Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
L'ordinanza del sindaco
Nel frattempo sono scattate le prime sanzioni amministrative
immagine

 

Redazione

 

FROSINONE - Il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e presidente della XV Comunità montana Gianluca Quadrini interviene sull’ordinanza antiprostituzione per contrastare la grave problematica che riguarda la zona Asi di Frosinone e si dice favorevole al provvedimento del sindaco del capoluogo avv.Nicola Ottaviani per esigenze di pubblica sicurezza, intralcio alla circolazione stradale e all’incolumità pubblica. “Ritengo che l’ordinanza emessa dal sindaco Ottaviani inserita all’interno di un percorso avviato dai sindaci con il coordinamento della Prefettura sia un primo passo per iniziare a contrastare un fenomeno non semplice da debellare. E’ indispensabile uno strumento di vigilanza e controllo su un territorio dove questo fenomeno ha superato i limiti e mi auguro, anche grazie a una efficace collaborazione tra tutti i sindaci, dia i risultati sperati”.

Nel frattempo sono scattate le prime sanzioni amministrative previste dalle ordinanze sindacali, con cui due prostitute, una ventenne ed una ventunenne, sono state denunciate all'Autorità Giudiziaria per inosservanza del foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Frosinone. La notte scorsa infatti equipaggi delle Volanti hanno espletato un mirato servizio nella zona industriale volto a prevenire e contrastare il fenomeno della prostituzione su strada. Nel corso dei controlli, effettuati anche con l'ausilio di agenti in abiti civili, predisposti dal Questore Santarelli, sono state applicate le norme "antiprostituzione" previste dalle ordinanze dei Sindaci dei comuni di Frosinone, Ceccano, Ferentino, Morolo e Supino.
“Sarebbe inoltre utile che il Governo potesse intervenire con una normativa a livello nazionale che permetta di affrontare il problema in maniera risolutiva, anche nel resto del Paese, non solo sul piano del disagio sociale, ma anche per contrastare lo sfruttamento ad opera di organizzazioni criminali”.

Controllo del territorio
Rapine estorsioni e botte per chi si rifiutava di collaborare
immagine

 

CASSINO - E’ scattata alle prime luci dell’alba l’operazione “Gold Wash” con la quale la polizia di Stato ha disarticolato un sodalizio criminale intenzionato ad imporre con la violenza il controllo esclusivo nella gestione degli autolavaggi della Città Martire.

Sono otto le misure cautelari in carcere che gli uomini del Commissariato di Cassino, con l’ausilio di personale della Squadra mobile di Frosinone, stanno eseguendo nei confronti di altrettanti cittadini egiziani resisi responsabili, a vario titolo, in concorso tra loro, dei reati di tentato omicidio, rapina, estorsione, lesioni personali aggravate e danneggiamento.

I fatti risalgono al maggio 2017, quando alcuni egiziani aggredirono in più occasioni dei connazionali, riducendone uno in fin di vita.

Ulteriori dettagli verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11.30 presso gli Uffici del Commissariato di Cassino.

Rassegne & Festival
Ad aggiudicarsi la vittoria del Festival dei Conservatori è stato il gruppo “Lorenzo Vitolo Trio”
immagine

 

Redazione


FROSINONE - Con il punteggio di 98.1 ad aggiudicarsi la vittoria del Festival dei Conservatori è stato il gruppo “Lorenzo Vitolo Trio” del conservatorio San Pietro Maiella di Napoli e del conservatorio G. Martucci di Salerno. Il secondo posto è stato assegnato alla band “F-Army” del conservatorio Luisa D'Annunzio di Pescara che ha raggiunto un punteggio di 91.5. Gli ultimi a salire sul “podio”, classificandosi terzi i “Rocco Scarcella Trio” che hanno ottenuto un punteggio di 88.7.


E' calato ufficialmente domenica sera il sipario su uno degli appuntamenti estivi entrati ormai di diritto nel cartellone del capoluogo ciociaro.
Una manifestazione che ha visto sfidarsi sul palco quindici gruppi provenienti dai migliori conservatori d'Italia che hanno proposto musica di qualità ma soprattutto di altissimo livello.
Una finale che ha visto i tre gruppi sfidarsi per l'ultima volta sul palco allestito in piazzale Vittorio Veneto davanti ad una giuria esperta composta da Sandro Di Stefano, docente di Tecniche di composizione presso il conservatorio “Ghedini” di Cuneo, dal direttore d'orchestra Mauro Gizzi e da Luigi De Santis docente di pianoforte al conservatorio “Licino Refice” di Frosinone. Un palco che però ha visto salire anche molti ospiti d'eccezione come l'attore Michele Placido e il regista, produttore e musicista frusinate, Stefano Reali


Una manifestazione, fortemente voluta dall’amministrazione Ottaviani e organizzata con la preziosa e fondamentale collaborazione del Conservatorio “Licino Refice”, che ha riscosso un grande successo di critica e di pubblico e che ha portato la città di Frosinone alla ribalta delle cronache nazionali e locali. 

Rassegne & Festival
Domenica la premiazione dei vincitori. I tre gruppi in testa alla classifica si sfideranno davanti ad una giuria esperta
immagine

 

Redazione


FROSINONE - Sta per concludersi la quinta edizione del “Festival Nazionale ed Europeo dei Conservatori di Musica Città di Frosinone”. Con l'esibizione domani sera dell'ultimo gruppo in gara i “Bada Bada” il concorso può considerarsi concluso. Domenica la premiazione dei vincitori. Ma con una novità. I tre gruppi in testa alla classifica si sfideranno domenica davanti ad una giuria esperta, selezionata proprio per l'occasione che avrà l'arduo compito di giudicare ed assegnare la vittoria a chi avrà raggiunto il maggior punteggio. Intanto cresce l'attesa per l'arrivo a Frosinone di Stefano Reali, regista, musicista, sceneggiatore e produttore ciociaro, che sabato, ospite del Festival, eseguirà con la sua band, in piazzale Vittorio Veneto, un racconto-concerto sulla musica di George Gershwin. nella serata di giovedì 27 luglio intanto saliranno sul palco gli Hindustani Sangeet del conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza. Il gruppo composto da Arianna Meneghini, Riccardo Meneghini, Angelo Sorato, proporranno un repertorio di musica classica strumentale indostana, nello specifico per flauti, bansuri e tabla.


La musica classica indostana rappresenta la scuola settentrionale della musica classica indiana.
Originatasi nel periodo vedico dal XIII secolo, dopo l'arrivo dei Moghul e l'influenza della Persia, si è evoluta fino ai nostri giorni in quella parte del mondo ora occupata da India settentrionale, Bangladesh, Pakistan, Nepal ed Afghanistan. Musica vocale in origine, nei secoli si è sviluppata dando vita ad una grande tradizione strumentale; sebbene in passato gli strumenti fossero considerati in virtù della loro capacità di imitare la voce umana, a riprova di come la musica indostana si concentrasse sulla performance vocale, sono sempre esistite forme autonome di musica strumentale, e negli ultimi decenni, la musica strumentale indostana ha cominciato a superare in popolarità quella vocale. E' una musica modale, e cioè basata su scale dette scale modali, stabilite in rapporto ad un suono fisso, mantenuto durante tutta l'esecuzione. Lo sviluppo musicale avviene unicamente attraverso la melodia e in India questi modi sono chiamati Raga, etimologicamente “ciò che colora la mente”.


Ospiti della manifestazione giovedì sera i vincitori dell'edizione dello scorso anno, il gruppo di Berlino “Jazz aus Berlin”, (che non parteciperanno al concorso), composto da Regis Molina  al sax, Thanos Karakantas al basso, Davide Marafioti alla batteria e suo padre Antonello Marafioti alle tastiere. Il gruppo rappresenta perfettamente la caratteristica essenziale dell'atmosfera berlinese, in cui ogni giorno si incontrano artisti di tutto il mondo, con cui iniziare eccitanti collaborazioni.
 

Rassegne & Festival
La gara riprenderà giovedì 20 luglio alle 21.15 in piazzale Vittorio Veneto
immagine

 

Redazione


FROSINONE - Si è chiusa domenica sera, con le esibizioni di Dario Manzo del Conservatorio di Trapani e del “Lorenzo Vitolo Trio” dei Conservatori di Napoli e di Salerno, la prima settimana della quinta edizione del “Festival Nazionale ed Europeo dei Conservatori di Musica - Città di Frosinone”.

Una settimana in cui è stata protagonista l’ottima musica, che ha riscosso un notevole successo di pubblico (con la solita grande risposta di presenze in piazzale Vittorio Veneto) e di critica, con performance di alto livello da parte degli artisti che si sono esibiti, conducendo il pubblico in un percorso ricco ed eclettico, a tratti multisensoriale. Non solo precisione tecnica, eleganza stilistica; non solo note febbricitanti e libere che seducono l’orecchio e l’anima, ma anche storie da raccontare, perché dietro ogni esecuzione, dietro ogni pezzo ci sono frammenti di vita vissuta, sofferenza, gioia, dolore e felicità che traspaiono dalle melodie proposte. Uncontinuo flusso di emozioni in musica che ha stregato il pubblico.

Intanto, dopo le prime esibizioni, si inizia a delineare la classifica parziale.
In testa alla graduatoria provvisoria c’è il “Lorenzo Vitolo Trio” (Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e Conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno) con il punteggio di 95,9 attribuito dalla giura tecnica e da quella popolare; segue con 81,8 punti Dario Manzo (Conservatorio Antonio Scontrino di Trapani); chiudono, per ora, i “Crimson Dolphins” (Conservatorio Nicola Sala di Benevento) con 43,9 punti.

 

La gara riprenderà giovedì 20 luglio (alle 21.15 in piazzale Vittorio Veneto) con l’esibizione del “Rust Quartet” del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone. Non ci sarà, comunque, solamente musica. Tante sorprese sono in serbo per il pubblico e ospiti di prestigio sono attesi a Frosinone.Nei giorni scorsi la presentatrice Mary Segneri ha già annunciato la presenza del regista Stefano Reali per il 29 luglio nel capoluogo, ma molto altro c’è da aspettarsi. Appuntamento, quindi, a giovedì con la quinta serata del Festival dei Conservatori.

Amministrazione e servizi
Marucci: "Segno tangibile dell’impegno che la cittadinanza dimostra quotidianamente per realizzare una sempre più responsabile e virtuosa gestione del ciclo dei rifiuti"
immagine

 

PALIANO (FR) - Il servizio di raccolta differenziata del Comune di Paliano raggiunge un nuovo importante traguardo: dal rapporto del 2° trimestre 2017, infatti, spicca il dato relativo al mese di maggio che registra il superamento della soglia del 70% di differenziazione sul totale dei rifiuti conferiti dai cittadini palianesi.
«Questo risultato – ha dichiarato l'assessore al Servizio R.S.U., Simone Marucci – è il segno tangibile dell’impegno che la cittadinanza dimostra quotidianamente per realizzare una sempre più responsabile e virtuosa gestione del ciclo dei rifiuti, nel rispetto dell’ambiente e per una maggiore tutela della qualità della salute di tutti. I dati di questo secondo trimestre ci confortano, ma occorre tuttavia uno sforzo ulteriore per diminuire in maniera sensibile la produzione di rifiuti indifferenziati, così da alleggerire i costi di smaltimento. Una strada da percorrere è invitare le attività commerciali a mettere a disposizione della propria clientela prodotti e imballaggi che consentano una differenziazione più semplice».
 

Rassegne & Festival
La finale si terrà domenica 30 luglio
immagine

 

Redazione
 
FROSINONE
- Entra nel vivo la quinta edizione del “Festival Nazionale dei Conservatori - Città di Frosinone”. Dopo il Gran Galà inaugurale, da questa sera, alle 21.15 in piazzale Vittorio Veneto, gli artisti iscritti alla gara cominceranno a sfidarsi per piazzarsi nei primi tre posti della classifica che valgono l’accesso alla finale, che si terrà domenica 30 luglio. Ad aprire la competizione sarà il gruppo “Crimson Dolphins” proveniente dal Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento. I Crimson Dolphins sono una giovane band indie-rock del Beneventano. La formazione è composta da: Filippo Civitillo (19 anni) chitarra e voce, Pio Musco (16 anni) basso e cori, Matteo Gaetano (16 anni) chitarra e cori, Roberto Ricci (17 anni) batteria e cori. Filippo e Matteo studiano chitarra classica al Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento. Il 25 giugno hanno pubblicato il loro primo ep dal titolo “La dignità mi annoia”, anticipato dai due singoli “Affondare” e “Non chiedo altro”. I progetti futuri della band sono un disco e girare l'Italia per suonare il più possibile davanti un pubblico eterogeneo. Domani sera a Frosinone avranno la loro prima grande occasione. Dopo i “Crimson Dolphins”, sarà la volta di un gruppo ospite: i “Flaco&Flowers’ Friends” allieteranno il pubblico.


Le performance dei musicisti, che parteciperanno alla competizione, saranno valutati da una giura mista composta da esperti e da giurati popolari. La votazione sarà espressa in centesimi, formata per l’80% dalla giuria tecnica e il restante 20% dalla giuria popolare presente sul luogo delle esibizioni.
In caso di condizioni meteo non favorevoli, si considereranno in alternativa al palco di piazzale Vittorio Veneto: il Teatro Nestor, dotato di una capienza di oltre 1.000 spettatori; l’auditorium del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone e la casa della cultura della città di Frosinone “Giuseppe Bonaviri” (ex mattatoio) disponibile anche per eventuali prove. A presentare le serate, come nelle precedenti edizioni, sarà la frusinate doc Mary Segneri, conduttrice Rai e autrice di recente di un apprezzatissimo backstage, che grande successo ha avuto, del mega concerto di Vasco Rossi di qualche giorno fa. Importante il parterre di sponsor che sostengono la manifestazione tra cui figurano: Banca Popolare del Cassinate, Unindustria Frosinone, L’Automobile, Klopman, Sette e Ignarra Motors.

Rassegne & Festival
A presentare il Festival, come nelle precedenti edizioni, sarà la frusinate doc Mary Segneri
immagine


Redazione


FROSINONE - Al via la quinta edizione del “Festival Nazionale dei Conservatori Italiani - Città di Frosinone”. Alle 21.15 di giovedì 13 luglio 2017, nel suggestivo piazzale Vittorio Veneto, a Frosinone, si accenderanno le luci e si darà il via alla kermesse che promette grandi sorprese e performance musicali di alto livello qualitativo. Nel segno della tradizione, la prima serata sarà un Gran Galà nel quale si esibiranno, davanti al pubblico e alle massime autorità comunali e provinciali, i vincitori della scorsa edizione, il “Glutenfree Trio” del Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, e il “Mauro Bottini Quartet. Inoltre, verrà illustrato tutto il programma della manifestazione. Il “Glutenfree Trio”, composto da Davide Di Camillo, 24 anni (basso elettrico), Christian Mascetta, 21 anni (chitarra elettrica) e Andrea Giovannoli, 24 anni (batteria), è interprete di un ambizioso progetto artistico, nato nel marzo 2016, e che ha come obiettivo quello di scrivere musica di propria produzione nello stile Jazz/fusion. Una chiave di lettura che ha portato la formazione musicale a trionfare nella passata edizione. Il “Mauro Bottini Quartet” sarà, invece, ospite del Galà inaugurale e proporrà alla platea il suono pulito ed elegante del proprio repertorio caratterizzato da grande libertà espressiva grazie a un raffinato interplay, al grande affiatamento e a una ispirazione profonda nel quale Bottini riesce a mettere in luce la sua indubbia capacità tecnica, la sua pregevole vena compositiva, e il suono fluido e luminoso del suo sax.


A presentare il Festival, come nelle precedenti edizioni, sarà la frusinate doc Mary Segneri, conduttrice Rai, e autrice di recente di un apprezzatissimo backstage, che grande successo ha avuto, del mega concerto di Vasco di qualche giorno fa. Importante il parterre di sponsor che sostengono la manifestazione tra cui figurano: Banca Popolare del Cassinate, Unindustria Frosinone, L’Automobile, Klopman, Sette e Ignarra Motors.


“La musica - afferma il sindaco Nicola Ottaviani - è un linguaggio universale
che, attraverso le emozioni che suscita, è in grado di unire le persone più diverse, provenienti da ogni latitudine. La musica sarà, anche quest’anno, la forza aggregante che renderà la città di Frosinone meta privilegiata da parte di giovanissimi compositori italiani ed europei. Solo lo scorso anno inauguravamo, con grande orgoglio, la sezione della gara dedicata agli istituti di alta formazione dell’intero continente, con la partecipazione di alcune scuole tra le più rinomate d’Europa; anche nel caso dell’edizione 2017, il format, unico e avvincente, del festival, vedrà sfidarsi a colpi di note, di jazz, pop e rock i più promettenti musicisti italiani ed europei, trasformando le note in emozioni per l’affezionata platea di piazzale Vittorio Veneto”.


Sulla stessa lunghezza d’onda Gianpiero Fabrizi, consigliere delegato ai grandi eventi:
“La quinta edizione del il Festival dei conservatori, per tutto il mese di luglio, vedrà lo splendido scenario di piazzale Vittorio Veneto ospitare la gara tra giovani e talentuosi musicisti. Dal 2013, abbiamo visto esibirsi tanti artisti che hanno trovato, a Frosinone, il contesto adatto per mettere in mostra la propria bravura dinanzi a una platea attenta e calorosa e a una giuria competente.  Con il festival dei Conservatori la nostra città si confermerà, ancora una volta, luogo aperto all’incontro, all’aggregazione e alla crescita culturale, in un’ottica non soltanto regionale o nazionale, ma europea”.


“La politica culturale dell’amministrazione - prosegue l’assessore alla cultura Valentina Sementilli - continua a muoversi, incisivamente, su più direzioni. Il Festival dei conservatori costituisce, sicuramente, la punta di diamante di un’azione ampia e articolata, volta a rendere la cultura un patrimonio condiviso e accessibile a tutti, il vero valore aggiunto, la pietra angolare su cui costruire un futuro solido, non legato solo alla virtualità. È importante, dunque, proseguire sulla strada già tracciata ed accogliere, con entusiasmo e partecipazione, la nuova edizione del festival che farà parlare di Frosinone in tutta Europa”.

 

“Nel segno della continuità - conclude il maestro Alberto Giraldi, direttore del Conservatorio “Licinio Refice”del capoluogo - anche quest’anno il Festival dei Conservatori vede rinnovarsi una tradizione che è divenuta nel tempo un appuntamento importante. Per il territorio, il Festival riafferma l’esigenza del coinvolgimento della cittadinanza nelle manifestazioni culturali e musicali, nell’ottica di divulgare il capillare lavoro di alta formazione musicale dei Conservatori italiani. Per i Conservatori ed i loro studenti, il Festival rappresenta un nobile ruolo di passerella, di vetrina nazionale in cui valorizzare l’impegno quotidiano di tanti talentuosi artisti. Infine, per il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, il Festival dei Conservatori costituisce un fiore all’occhiello per il valore di proposta pilota: un modello di impresa culturale che rinsalda la partnership tra la gestione politica della città e le strutture preposte allo sviluppo della formazione.     L’intesa tra il Comune di Frosinone ed il Conservatorio dimostra quanto si può fare di buono per le nostre realtà locali, aprendole alla collaborazione tra gli enti pubblici ed alla relazione su scala nazionale ed internazionale del frutto di questa stessa collaborazione. Un ringraziamento sentito va per questo al Sindaco Ottaviani, perché la sensibilità nella gestione della Polis è il presupposto affinché le Arti e la Cultura possano germogliare nel nostro Paese indicando la vision del rinnovamento, comunicando alti valori fondanti per una Società sempre migliore”.

 

L'evento
La premiazione ufficiale di “Vicoli e Fiori” si terrà nella serata di sabato 8 luglio, in piazza Sandro Pertini
immagine

 

PALIANO (FR) - Oggi, giovedì 6 luglio, nella sala consiliare di piazza Sandro Pertini si è riunita la giuria di qualità per decretare i vincitori dell’edizione 2017 di “Vicoli e Fiori”, il concorso promosso dagli assessorati al Turismo e all’Urbanistica che premia i migliori allestimenti floreali del centro storico.
«“Vicoli e Fiori” – ha dichiarato il sindaco Domenico Alfieri – nasce dal desiderio di coinvolgere la popolazione nella cura del decoro del centro urbano attraverso il linguaggio e la bellezza dei fiori. Per il terzo anno consecutivo Paliano “sboccia” e ravviva i suoi scorci più belli grazie all’impegno di tanti volenterosi cittadini».
Splendidi gli allestimenti in gara, che hanno trasformato il borgo antico in un giardino multicolore, con continui rimandi alle suggestioni proprie del mondo dei fiori, ma anche agli aspetti più tradizioni legati alla cultura palianese.
«Questa edizione del concorso – il commento del vicesindaco con delega al Turismo, Valentina Adiutori – acquista un sapore particolare perché registra una massiccia partecipazione al femminile. Un ringraziamento quindi a queste magnifiche donne che, con la loro sensibilità, hanno trasformato la nostra città in un luogo da cartolina».
«Gli splendidi allestimenti presentati – queste le parole del consigliere con delega all’Urbanistica, Ugo Germanò – sono il segno tangibile dell’attaccamento della cittadinanza al proprio paese, ai vicoli, alle scalinate e alle piazze custodite all’interno delle mura. Paliano vestito di fiori è uno spettacolo per gli occhi e per il cuore».
La premiazione ufficiale di “Vicoli e Fiori” si terrà nella serata di sabato 8 luglio, in piazza Sandro Pertini, all’interno dei festeggiamenti dell’ormai storico appuntamento di “Vino in Festa”.

Disservizi
Presso il centro vaccinazioni di Alatri, invece, è la mancanza di vaccini che sta creando il disappunto delle famiglie
immagine


ISOLA DEL LIRI (FR)
- Sono tanti i disagi che si stanno verificando in questi giorni presso il centro vaccinazioni della Asl di Isola del Liri dove per mancanza di personale medico i genitori che si recano per vaccinare i figli vengono invitati a recarsi presso il polo di Via Piemonte a Sora. Qui neanche la situazione è delle migliori per via delle lunghe file che si formano e delle interminabili liste di attesa. Presso il centro vaccinazioni di Alatri, invece, è la mancanza di vaccini che sta creando il disappunto delle famiglie. Problematiche queste destinate a ripetersi dopo il nuovo decreto vaccini stabilito del ministro Lorenzin, che prevede l’obbligatorietà di 12 vaccini indispensabili per l’iscrizione a scuola.
“Siamo alle solite, nel nostro Paese il legiferare rimane ben lontano dalla realtà attuativa. –dichiara il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e presidente della XV Comunità montana ing.Gianluca Quadrini- La carenza di organico dei centri vaccinali delle Asl e altre problematiche come i ritardi dell’arrivo dei vaccini che si protraggono da troppo tempo creano gravi disagi ai bimbi e ai genitori, rischiando di trasformare negativamente la nuova operazione vaccini obbligatori, che metterebbe al tappeto gran parte delle strutture sanitarie italiane”.
“L’irresponsabilità di questo governo di centro sinistra sul decreto vaccini sta già precipitando in una situazione di caos che preoccupa i cittadini. Il decreto è infatti impraticabile con in tempi ipotizzati”.

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact