amministrazione. Il sindaco di Anguillara ha specificato il fatto che molte altre attività sono ancora in corso di esecuzione e che al termine delle stesse l'Amministrazione comunale avrà cura di stilare un nuovo consuntivo affinché tutti i cittadini possano essere resi partecipi del lavoro svolto dalla squadra di governo.


Nello specifico in questi primi sei mesi d’insediamento del nuovo  governo a guida M5s sono state svolte le seguenti attività:
-          Predispizione del bando denominato “Centro Storico in Fiore”;
-          Elaborazione del nuovo Statuto Comunale in coordinamento con il Consigliere Menghini;
-          Svolgimento di incontri preliminari con tutte le parti in causa per avviare iter per l’acquisizione delle “Mura di Santo Stefano” al patrimonio comunale;
-          Incontri preliminari e studio di un nuovo sistema di viabilità e verifica, per l’anno 2017, dei fondi necessari per redigere un piano regolatore del traffico e della viabilità;
-          Avvio di trattative con le parti in causa per la gestione della parte museale della “Porta del Parco” al fine di poter ospitare l’archivio storico;
-          Acquisizione di tutta la documentazione, e successivi adempimenti, al fine di risolvere definitivamente il problema del deposito giudiziario sito su terreno comunale per poter poi ampliare l’area giochi bambini;
-          Avvio, con l’Assessore Normando ed il Consigliere Fioroni, del progetto di fruizione della stazione del cinema;
-          Redazione triennale delle opere in coordinamento con gli Assessori Casali e Landolfi;
-          Predisposizione del Documento Unico di Programmazione (DUP) in coordinamento con l’Assessore Landolfi;
-          Acquisizione della documentazione  riguardante la concessione dei beni comunali e puntuale verifica della regolarità degli atti al fine di verificarne il permanere delle condizioni  autorizzative.  In particolare si è effettuata riverifica delle concessioni riguardanti il locale in Piazza del Comune ed il Centro Sportivo di Ponton

Ponton Dell’Elce;
-          Soluzione del contenzioso Sogea nato dalla richiesta della suddetta Società di risarcimento di danno per il ritardo nell’esecuzione dei condoni da parte dell’Ente. Dopo alcuni incontri per comprendere la problematica, già in essere all’atto dell’insediamento di questa Giunta, e dopo tentativi di mediazione, si è proceduto ad affidare la questione ad un legale;
-          redazione del regolamento per istituzionalizzare i Rioni in base alla loro storicità;
-          incontri periodici con i Comitati di Quartiere e stesura congiunta delle modifiche del regolamento che li riconosce;
-          elaborazione di osservazioni circa il Piano Assetto del Parco;
-          avvio del tavolo di lavoro con il Comune di Trevignano Romano e di Bracciano per l’allargamento della convenzione sul trasporto pubblico al dine di ottenere un aumento dei chilometri fruibili e da ridistribuire nelle periferie;
-          spostamento degli uffici comunali da Via di Domenico al Palazzo Baronale;
-          avvio delle pratiche per la risoluzione del problema del depuratore di Colle Sabazio.


Il Vice Sindaco Sara Galea, con delega alle politiche sociali, relazioni con il pubblico, politiche di genere, ha svolto le attività di seguito:
-          Sostegno Inclusione Attiva (SIA): ricezione pratiche; istruttoria pratiche; caricamento a sistema;
-          reperimento dei fondi per il potenziamento dei servizi domiciliari;
-          studio di fattibilità per il Centro Antiviolenza;
-          organizzazione delle attività per il bando “Contributi Canoni di Locazione Distrettuale” (misura 6.2 del Piano di Zona);
-          rilevazione ISTAT della spesa sociale 2015;
-          organizzazione del trasporto alunni disabili delle Scuole Superiori;
-          corso di teatro e cortometraggio per gli adolescenti;
-          predisposizione di un nuovo Regolamento per la concessione dei contributi economici di carattere socio assistenziale in favore di persone bisognose e/o a rischio di emarginazione;
-          organizzazione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne;
-          predisposizione di un nuovo Piano di Zona Distrettuale;
-          Bando di concorso “Informa Giovani”;
-          Riunioni settimanali con l’Ufficio di piano;
-          Riunioni politiche e politico tecniche per il Piano di zona;
-          Incontri giornalieri con utenti in difficoltà e mensili per aggiornamento utenti diversamente abili;
-          Affiancamento e partecipazione con il Consigliere Barbara Esposito per la risoluzione delle questioni relative al centro anziani;
 

Per quanto riguarda l’Assessore Fabrizio Landolfi, con delega al bilancio ed al patrimonio comunale, le attività svolte sono state:
-          razionalizzazione dei costi telefonici con l’eliminazione dell’abbonamento di 27 schede SIM;
-          SCEC: valutazione della fattibilità del progetto e supporto al Consigliere Virgili;
-          energie rinnovabili: colloqui con gli ingegneri delle società ESCO per l'efficientamento energetico delle scuole e dell'illuminazione pubblica;
-          avviato dell’iter per la riparazione impianto fotovoltaico del plesso scolastico di Via Verdi;
-          recupero evasione ICI: monitoraggio dell'attività svolta dalla società incaricata del recupero dell'evasione ICI;
-          baratto amministrativo: Esame del regolamento proposto alla luce della normativa vigente.  Allo stato attuale il regolamento non sembra applicabile nella maniera in cui il baratto è stato ideato in origine. Si continuerà a mantenere alta l'attenzione ed a monitorare gli sviluppi normativi atteso che si stanno susseguendo anche diversi pareri della Corte dei Conti,  sollecitata in merito da Comuni di tutta Italia;
-          Acea: avviati colloqui con i dirigenti di Acea per la rimodulazione del contratto di fornitura di acqua con particolare attenzione alla situazione lasciata dalla precedente amministrazione da cui sono state ereditate bollette non pagate per oltre 600.000 €. Si sta procedendo al ricalcolo delle somme realmente dovute alla luce delle tariffe del nuovo contratto;
-          Patrimonio Comunale: avviati contatti con l'ARSIAL per l'acquisizione di alcuni beni immobili (terreni, strade) al patrimonio comunale;
-          Banda Comunale: ripristino del contributo per l’anno 2016;
 

Per l’ Assessore Andrea Piccioni, con delega all’urbanistica, edilizia pubblica, scolastica, privata e al contenzioso, le attività svolte sono state:
-          regolamento riguardante i criteri e le modalità di calcolo delle sanzioni amministrative e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione in materia di abusivismo edilizio;
-          attivazione della procedura per il reintegro nei beni comunali dell’immobile sito in Piazza del Comune (BARBIERE);
-          redazione del progetto e partecipazione al bando relativo alle aree periferiche con l’Area Metropolitana;
-          elaborazione delle osservazioni sul Piano di Assetto del Parco Naturale e Regionale di Bracciano e Martignano;
-          attivazione della procedura per lo spostamento del Centro Servizi della CNS da Via Duca degli Abruzzi all’Area Artigianale;
-          attivazione della procedura per la ristrutturazione di parte dell’Ex Consorzio Agrario per la ridislocazione di parte degli uffici comunali;
-          sollecito per il rilascio  dei pareri da parte della Soprintendenza relativamente al Piano Particolareggiato del Centro Storico;
-          sollecito per il rilascio dei pareri da parte della soprintendenza e del demanio militare relativamente al progetto Anguillara – Cesano,  ;
-          pubblicazione delle tavole urbanistiche del Comune di Anguillara sul sito del Comune;
-          valutazione e risposta in merito alla rettifica della progettazione dell’Area Metropolitana in ordine al sottopasso posto sull’Anguillarese;
-          valutazione e richiesta agli Enti competenti per la trasformazione dell’Area denominata “Macchia delle Coste” in zona Pericolo A e conseguente richiesta di “tavolo tecnico” al fine di reperire, con urgenza, i fondi per la messa in sicurezza dell’area;
-          attivazione della procedura di approvazione dello schema di avviso "Manifestazione di interesse per l'affidamento dell'incarico professionale per l’attività di verifica della vulnerabilità sismica della scuola di via Verdi;
-          attivazione della procedura di accatastamento di tutte le scuole di Anguillara;
-          rendicontazione di tutte le pratiche di condono, Piani Casa ed affrancazioni;
-          Richiesta alla Asl Rm4 di parere circa la possibilità di completamento del piano integrato previsto nell’area adiacente al Cimitero;
-          valutazione e controllo delle convenzioni di tutte le cave presenti sul territorio ed in particolare delle fidejussioni rilasciate;
-          attivazione della procedura per l’edificazione di una piazzetta vicino al complesso sportivo di Ponton Dell’Elce;
-          attivazione della procedura per l’edificazione di un campo sportivo nell’area di Colle Sabazia;
-          attivazione della procedura per l’approvazione del “Piano Carburanti” sito all’incrocio tra via di Santo Stefano e l’Anguillarese;
-          attivazione della procedura per la modifica della convenzione con il C.A.P.A.S.

 

L’Assessore Viviana Normando, con delega alla Cultura, Turismo, Centro Storico, Rapporti Internazionali, Biblioteca, Piroga, Teatro, Archivi Storici ha svolto le seguenti attività:
Per Cultura e Turismo:
-          ripristino delle visite guidate ai beni culturali della città per la riappropriazione culturale del territorio;
-          progetto “Il Portale del Lago” o “Giralago” in collaborazione con la Pro Loco di Anguillara Sabazia per informazioni, promozione turistica e prenotazioni;
-          collaborazione con le Associazioni Culturali del Territorio, riunioni periodiche e contatti costanti con le Associazioni Musicali e Teatrali;
-          studio dei testi di promozione e di immagine della città per riprogettare pubblicazioni divulgative e scientifiche su Anguillara Sabazia e le relative tabelle illustrative da collocare nel centro storico;
-          riconoscimento istituzionale dei Rioni;
-          riconoscimento, sin dal 1897, della Banda Musicale della Città di Anguillara Sabazia come patrimonio “storico, culturale e musicale della città”;
-          convenzione e collaborazione con l’Università di Siena, Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne, Scienze Archeologiche;
-          elaborazione di proposte di Convenzioni, incontri periodici e contatti costanti con Enti di Ricerca e Università, Scuole per progetti congiunti, partecipazioni a bandi, progetti di alternanza “scuola-lavoro”;
-          concessione patrocinio alle attività più meritevoli della Città ed aggregazione delle iniziative in un unico progetto a cura dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo, tale da consentire a tutti i cittadini di fruire della città dalla periferia al centro storico;
-          contatti con tour operator internazionali;
-          iniziative culturali legate alla solidarietà (come la Festa di Settembre) il cui ricavato è stato destinato al Comune di Amatrice per la ricostruzione post-terremoto;
-          incontri periodici e contatti costanti con tutte le Istituzioni del Territorio preposte alla Cultura (Comuni limitrofi, Gal, Consorzio del Lago, Enea, Ente Parco Bracciano Martignano, Sovrintendenze etc);
-          adesione al Progetto “Scuola, Cinema e Territorio” promosso dall’Associazione Culturale no profit “L’Agone nuovo”, dall’Associazione Culturale “Tuttaunaltrastoria”, dal Comune di Canale Monterano, dal Comune di Manziana, dall’Associazione La Seconda Via “Progetto TeCA formazione”, dall’Università Agraria di Manziana e dall’Istituto d’istruzione “Luca Paciolo” - Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale;
-          adesione e patrocinio con Associazione Culturale “Antica Clodia” ed imminente convenzione sulla valorizzazione archeologica congiunta dei siti di Anguillara Sabazia;
-          adesione alle iniziative dell’Associazione “Forum Clodii”, con particolare riferimento al recupero del tratto dell’Antica Clodia;
-          studio per acquisizione da parte del Comune di Anguillara Sabazia delle Mura di S. Stefano, complesso unico di età imperiale, in alzato, della campagna romana, ritratto nel cinquecento da Pirro Ligorio e dal Palladio;
-          “Tavolo Mise” e monitoraggio del “Parco Archeologico dell’Acqua Claudia”;
-          studio e preparazione di progetti e bandi di rete o di filiera;
-          studio per le Celebrazioni del Millenario della Città di Anguillara Sabazia;
-          incontri periodici e contatti costanti con il Sistema Museale territoriale “Maneat” Musei di Arte natura Etnografia Archeologia del territorio (Comuni di Campagnano di Roma, Formello, Mazzano Romano, Sutri e Trevignano Romano);
-          progetto per inserimento del Palazzo Baronale Orsini nelle Dimore rinascimentali del Lazio.
Per il Centro Storico:
-          manifestazioni culturali e tradizionali che hanno coinvolto tutto il centro storico tra cui il Progetto “AccogliGiovani” , il week end di Halloween e di Ognissanti con eventi nel Giardino del Torrione a cura dell’Associazione Sabazia, la Festa dei Rioni, la Festa del Rione Castello sulle castagne e vino novello, il percorso dei “presepi diffusi”, mostre e valorizzazione di laboratori nel centro storico;
-          “Cantieri dell’arte”, progetti artistici di spessore come ad esempio il Presepio realizzato da Istituto Artistico Paciolo di Anguillara, indirizzo scenografia, in una grotta del centro storico;
-          “Presepio sul Molo” del Comitato Amici del Presepio: caratteristica opera lignea con statue in ceramica realizzato sul braccio corto del pontile e incastonato nel paesaggio lacustre;
-          “Presepe Vivente” nel Centro Storico, nei Giardini del Torrione, a cura dei Rioni, in collaborazione con Associazione Sabazia per la location, dell’Associazione Sabate per la concessione degli oggetti del Museo della Civiltà Contadina e Tradizioni Popolari, insieme al altre associazioni del Territorio, anche teatrali;
-          visite guidate delle scuole del territorio di ogni ordine e grado con l’apertura del Palazzo Orsini, del Museo della Civiltà Contadina e delle Chiese del Centro Storico;
-          progetto di musealizzazione del Centro Storico con l’Università di Siena, Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne, Scienze Archeologiche;
-          progetto “Adotta un albero” in cui le scuole di infanzia, primarie e secondarie hanno partecipato ad addobbare gli alberi della città e del centro storico;
-          riunioni periodiche con il Comitato Nazionale per il Paesaggio, Italia Nostra di Roma e Nazionale, Enti di Istruzione e di Ricerca;
-          rilevazione dei mancati adempimenti del Piano Particolareggiato del Centro Storico poi portati a compimento con la Regione Lazio, l’Asl, la Sovrintendenza e gli Enti preposti dall’Assessorato Urbanistica e studio della situazione in attesa di potere applicare il piano anche per le attività culturali e turistiche nel centro storico;
-          collaborazione con le Associazioni preposte alla valorizzazione del Centro Storico.
Per i Rapporti Internazionali:
-          contatti con Università ed Enti di Ricerca interessati al territorio e ai Beni Culturali di Anguillara, tra cui Università La Sorbona di Parigi;
-          contatti con la Fondazione Pedro Cano insieme al Comitato del Centro Storico;
-          contatti con varie Riviste Internazionali.
Per la Biblioteca Comunale “Angela Zucconi”:
-          aggiornamento della Convenzione con il Sistema Bibliotecario Ceretano Sabatino (Comuni di Anguillara Sabazia, Bracciano, Campagnano di Roma, Cerveteri, Ladispoli, Manziana, Santa Marinella, Mazzano Romano, Trevignano Romano) con passaggio della segreteria a Santa Marinella ed istituzione di Segreteria vicaria a Formello;
-          eventi del Progetto del Bando “Pace o Guerra. Il 1914 e i dilemmi del Novecento”: Concerto del Gruppo Folkloristico sul tema della Grande Guerra e Spettacolo Teatrale dell’Associazione “Acquario”. Predisposzione per l’anno Organizzazione per l’anno prossimo 2017 della seconda fase del Progetto con la mostra di documenti originali tratti dall’Archivio Storico Comunale sulla Grande Guerra a cura dell’Associazione “Arca sul lago”;
-          bando per l’affidamento diretto dei servizi bibliotecari, fino al 31 dicembre 2016, al Consorzio delle Cooperative del Lago di Bracciano, con clausola sociale da parte dell’Amministrazione Comunale per gli operatori della Biblioteca per mantenimento del posto di lavoro; manifestazione di interesse già pubblicata per il bando 2017-18, in attesa dell’espletamento della procedura di gara dello stesso Bando per l’affidamento dei servizi bibliotecari nel biennio 2017-18 con adesione alla centrale unica di committenza di Formello;
-          approvazione e finanziamento del Progetto di cui al Bando Regionale “IO LEGGO”, classificatosi al 27esimo posto, su 32 proposte finanziate, su circa 400 istanze ammissibili, come da BUR n. 97, determina n. 14448;
-          bando per lo sviluppo dei Sistemi Culturali – Sistema Bibliotecario Ceretano Sabatino, classificatosi tra i primi con un finanziamento di Euro 95.000 per le dieci Biblioteche del Sistema;
-          mostre, iniziative culturali, laboratori didattici e teatrali per bambini, film e cortometraggi, eventi legati al territorio in collaborazione con le Associazioni Locali e con manifestazioni a carattere nazionale e internazionale.
Per la Piroga:
-          acquisizione dagli Uffici Comunali e studio del materiale inerente la situazione della Piroga e constatazione di una mancata convenzione per la gestione della piroga tra Comune di Anguillara Sabazia e già Speciale alla Preistoria;
-          controllo e verifica settimanale della piroga e del suo stato di conservazione;
-          Attività “Emergenza Piroga”. Riunioni con la Direzione del Museo Pigorini ai fini di una imminente  stipula di convenzione tra la Città di Anguillara Sabazia e il Museo della Civiltà, di cui oggi fa parte lo stesso Museo, già Sovrintendenza Speciale alla Preistoria. Ciò anche al fine del reperimento dei fondi necessari per il restauro della quinta piroga del più antico villaggio di sponda dell’Europa Occidentale, sito ad Anguillara Sabazia in Località La Marmotta;
-          studio di un adeguato piano gestionale del Centro Visite del Neolitico, sito nell’ex Consorzio;
-          individuazione, tramite Museo Pigorini, della società tecnica specializzata, Hydra Ricerche affinché, con titolo di ispezione onoraria della Sovrintendenza alla Preistoria, a titolo volontario, controlli una o due volte la settimana la piroga (e il materiale neolitico esterno alla teca della piroga, ligneo o fittile), di proprietà dello Stato Italiano, ai fini della sua tutela e per segnalare eventuali emergenze.
Per il Teatro:
-          riunioni periodiche e contatti costanti con le Associazioni Teatrali della Città di Anguillara Sabazia;
-          acquisizione e studio del materiale dagli uffici Comunali sulla situazione dei Bandi in riferimento al locale polifunzionale, attuale “La Stazione del Cinema”;
-          controllo della fase post Bando, per esclusività altri 3 anni, a seguito dell’approvazione Piano di Sviluppo Locale “Segnali di qualità per una ruralità multifunzionale” del Gal Tuscia Romana dell’Ex Consorzio, oggi “La Stazione del Cinema”;
-          approvazione del Bando Regionale “Progetto Arti e Mestieri” con finanziamento al Comune di Anguillara, come da Bando Regionale e contatti periodici con istituzioni preposte per risolvere la sovrapposizione per tre anni di esclusività con bando precedente;
-          richiesta di preventivi per valorizzare “La Stazione del Cinema” come spazio “cine-teatro” al fine di ripristinare il riscaldamento, predisporre un palco amovibile, facilitare l’utilizzo della struttura alle associazioni teatrali,  dare un cinema alla città consentendo spettacoli periodici rivolti a tutti.
Per l’ Archivio Storico Comunale e Archivio corrente
-          attività per “Emergenza Archivio Storico”. Acquisizione e studio presso gli Uffici Comunali della documentazione relativa all’Archivio Storico Comunale e Constatazione dell’assenza di una adeguata convenzione tra Città Metropolitana e Città di Anguillara Sabazia per la sede di ubicazione dell’archivio stesso (solo delibera di Consiglio di istituto Vian);
-          conferenza di servizi aperta alla cittadinanza sull’Archivio Storico Comunale oggi sito presso Istituti “Vian” e “Paciolo”, insieme a tutte le Istituzioni Preposte alla tutela dell’Archivio (Sovrintendenza, Città Metropolitana, Scuola, Comune di Anguillara Sabazia) ed esposizione di alcuni testi e documenti antichi, con fruizione dell’archivio, in collaborazione con l’Associazione “Arca sul Lago” preposta alla catalogazione;
-          presentazione di una relazione tecnica insieme all’Associazione “Arca sul lago”,  alla Sovrintendenza Archivistica e Bibliografica del Lazio;
-          studio e relazioni tecniche per l’individuazione di un nuovo sito per la conservazione dell’Archivio.
Per l’Archivio corrente:
-          controllo del suo stato e verifiche per lo spostamento  e ricollocazione, con eventuale nuova catalogazione in base alle normative vigenti. Verifiche per potere assemblare, a norma di legge, i volumi di oltre 40 anni ai volumi storici in altra sede.

 

L’Assessore Marianna Casali, con delega ai lavori pubblici e appalti, ed il Consigliere Massimo Pierdomenico, con delega alle manutenzioni, cimitero, trasporti, hanno svolto, congiuntamente, le seguenti attività:
-          MURA SANTO STEFANO: studio di fattibilità e predisposizione dell’atto di intento per il rientro nella disponibilità dei beni comunali delle Mura di Santo Stefano;
-          TETTO ASILO NIDO COMUNALE: conclusione lavori (prevista per gen/feb 2017):
-          TETTO COMUNALE:  aggiudicazione dell’appalto : inizio lavori gennaio 2017;
-          RIPRISTINO PAVIMENTAZIONE STRADALE TRATTI di VIA ROMANA, VIA ANGUILLARESE  ed altri;
-          ILLUMINAZIONE: bando per l’efficientamento energetico dell’illuminazione stradale comunale da concludere entro fine febbraio 2017;
-          VIA DI RESIDENZA CLAUDIA: elaborazione preventivo ed individuazione dei fondi da accantonare per il rifacimento del manto stradale con contestuale rimozione degli alberi.  I lavori inizieranno verso febbraio/marzo 2017;
-          LAVORI ELEMENTARI SCALO: realizzazione dell’impianto fotovoltaico solare termico e recupero acque meteoriche piovane. Contratto stipulato, lavori in corso, installata recinzione, sistemazione cisterna per la raccolta delle acque. Fine lavori prevista per febbraio 2017;
-          ELEMENTARI SCALO: rimessa in efficienza dell’impianto di riscaldamento attraverso la sostituzione dei sistemi usurati  (due valvole con relativa tubazione: intervento resosi necessario a causa dell’infiltrazione di materiale fangoso);
-          SCUOLE ELEMENTARI VIA VERDI: predisposizione del rifacimento dello strato bituminoso (guaina) con inizio lavori a marzo/aprile 2017;
-          BAGNO SCUOLE MEDIE SAN FRANCESCO: consegna lavori fatta a novembre 2016; lavori bagni in fase di conclusione.
-          SOSTITUZIONE PARZIALE INFISSI ELEMENTARI SCALO (30 finestre nuove);
-          MATERNA SCALO: predisposizione dei lavori per il rifacimento del pavimento in linoleum, di due bagni e sostituzione finestre e porte antipanico;
-          ATTIVAZIONE “MAIL SEGNALAZIONI2;
-          PISCINA COMUNALE: dato incarico ad un legale (Ass. Piccioni);
-          elaborazione del regolamento per l’utilizzo degli automezzi comunali (consigliere Pierdomenico);
-          manutenzione del manto stradale (Consigliere Pierdomenico) delle seguenti vie: Via Anguillarese dalla rotonda al Consorzio Due Pini; Via di Santo Stefano; Via della Mola Vecchia dal cimitero fino al ponticello della Porta del Parco; Via della Mainella; Consorzio Residenza Claudia; Via Lenin; Via Ponte Valle trave; Via Della Cascinaccia; Via Dei Vignali; Via Re di Puglia; Via Dei Monti (da finire).

 

Il Presidente del Consiglio Silvia Silvestri, con delega all’Ambiente, acqua pubblica, ciclo dei rifiuti, Parco Bracciano-Martignano, ha svolto le seguenti attività:
-          varie riunioni dell’ufficio ambiente, 29 giugno e CNS, discussione sull’”atto interpretativo  delle attività oggetto del contratto stipulato in data 23 marzo 2011 rep.1428, chiarimenti e rimodulazione delle prestazioni”  stipulato in data 02 luglio 2015;
-          sopralluoghi vari sul territorio per il decoro urbano,  igiene urbana e acquedotti;
-          pulizia e regolamentazione  nel conferimento  rifiuti delle attività commerciali nelle grotte  del centro storico;
-          rendicontazione alla Provincia del contributo per l’acquisto dei mastelli del porta a  porta zona c (aree periferiche)  dell’umido e del secco residuo acquistati dalla passata amministrazione. Approvazione proroga del contributo da parte della città metropolitana del finanziamento per ampliamento porta a porta e tariffa puntale per il 2017;
-          reperimento documentazione per il contributo residuo di 163,280€ (determinazione n.409953 del 07/08/2015 per lavori sull’acquedotto di Ponton D’Elce);
-          acquisizione della documentazione sui  “fossi” e conseguenti sopralluoghi;
-          controllo e regolamentazione  per il conferimento rifiuti  nel mercato rionale;
-          nuovo eco-calendario;
-          controllo manutenzione ed affidamento alla Ditta  “Calligan” della dearsenificazione delle acque per Ponton dell’Elce;
-          incontro con l’Ass. Accademia “kronos “,  guardie zoofile  e ambientali con stipula convenzione attiva a partire dal prossimo anno;
-          ripristino del decoro e della pulizia degli arenili e del molo, con relativa derattizzazione;
-          riqualificazione del verde pubblico con nuovo  incarico  alla ditta “Mioporum”, alla quale è stato revocato il servizio del verde pubblico, del giardino del torrione ma integrato con altri servizi sul territorio;
-          bollette Acea e nuovo contratto di fornitura con conseguente storno delle vecchie bollette;
-          incremento della pulizia del territorio con interventi incisivi per abbandono dei rifiuti;
-          nuovo regolamento per il decoro estetico ambientale e arredo urbano;
-          controllo della situazione di morosità Tari da parte degli utenti ai quali verrà inviato un primo avviso bonario e poi sarà dato mandato ad “Equitalia”.
-          avvio di tavolo tecnico con l’Ente Parco per la risoluzione definitiva delle problematiche del parco di Martignano.

 

Il Consigliere Barbara Esposito, con delega tutela degli animali e centro anziani ha svolto le attività:
-          lavori di pulizia del Centro Anziani Primo Galeone con il supporto degli attivisti del M5S;
-          Incontri con associazioni (in collaborazione con Alessia Pistola) per avviare delle collaborazioni sul territorio di Anguillara Sabazia per realizzare eventi di Pet-Therapy con i disabili (in collaborazione con Sara Galea ) ed anziani;
-          “Appendice” al contratto dei parcheggi per "Over 70" (in collaborazione con Aleandro Virgili, Marialetizia Menghini e Fabrizio Landolfi);
-          elaborazione della bozza del nuovo regolamento Comunale Dei Centri Anziani;
-          elaborazione della modifica al contratto telefonico per il Centro Anziani di Ponton Dell'elce inserendo nello stesso internet;
-          incontri con le Associazioni di volontariato (Aspa, Ecc.) del territorio di Anguillara Sabazia per eventi e collaborazioni sulla tutela degli animali.

 

Il Consigliere Giuseppe Gasperini, con delega alla sicurezza, sanità, lavoro e formazione ha svolto le seguenti attività:
Sulla SICUREZZA SUL LAVORO:
-          verifica, allatto dell’insediamento, durante la visura documentale della situazione relativa alla Sicurezza sul Lavoro, degli adempimenti relativi al D.Lgs 81/08 che non risultavano soddisfatti;
-          in vista della prossima scadenza del rinnovo di Incarico al RSPP, contattao con la ditta CONSIP, Exitone per elaborazione di un preventivo circa la spesa da mettere a bilancio ed avere una base di calcolo per procedere ad un eventuale ribasso in caso di affidamento fuori CONSIP. Si è in attesa di ricevere la documentazione da parte della Ditta (entro il 7 gennaio 2017) e per evitare soluzioni di continuità nel servizio, si è consigliato all’attuale capo ff Area Tecnica Brancaleoni di estendere fino al 28 Febbraio 2017 la convenzione con gli attuali RSPP e Medico Competente.
SANITA’:
-          avviato iter per risoluzione problema dell’acqua potabile da dover portare al Centro di Recupero per Tossicodipendenze Cusmano;
-          completamento del progetto di apertura di un PUA e di uno sportello per le DHD e Autismo presso i locali ex ASL dietro S.Francesco.
SICUREZZA:
-          CITTADELLA DELLA SICUREZZA: elaborazione dello studio per riportare un distaccamento dei VVF ad Anguillara.  Attualmente la soluzione più adatta sembrerebbe quella di liberare 2 aree dietro l’asilo, attualmente occupate da un Deposito Giudiziario e dalla ditta dei Rifiuti per realizzare un centro unico per la sicurezza, con la CRI, la Protezione Civile e il distaccamento dei VVF.
-          PIANO EMERGENZA: elaborazione, in collaborazione con la CRI locale, di un nuovo piano (precedente non aderente alla realtà territoriale) e trasmissione alla Regione Lazio dello stesso nei termini per ottenere in finanziamento. Individuazione di  nuove aree di Raccolta.
-          PIANO EMERGENZA ESTERNA CASACCIA:  partecipazione alle riunioni per la predisposizione dei piani di Emergenza Interni ed Esteni del Sito ENEA/SOGIN/NUCLECO della Casaccia al fine di partecipare attivamente alla tutela ambientale e della popolazione.
LAVORO:
E’ in via di definizione e avvio di uno sportello informatico sull’avvio e sulla ricerca/offerta di lavoro sul territorio di Anguillara.

 

Le attività svolte dal Consigliere Maria Letizia Menghini, con delega al personale e alla Polizia Locale sono state le seguenti:
-          accorpamento e riorganizzazione aree da 7 a 5. Area 7 Farmacia Comunale unificata con area 1 Amministrativa Affari Generali. Unificazione delle 2 aree tecniche, lavori pubblici, manutenzione e ambiente con demanio e patrimonio, edilizia privata e urbanistica in un'unica Area Tecnica 3;
-          riorganizzazione del personale interno con notevole risparmio per l’Ente;
-          elaborazione nuovo organigramma;
-          elaborazione nuovo diagramma di funzioni;
-          parziale modifica degli orari degli uffici per il pubblico prevedendo l’apertura anche il giovedì mattina.

 

Il Consigliere Massimiliano De Rosa, con delega alle scuole, ha svolto le seguenti attività:
-          regolamento per la gestione e l'utilizzo dei mezzi comunali;
-          istruttoria, sopralluoghi, redazione del piano di gestione dell’impianto fotovoltaico ed accordo con l'istituzione scolastica;
-          nuovo regolamento di Commissione Mensa (previsto in o.d.g. del CC del 23/12/2016);
-          verifica preliminare con gli Uffici comunali per la gestione “on-line” di iscrizioni e pagamenti della mensa ed del trasporto scolastico;
-          predisposizione di Atto Costitutivo e Statuto dell'associazione di volontariato "Anguillara Per il Sociale", registrazione del codice fiscale e degli atti all'Agenzia delle Entrate, stipula polizza assicurativa per i volontari ed inoltro, sul portale web, del terzo settore della richiesta di iscrizione al registro del volontariato della Regione Lazio per ottenere l'appellativo di ONLUS, su cui versare i tagli delle indennità degli amministratori così come previsto a pag. 48 del programma elettorale del M5S di Anguillara Sabazia;
-          gestione del reperimento fondi dagli usi civici, in adempimento della legge 12/16, per rifacimento del tetto del nido comunale.

 

Le attività svolte dal Consigliere Aleandro G. Virgili, con delega SCEC, energie rinnovabili,  sono state le seguenti:
-          attivazione sul territorio dello SCEC (punto di programma) con due punti SCEC di attivazione (iscrizione  e distribuzione);
-          apertura  di N° 11 negozi aderenti al circuito SCEC;
-          Energie Rinnovabili: Incontri con Ingegneri  delle soc.  ESCo per efficientare i consumi di energia nelle scuole e illuminazione pubblica , attualmente in contatto con la soc. ENERQOS  di  Milano per la stesura di un piano energetico al fine di mappare la situazione dei consumi attuale, e poter poi disporre dei “certificati bianchi”  e rientrare nei parametri del patto dei sindaci . Preparata e consegnata all’Avv. Piccioni una bozza di delibera  per ricercare un partner  ESCo , che collabori con il Comune.
-          elaborazione dei seguenti regolamenti: Baratto amministrativo / compensativo, Attivazione SCEC,  Amministrazione condivisa, Giardini comunali (tutte le attività sono in corso);
-          “Appendice al contratto dei parcheggi” da far approvare alla Soc. Etruria servizi.

 

Il Consigliere Antonio Fioroni, con delega alle politiche giovanili ha svolto le attività:
-          partecipazione al bando regionale per l'attivazione nel territorio di uno sportello "InformaGiovani";
-          studio e sostegno per la formazione effettiva della "Consulta della gioventù", organo di supporto e partecipazione con l'amministrazione formato da giovani residenti;
-          stesura dei progetti "Retake" e "DecorAnguillara".

 

Il Consigliere Alessia Pistola, con delega all’associazionismo, ha svolto le seguenti attività:
-          elaborazione del nuovo regolamento “Associazioni e Concessione patrocinio”.

 

Il Consigliere Ernesto Liberati, con delega agli eventi, sport, attività produttive, agricoltura, allevamento e informatizzazione, ha svolto le seguenti attività:
-          recupero quote arretrate dai “banchisti” del mercato;
-          recupero degli arretrati delle quote dovute per l’uso di terreni demaniali;
-          regolamento Concessione Terreni Demaniali Comunali;
-          adeguamento tariffe SUAP;
-          spostamento mercato settimanale;
-          predisposizione Adesione Anagrafe Nazionale;
-          predisposizione aggiornamento Portale Comunale;
-          predisposizione PagoPA;
-          partecipazione Bando Reti D'impresa.
 
 

Cronaca
Dopo aver timbrato il cartellino marcatempo, invece di espletare le sue funzioni, trascorreva sistematicamente il pomeriggio presso la propria abitazione
immagine

Red. Cronaca


FONTE NUOVA (RM)
- Nella mattinata di martedì i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del comandante della polizia locale di Fonte Nuova, Carlo Rinaudo, emessa dal GIP del Tribunale di Tivoli dott. Alberto Cisterna, su richiesta della Procura della Repubblica, per truffa aggravata ai danni dello Stato, peculato e altri reati.


Le indagini, svolte con estrema professionalità dai Carabinieri di Monterotondo, hanno consentito di verificare che l’indagato, dopo aver timbrato il cartellino marcatempo, invece di espletare le sue funzioni, trascorreva sistematicamente il pomeriggio presso la propria abitazione o attendeva alle proprie esigenze personali.
Inoltre, l’orario di servizio prolungato anche di pomeriggio faceva maturare all’interessato il diritto alla fruizione del buon pasto senza che ne sussistessero di fatto le condizioni.


L’indagato faceva rientro in tarda serata presso gli uffici comunali esclusivamente per timbrare il badge in uscita. Inoltre, in diverse circostanze ometteva di timbrare il cartellino, compilando a posteriori lo “specchio delle mancate timbrature”, con il quale asseriva falsamente di aver svolto orari di servizio mai eseguiti.
Nel medesimo contesto i carabinieri accertavano che l’indagato più volte si faceva accompagnare con l’auto di servizio nel tragitto ufficio - abitazione


Nell’ordinanza cautelare il Gip, nel ritenere fondato il quadro accusatorio prospettato dalla Procura,
evidenzia che le “modalità d’azione” dell’indagato “sono gravi e obiettivamente allarmanti, soprattutto perché poste in essere …con assoluta sfrontatezza”.
Va segnalato che il Commissario Straordinario del Comune di Fonte Nuova ha già provveduto ad adottare nei confronti dell’indagato un provvedimento di sospensione cautelare dal servizio con contestuale avvio di procedimento disciplinare all’esito di un servizio giornalistico andato in onda il 13 dicembre 2016, mentre le indagini dirette da questa Procura erano in pieno svolgimento (con servizi di osservazione dei Carabinieri e attività di altra natura), ma non erano ancora completate.
 

La protesta
La gestione pentastellata dell'ex Provincia di Roma, a guida Virginia Raggi, ha scatenato l'ira degli studenti che sono scesi in piazza per protestare
immagine


di Ivan Galea

 

CASTELLI ROMANI - Riscaldamenti insufficienti e aule frigorifero per gli studenti delle scuole superiori in provincia di Roma che dipendono dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. E così, nonostante l'ondata di freddo ampiamente annunciata, ad oggi la gestione pentastellata a guida del sindaco metropolitano Virginia Raggi, ha scatenato l'ira degli studenti che sono scesi in piazza per protestare contro quelle che vengono definite come vere e proprie celle frigorifere dei vari istituti e licei a gestione della Città Metropolitana.

 
"Nella mia scuola, - racconta uno studente - il James Joyce di Ariccia, nella mattinata del 9 gennaio i termosifoni sono stati accesi per circa 3 ore. Tutto dopo 2 settimane che sono stati spenti - conclude - per via della pausa natalizia".  Una situazione, quella del liceo Joyce di Ariccia che rispecchia una realtà che vede coinvolte le altre scuole della provincia Capitolina a gestione Città Metropolitana.  I riscaldamenti, infatti dipendono dall'Ente sovracomunale (l'ex provincia), che avrebbe dovuto preoccuparsi di far accendere prima i termosifoni, dopo il forte gelo degli ultimi giorni per garantire nelle aule la temperatura, stabilita secondo i termini di legge tra i 20° / 22°.

Intanto nell'area dei Castelli Romani questa mattina, ad Albano Laziale, gli studenti di diverse scuole - Joyce di Ariccia, Pertini di Genzano, Foscolo di Albano Laziale tra le principali - insieme a Rappresentanti di Istituto e Rappresentanti di Classe sono scesi in piazza per protestare contro una situazione che appare di tutta evidenza insostenibile. "Ho anche contattato attraverso un messaggio, - riferisce uno studente del Joyce -  Marcello De Vito delegato alle scuole della Città Metropolitana ed il Vice Sindaco metropolitano Fabio Fucci, che non hanno fornito risposte".

 
Ni prossimi giorni alunni e corpo docenti hanno annunciato che saranno sotto la sede della ex provincia per cercare di sensibilizzare le istituzioni preposte nel risolvere questa situazione celermente, anche perché le previsioni meteo per i prossimi giorni annunciano altre ondate di freddo che dureranno almeno per i prossimi 15 giorni.
 

Il caso
Chiuso il contatore esterno bloccando così l'erogazione del gas nell'impianto di riscaldamento. L'amministrazione sporge denuncia
immagine

 

ANGUILLARA (RM) - Disagi scampati per la scuola di Scalo dove questa mattina la caldaia non è entrata in funzione. In seguito ad un sopralluogo si é scoperto che era stato chiuso il contatore esterno bloccando così l'erogazione del gas nell'impianto di riscaldamento. Un atto vandalico, probabilmente perpetrato di notte a dir poco inqualificabile che poteva creare un nuovo disagio ai bambini imponendo ai genitori di dover intervenire per riportarli a casa. Sul posto sono tempestivamente intervenuti il consigliere Pierdomenico e la Polizia municipale. L'amministrazione comunale guidata da Sabrina Anselmo ha provveduto a sporgere denuncia verso ignoti. Un atto davvero ignobile e vile quello accaduto che non trova giustificazioni perché si è agito a danno degli studenti che frequentano l'istituto.

Operazione Black Flag
Misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di un presunto affiliato a Ansar Al-Sharia
immagine

 

LAZIO - Sono in corso dalle prime ore di questa mattina perquisizioni in tutto il Lazio nei confronti di sospettati di appartenere a organizzazioni terroristiche, operazione denominata "Black Flag" . Eseguita dalla polizia una misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di un presunto affiliato a Ansar Al-Sharia, organizzazione libica considerata legata ad al Qaida. Le indagini sono state condotte dalla Digos di Roma. La Digos ha trovato una bandiera vessillo originale dell'organizzazione terroristica.La prima frase dice «Maometto è l'unico dio», firmato Ansar Al-Sharia. L'arrestato è già transitato per sei istituti carcerari. In cella aveva esultato dopo gli attentati terroristici. La bandiera era nella sua casa di Ciampino

Ambiente & Territorio
Oggi sindacati e lavoratori manifesteranno davanti al “cubo”, sede della loro azienda
immagine


Red. Cronaca


COLLEFERRO (RM) - A Colleferro il nuovo anno si apre con la vertenza delle organizzazioni sindacali dei lavoratori di Lazio Ambiente spa che il 10 gennaio manifesteranno davanti al “cubo”, sede della loro azienda. Oltre 200 maestranze, soprattutto impiegati, rischiano di restare a casa. I Comuni che escono dalla società non portano con sé questa categoria, che rimane a carico di Lazio Ambiente spa e dei pochi Comuni che ancora vi aderiscono. Ne è un esempio il Comune di Subiaco che dal 1° gennaio ha affidato il servizio alla Pragma srl, che non assorbirà tutto il personale e prevede il licenziamento di 2 unità. Da tempo i dipendenti chiedono la salvaguardia dei livelli occupazionali, contro il ricorso alla cassa integrazione, la dismissione pubblica della gestione. Temono la fuga dei Comuni conferitori, la cessione delle quote societarie e l’incognita sul soggetto che, a seguito della gara ad evidenza pubblica, diventerà il nuovo proprietario.


Con la nuova legge di stabilità per il 2017 la Regione Lazio ha deciso che il pacchetto azionario possa essere acquistato anche da un privato, scendendo sotto il 51% del capitale societario. I dipendenti chiedono alla Regione di recedere dalla dismissione delle quote,  dalla messa in liquidazione o cessione e che sia mantenuta la natura di società  “a totale partecipazione pubblica”. Le problematiche intorno alla società regionale risalgono al momento stessa della sua costituzione nel 2011, nata sulle ceneri dell’ex Consorzio Gaia spa (tuttora in amministrazione straordinaria per la liquidazione degli ultimi assett).
La società regionale si è limitata alla sopravvivenza affidandosi a questo o a quel manager pur di non affrontare i problemi gestionali attraverso un progetto innovativo per il rilancio dell’attività che puntasse su un nuovo ciclo dei rifiuti e sul nuovo modello di economia circolare, che avrebbe garantito profitti, occupazione e migliori condizioni di salute


Le Amministrazioni comunali (escluse quelle morose che hanno concorso al debito verso Lazio Ambiente spa per 21 milioni di euro) e le forze sociali locali hanno sempre denunciato la carenza del servizio di gestione dei rifiuti, i costi elevati del “carrozzone”, lo stallo progettuale e il cattivo utilizzo di risorse pubbliche.
La manovra di bilancio per il 2017 ha stanziato per il ciclo dei rifiuti 21,2 milioni di euro e per il programma straordinario di raccolta differenziata 75 milioni per il  triennio.


Nessuna possibilità di chiudere la discarica di colle Fagiolara, dismettere gli inceneritori di colle Sughero, abbandonare i due progetti di TMB (Trattamento meccanico biologico). Nessuna progettualità nuova, nessuna programmazione per le campagne di formazione e informazione ai cittadini.
Il Comitato manifesta la sua totale contrarietà alla chiusura della discarica addirittura nell’arco di un triennio, al revamping degli inceneritori e alla dismissione di Lazio Ambiente spa che necessita di essere riorganizzata restando pubblica.


"Se ciò avverrà, oltre alla perdita di posti di lavoro, la gestione del servizio di igiene ambientale diventerà preda di imprese private e Colleferro continuerà ad essere una “colonia” romana. - Dichiarano dal Comitato - Giusto chiedere alla Regione di recedere dalla dismissione - proseguono - e giusta la difesa del posto di lavoro da parte di un drappello di consiglieri comunali del territorio ma vogliamo domandarci il motivo per il quale, al di là della facile retorica, il servizio pubblico si difende solo quando lo status quo è messo in discussione? Questi amministratori erano ampiamente a conoscenza dello stato economico-finanziario di Lazio Ambiente spa! Si sono domandati da cosa fossero generate quelle perdite? E in che modo sono intervenuti? Sappiamo bene che i ricavi dell’azienda sono crollati e che risentono del ritardo cronico dei pagamenti da parte dei Comuni, ritardo determinato in buona parte da una elevata evasione della Tari, che è il costo (e un peso per le famiglie) per un servizio inefficiente. Non emerge mai abbastanza la scarsa qualità del servizio, la sua inefficienza, le mancate azioni legali intraprese verso la società. Dobbiamo sottolinearlo a gran voce - evidenziano dal Comitato - che la raccolta differenziata raggiunge oggi livelli bassissimi, nonostante le direttive europee, perché questo conviene ai Comuni! Ricordiamoci sempre che mantenere aperta la discarica significa assicurare un introito alle casse comunali di Colleferro! Nonostante roboanti inaugurazione di isole ecologiche ancora siamo lontani dall’inizio di un nuovo ciclo rifiuti. Possibile che alcune opere pubbliche vengano realizzate con il solo fine di accontentare ditte e progettisti senza mai porsi il problema del loro effettivo utilizzo? Cosa succederà nei prossimi mesi è difficile da immaginare non esistendo un tavolo, un forum, un osservatorio dove dibattere queste problematiche e ricevere informazioni verificate. Ad oggi ci risulta che molti Comuni, come Valmontone e Colonna, hanno già aderito ad Ambiente spa. Il protocollo d’intesa per un nuovo consorzio, proposto dall’attuale management di Lazio ambiente spa, è stato approvato da pochissimi Comuni, rendendo il cammino di questa operazione molto difficile. L’intero sistema dei rifiuti regionale sembra destinato a gravare con le sue distorsioni sulle tasche e sulla salute dei cittadini. La difesa del servizio pubblico  concludono dal Comitato residenti di Colleferro -appare come una scusante dietro cui celare interessi privati e noi cittadini dobbiamo subire solo la prepotente imposizione dall’alto.
 

Cronaca
“Una tubatura difettosa era stata segnalata durante le feste”
immagine

 

di Silvio Rossi


ANGUILLARA (RM) - Un rientro gelato per alcuni alunni del 205° Circolo didattico di via Verdi a Anguillara Sabazia. Termosifoni non funzionanti e temperatura nelle classi non adeguata per ospitare i piccoli studenti, hanno costretto la dirigenza scolastica a chiudere le 4 aule delle prime e seconde classi della scuola elementare.

Infuriati alcuni genitori “Sono stato avvertito dai genitori di altri bambini, ho dovuto prendere un permesso al lavoro per poter risolvere la situazione”. Qualcuno ha ironizzato sul comunicato apparso qualche giorno fa sul portale web del Comune di Anguillara, dove è stato assicurato un rientro “caldo” grazie all’accensione degli impianti programmata due giorni prima del ritorno a scuola degli alunni.

Tra i primi ad aver dato la notizia è stato il consigliere comunale di opposizione Silvio Bianchini, che in un post su Facebook ha scritto: “Metà plesso scolastico via Verdi al gelo. Questa mattina le decine di bambini (del primo piano del plesso) che rientravano dopo un lungo ponte hanno trovato le aule ghiacciate, causa termosifoni rotti e in questo momento la scuola ha deciso di mandarli a casa. Ma come avevano fatto anche il comunicato che accendevano prima i termosifoni. La solita storia degli annunci spot!!”

Dall’amministrazione comunale, raggiunta al telefono, hanno dichiarato: “Sabato abbiamo provveduto con i tecnici al collaudo dell’impianto di riscaldamento ed era tutto funzionante. Questa mattina però i termoconvettori dell’ala nuova della scuola di via Verdi non hanno funzionato. Ciò è accaduto nonostante i controlli effettuati. I tecnici sono al lavoro per risolvere la situazione. Il consigliere Perdomenico è sul posto”.

Il guasto sembra sia stato causato dalla rottura di una tubatura dell’impianto. Infatti nel piano terra della scuola c’è presenza di acqua, che sembra provenire dall’impianto, forse per una rottura determinata dal gelo di questi giorni.

“Una tubatura difettosa – a quanto ci comunicano da parte della scuola – era stata segnalata durante le feste”. Oltre le aule delle prime e seconde, a causa del guasto, a quanto ci dicono, anche le altre classi stanno raffreddandosi. “Qui sembra di stare in Siberia” è stato un commento ascoltato nella scuola.

 

Matteo Flenghi, consigliere comunale di opposizione, ha lamentato “Vengo ora dalla scuola via Verdi, nessun tecnico presente, un'ala del primo piano sgomberata e situazione critica nelle restanti aule. Personale scolastico in agitazione per le condizioni in cui stanno svolgendo il proprio lavoro richiedendo l'intervento del Sindaco. È stato fatto un intervento di riparazione, così mi dicono, solo questa mattina, su una perdita segnalata alcuni giorni prima. La situazione rimane critica e il problema persiste. L'assenza di comunicazioni è sconcertante, si intervenga immediatamente e si dia informazione ai genitori e a tutta la cittadinanza su quanto accaduto e le relative responsabilità”

Molti, a questo punto, si chiedono se è vero che la tubazione guasta è stata già segnalata negli scorsi giorni e se è possibile che durante il collaudo effettuato solo due giorni fa non sia emerso nulla. Era evitabile questo disagio, oppure al limite era possibile avvertire per tempo i genitori, come è avvenuto ad esempio a Bracciano, dove per alcuni problemi simili non è stato possibile aprire la scuola media San Giovanni Bosco?
 

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX GIORNALE DI OGGI SEPARATORE 5PX L’Osservatore d’Italia - Ultima edizione SEPARATORE 5PX OFFICINA STAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX L'APPROFONDIMENTO SEPARATORE 5PX BANNER CONSERVATORI SEPARATORE 5PX DA LEGGERE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ANGELO BARRACO EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX MARCO STAFFIERO EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX PAOLINO CANZONERI EDITORIALE SEPARATORE 5PX MARCO STAFFIERO EDITORIALE SEPARATORE 5PX TOROSANTUCCI EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX MICHELE SANTULLI INCHIOSTRO BLU SEPARATORE 5PX VINCENZO GIARDINO INCHIOSTRO BLU SEPARATORE 5PX L'INCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE SEPARATORE 5PX CONNEXUS
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact