Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Eventi
La cerimonia di premiazione e la consegna delle somme di denaro agli operatori avverrà giovedì 23 febbraio
immagine

 

Redazione

 

Il Centro provinciale di Formazione professionale Alberghiero di Amatrice ha vinto il prestigioso Premio “Orio Vergani” assegnato dall'Accademia Italiana della Cucina. Il premio, istituito per ricordare la memoria del Fondatore dell’Accademia, viene conferito a persone, enti o associazioni che, estranei all’Accademia, abbiano grandemente onorato, con la loro attività, la cultura gastronomica e la Civiltà della Tavola italiana, in qualsiasi campo, in Italia o all’estero. Il premio consiste in una pregevole opera grafica recante il nome del vincitore e una somma in denaro stabilita e approvata, di anno in anno, dal Consiglio di Presidenza dell'Accademia, che quest'anno è di 10 mila euro con i quali è stato acquistato un macchinario per la produzione di dolci messo a disposizione dell'Alberghiero gestito dall'Istituzione formativa della Provincia di Rieti. Oltre a questo, a 6 ristoranti e 3 aziende agricole dell'amatriciano saranno donati 91.943 euro che l'Accademia ha raccolto tra i suoi iscritti. La cerimonia di premiazione e la consegna delle somme di denaro agli operatori avverrà giovedì 23 febbraio alle ore 11.30 presso la Sala di Comunità Sant'Agostino ad Amatrice dove ci sarà l'assegnazione formale al presidente dell'Ifr, Licia Alonzi, da parte del presidente dell'Accademia, Paolo Petroni. La consegna del macchinario per la produzione dei dolci, corrispondente al premio “Orio Vergani”, verrà invece consegnato domani mattina, 22 febbraio, dal delegato reatino dell'Accademia della Cucina Italiana, Francesco Maria Palomba, al presidente e al direttore dell'Istituzione Formativa di Rieti, Licia Alonzi e Fabio Barberi.
L'appuntamento
Venerdì 17 febbraio 2017 ore 15:30 Centro Congressi del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti
immagine

 

RIETI - Gli eventi sismici che stanno interessando l'Appennino centrale dal 24 agosto 2016 hanno visto fin da subito un ampio coinvolgimento dell'Ordine dei Geologi del Lazio, con il suo Gruppo di Protezione Civile. Geologi professionisti hanno fornito il loro contributo volontario, effettuando sopralluoghi e rilievi degli effetti geologici indotti dal sisma e collaborando nelle attività di supporto tecnico/cartografico, dapprima attivati dall’Agenzia di Protezione civile regionale e successivamente dal Consiglio Nazionale dei Geologi, nell’ambito di Accordi di programma con il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale. Per fare il punto sugli aspetti geologici che hanno dato origine allo sciame sismico e, anche per confutare teorie non sempre corrette, quando non provengono dall'ambito scientifico, l'Ordine dei Geologi del Lazio ha organizzato un incontro-dibattito a Rieti.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Rieti, si svolgerà venerdì 17 febbraio, a partire dalle ore 15:30 nel Centro Congressi del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti. È rivolta agli iscritti dell’Ordine dei Geologi del Lazio, ma è aperta a tutti. I lavori saranno coordinati da Roberto Troncarelli, presidente dell’Ordine dei Geologi del Lazio. “I relatori che interverranno - spiega il presidente Troncarelli - illustreranno le dinamiche che hanno generato i terremoti di questi ultimi mesi e l'assetto geologico dell'Appennino centrale”. “Interverranno - sottolinea la vicepresidente dell’Ordine del Geologi del Lazio e Coordinatore della Commissione Protezione Civile dell'Ordine, Marina Fabbri - il professor Gabriele Scarascia Mugnozza del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università Sapienza di Roma, e i dottori Gianluca Valensise e Giuliano Milana, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, per parlare degli effetti di amplificazione sismica nella piana reatina e, più in particolare, della Microzonazione Sismica di Rieti, quale strumento di pianificazione territoriale e di mitigazione del rischio. Ma anche di cosa abbiamo imparato dalla sequenza sismica iniziata il 24 agosto 2016. Il geologo Domenico Marchetti, libero professionista, analizzerà le problematiche che incontrano i liberi professionisti incaricati dello studio di MS livello 1 e l’incontro pubblico si concluderà alle 18.00 con un dibattito tra esperti e professionisti di settore".

Aiuto e solidarietà
Intervento in una delle 69 frazioni di Amatrice, colpite dal terribile sisma del Centro Italia
immagine


SOMMATI
- Polizia Locale di Roma Capitale a Sommati una delle 69 frazioni di Amatrice, completamente piena di neve e paralizzata dal freddo. Il funzionario Gabriele Di Bella, comandante di Polizia Locale a Lanuvio e Nemi si trova proprio nella frazione reatina che in queste ore registra temperature graciali: -18°. Di Bella è intervenuto per l'emergenza animali, il rientro è previsto per giovedì quando un nuovo contingente darà il cambio. A Sommati infatti è stata costruita una struttura di ricovero per gli amici a quattro zampe. Nei giorni scorsi Il presidente, nonché sindaco, Antonio Battista, ha chiesto la misura straordinaria “per il notevole abbassamento delle temperature e per l’eccezionalità delle precipitazioni che hanno arrecato danni e disagi al territorio”

Cronaca
In piazza Vittorio Emanuele II con Ambrogio Sparagna & l'Orchestra popolare italiana e lo spettacolo pirotecnico di Morsani
immagine

 

Redazione

RIETI
- Ambrogio Sparagna & l'Orchestra popolare italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma animeranno, in piazza Vittorio Emanuele II, la notte di San Silvestro, nell'ambito di un evento promosso dall'assessorato al Turismo del Comune di Rieti. Allo scoccare della mezzanotte, in Piazza Cesare Battisti, ci sarà lo spettacolo pirotecnico a cura della Pirotecnica Morsani con fuochi e sincronizzazione musicale (oltre 5mila effetti con basi musicali). Da oggi al 6 gennaio, tra piazza Vittorio Emanuele II e piazza Cesare Battisti ci saranno anche i mercatini di Natale.
“Taranta d’amore. La notte del gran ballo. Grande Festa-Concerto di serenate e balli popolari” è il titolo della serata che vedrà esibirsi in piazza del Comune l'Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna. Con il popolare artista ci saranno: Clara Graziano (voce, organetto, danza), Valentina Ferraiuolo (voce, tamburelli), Cristiano Califano (chitarre), Raffaello Simeoni (voce, fiati popolari), Diego Micheli (contrabasso), Ottavio Saviano (batteria), Erasmo Treglia (violino, ghironda, ciaramella).
Taranta d’Amore è una grande Festa-Spettacolo dedicata al ricco repertorio di serenate e balli della tradizione popolare italiana: gighe, saltarelli, ballarelle, pizziche, tammurriate e soprattutto tarantelle, la danza matrice di tante tradizioni musicali delle nostre regioni. Al centro della scena Sparagna, sostenuto dalla straordinaria energia e bravura dei musicisti dell’Orchestra, dà vita ad una grande festa spettacolo che riesce ad animare la piazza, la fa saltare al ritmo vorticoso dei nostri balli popolari, tra organetti, chitarre, ciaramelle e tamburelli. Nel corso dello spettacolo il pubblico diventa ‘protagonista della festa’ e si lascia piano piano travolgere dalla forza della musica abbandonandosi agli inviti del Maestro a ballare, battere le mani, sorridere e fischiare una melodia, cantare un ritornello e sorridere per un numero ad effetto. Così stregati dall’energia del ritmo ed affascinati dalla varietà ed originalità dei suoni degli strumenti popolari e dalla forza delle voci che cantano tanti dialetti diversi, tutti si ritrovano a rivivere suggestioni ed emozioni straordinarie tipiche delle antiche feste contadine italiane. 

Cronaca
Solo qualche giorno fa era stato predisposto Rieti White, nome dato all'addobbo fuori le mura
immagine

 

Red. Cronaca


RIETI - "Qualche spregevole balordo ha deciso di danneggiare gli addobbi natalizi che abbiamo installato accanto alle mura cittadine ed in Piazza Marconi. - dichiara il sindaco di Rieti Simone Petrangeli.- La vergogna - prosegue il primo cittadino - è resa evidente dalle foto scattate nelle ultime ore. Ogni anno gli atti vandalici rappresentano un costo enorme a carico della collettività e sono uno schiaffo a tutta la città. Mi appello al senso civico di tutti, non solo nel rispetto per i beni e gli ambienti cittadini, ma anche nel segnalare e denunciare fatti o comportamenti dannosi per il bene comune. Contro il vandalismo di chi non è capace di convivere in una comunità dobbiamo rispondere con il senso civico e la cittadinanza attiva. I vandali saranno perseguiti e non ci fermeranno. La città è di tutti, - conclude Petrangeli - chi la vuole brutta e incivile non avrà la meglio."

 

Solo qualche giorno fa era stato predisposto Rieti White, nome dato all'addobbo fuori le mura che il Comune di Rieti ha voluto regalare alla città in occasione delle festività natalizie. 106 statue in polistirolo, raffiguranti soggetti natalizi (scritte augurali, renne, babbi Natale, palle e alberi), realizzate in esclusiva per la città di Rieti dalla RVA Polistirolo di Riccione, abbelliranno le storiche mura perimetrali della città con effetti di luce colorati.

Eventi
L'iniziativa è promossa dalla locale Pro Loco
immagine

 

Red. eventi

COLLALTO SABINO (RI)
- Sabato 10 dicembre, dalle ore 15 alle ore 16.30, le fatine più famose del mondo, le WINX, aspettano tutte le loro fan nel centro storico di Collalto Sabino (Rieti). La magia delle protagoniste del noto cartone animato, in onda su Rai YoYo, animerà il caratteristico borgo medioevale della provincia di Rieti che si trova al confine tra Lazio e Abruzzo. L’appuntamento è al “Villaggio di Babbo Natale”, iniziativa promossa dalla Pro Loco di Collalto Sabino per  tutti i bambini e che animerà ogni fine settimana del mese di dicembre. Tante le sorprese per i partecipanti.

“Winx Club” è una moderna saga fantasy incentrata sulle avventure di sei fate, amiche per la pelle. Le protagoniste sono Bloom, Stella, Flora, Aisha, Musa e Tecna, sei ragazze che vivono insieme Ia loro quotidianità tra le lezioni alla scuola di Alfea e i viaggi fantastici nei vari mondi della Dimensione Magica. In ogni momento, quando c’è bisogno, le sei ragazze si trasformano in super-eroine, pronte a sconfiggere il male e salvare chiunque sia in difficoltà. Ogni ragazza ha poteri specifici, legati a un elemento magico: Bloom è la Fata della Fiamma del Drago, Stella è la Fata del Sole Splendente, Flora è la Fata della Natura, Aisha è la Fata dei Fluidi, Musa è la Fata della Musica, Tecna è la Fata della Tecnologia. Tutte insieme formano il Winx Club, un invincibile gruppo di fate la cui amicizia è la forza più grande contro ogni tipo di avversità.
 

Feste
L'installazione scenografica in occasione delle festività natalizie
immagine

 

Redazione


RIETI - Natale, in corso l'installazione di 106 statue in polistirolo lungo le mura medievali. Rieti White, questo è il nome dato all'addobbo fuori le mura che il Comune di Rieti ha voluto regalare alla città in occasione delle festività natalizie. 106 statue in polistirolo, raffiguranti soggetti natalizi (scritte augurali, renne, babbi Natale, palle e alberi), realizzate in esclusiva per la città di Rieti dalla RVA Polistirolo di Riccione, abbelliranno le storiche mura perimetrali della città con effetti di luce colorati. L'installazione, da parte degli operai dell'Amministrazione comunale di Rieti, è in corso da oggi. “Abbiamo voluto caratterizzare le mura medievali - dichiara l'assessore Alessandro Mezzetti - con un elemento di innovazione ispirato all'addobbo che è stato realizzato dalla RVA nella città di Riccione. L'installazione susciterà un forte contrasto tra la storicità delle mura e il design moderno delle 106 sculture bianche”.

Cronaca
Scattate le manette per 8 persone tra cui una minorenne
immagine

 

Red. Cronaca


RIETI - La Squadra Mobile della Questura di Rieti ha arrestato otto spacciatori sequestrando oltre 200 grammi di cocaina appena giunta da Napoli. Le indagini, iniziate da pochi giorni, dopo una serrata attività info-investigativa, portavano gli uomini della Mobile della Sezione antidroga a conoscenza del fatto che un noto pregiudicato reatino si stava preparando ad acquistare un importante quantitativo di cocaina da smerciare a Rieti durante le festività natalizie.

Veniva quindi effettuata una accurata analisi sui tabulati telefonici dell’utenza  intestata al malvivente, che permettevano di accertare i contatti con altre utenze cellulari di altri pregiudicati reatini nonché di un albanese, che faceva emergere il sospetto che fossero tutti interessati all’acquisto della cocaina. Grazie alle intercettazioni telefoniche, autorizzate dall'Autorità Giudiziaria, i sospetti trovavano quindi fondatezza. 

In particolare, gli investigatori della Mobile, accertavano che principale sospettato, D.P.M., di anni 54,  aveva stretti contatti con soggetti napoletani con i quali stava gettando le basi per far arrivare a Rieti un importante quantitativo di cocaina. Sempre grazie alle intercettazioni telefoniche, emergevano anche le collaborazioni di P.A. e P.Z., rispettivamente di anni 49 e 56, entrambi pregiudicati reatini e dell'albanese M.S. di anni 32, incensurato, (in possesso di regolare permesso di soggiorno) i quali partecipavano all’illecito acquisto dello stupefacente fornendo parte del denaro necessario.

La prima conferma che l’affare si stesse concretizzando arrivava lo scorso 30 novembre quando due emissari napoletani si recavano nell’abitazione di P.Z. con al seguito un assaggio della sostanza da acquistare, incontro a cui partecipavano tutti i malviventi interessati.I due ragazzi campani, poi identificati in C.R. e V.D. rispettivamente di anni 22 e 21, entrambi incensurati, dopo avere ottenuto la conferma dagli acquirenti reatini della bontà della sostanza proposta, si allontanavano da Rieti con il proposito di tornare nei giorni a seguire con al seguito il quantitativo da vendere.

A questo punto gli uomini dell'antidroga procedevano ad effettuare diversi servizi di osservazione e controllo nei pressi delle abitazioni di tutti i malviventi reatini, tre dei quali residenti nel popoloso quartiere di Villa Reatina, in attesa del ritorno dei corrieri napoletani. E così lo scorso Venerdì 2 dicembre, grazie sempre alle intercettazioni telefoniche, emergeva che nel pomeriggio si sarebbe concretizzato l’affare. Venivano quindi predisposti dei servizi di osservazione anche lungo la via Salaria.

Sebbene non fosse emerso da nessuna conversazione telefonica, il personale della Squadra Mobile, ipotizzando che i corrieri potessero utilizzare nel tragitto da Napoli a Rieti più  veicoli, alcuni con funzione di staffetta, iniziava anche un pedinamento discreto dei soggetti di Rieti  i quali, ancora una volta si riunirono presso l’appartamento del P.Z..  Dall’appartamento veniva visto uscire P.A. il quale, a bordo del veicolo di M.S. si recava presso un’area di servizio sita lungo la Salaria ove poco dopo si incontrava con C.R. giunto a bordo di una Jeep condotta da V.D. e con a bordo anche un altro minorenne. Mentre i due occupanti della Jeep rimanevano in sosta nell’area di parcheggio,  C.R. saliva a bordo del veicolo condotto da P.A. tornando presso l’abitazione del P.Z.

Una volta arrivati a destinazione, pochi istanti dopo, venivano raggiunti da una Toyota Aygo, con a bordo C.F. di anni 22  e la minorenne V.A. di anni 16, anch’essi provenienti da Napoli. Questi ultimi scendevano dal veicolo a bordo del quale  saliva C.R. che iniziava ad armeggiare, segnale che dava la conferma che all’interno dello stesso era nascosta la sostanza stupefacente.
 
A questo punto il personale della Squadra Mobile interveniva bloccando tutti i soggetti, compresi i due giovani occupanti la Jeep e rimasti ad aspettare all’interno dell’area di servizio. L’ispezione all’interno del veicolo permetteva, quindi, di rinvenire due involucri di cellophane contenenti due grossi frammenti di sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un peso, rispettivamente, di grammi 90 e 120, risultata di altissima qualità: particolare la confezione degli involucri essendo stato rilevata all’interno degli stessi la presenza di un discreto quantitativo di pepe macinato volto, evidentemente a scongiurare un eventuale controllo da parte di unità cinofile.

Le successive perquisizioni domiciliari consentivano di rinvenire all’interno dell’abitazione di P.A. (già arrestato alcuni anni addietro sempre dalla Squadra Mobile di Rieti in quanto trovato in possesso di oltre due chili di marijuana) di oltre 30 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, marijuana e cocaina nonché bilancini di precisione.Al termine dell’attività tutti e otto i protagonisti ( tranne il minorenne rimasto all’interno della Jeep)  sono stati arrestati  e messi a disposizione delle rispettive AA.GG..

Sette sono stati trasferiti presso la locale Casa Circondariale, mentre la minorenne è stata trasferita presso il C.P.A. di Roma in attesa dell’udienza di convalida. Complessivamente, oltre ai quantitativi di sostanze sequestrati sopra indicati, sono stati sequestrati,  oltre 3000 euro ai soggetti arrestati nonché i tre veicoli utilizzati dagli stessi durante il tentativo di reperimento della cocaina.

Si tratta di un’importante operazione che ha portato all’arresto di ben otto persone nella flagranza di reato e che ha consentito di smantellare un pericoloso canale di approvvigionamento  proveniente da zone note per la presenza di pericolose associazioni criminali.
 

La ricostruzione
Presto seguiranno Accumoli, Amatrice e Posta
immagine

 

di Marco Staffiero

 

RIETI - Nasce a supporto dei cittadini dei comuni colpiti dal sisma un nuovo punto di riferimento in cui erogare servizi, coordinare le azioni, illustrare gli strumenti disponibili e le misure messe in campo: l’ufficio per la ricostruzione. Aperta oggi 2 dicembre 2016  la sede di Rieti, presto seguiranno Accumoli,  Amatrice e Posta. L'ufficio si trova in via Cintia, 87 a Rieti. I compiti dell’ufficio: garantire la maggiore efficacia e la massima efficienza ed economicità delle attività di ricostruzione.
 
Questo ufficio strategico nasce dopo la sottoscrizione di un’apposita convenzione tra Regione, Provincia di Rieti e 15 comuni dell’area, e ha l’obiettivo, in costante rapporto con la struttura commissariale nazionale e di raccordo con le attività dei comuni grazie alla presenza dei sindaci. Le principali attività del centro offriranno l'istruttoria per l’erogazione dei contributi per la ricostruzione o il recupero degli immobili privati distrutti o danneggiati e dei contributi in caso di distruzione o danneggiamento grave di beni mobili; la consultazione dei cittadini e degli altri soggetti interessati ai fini della predisposizione dei piani urbanistici generali ed attuativi; la progettazione generale ed esecutiva delle opere pubbliche e degli interventi sui beni sottoposti a vincolo artistico, storico, archeologico ed etnoantropologico e la realizzazione degli interventi di prima emergenza.
 
Inoltre,  per rendere agevole e semplice l’accesso alle informazioni, verrà predisposto un pacchetto di modulistica ad hoc e di documenti informativi su tutti i diritti e le opportunità per cittadini e imprese. Infine, attraverso il web un altro importante strumento di condivisione e informazione sono a disposizione tutte le info per  cittadini e imprese. Presto il sito sarà affiancato da quello dell’ufficio: ricostruzionelazio.it.
Cronaca
Il progetto prevede la costruzione di un alloggio da 80 metri quadrati, 5 da 60 e 19 da 40
immagine

 

Redazione

AMATRICE - Sono arrivate questa mattina ad Amatrice le prime due 'casette' del progetto Sae Cns, le soluzioni abitative di emergenza previste per accogliere gli sfollati del sisma del 24 agosto scorso. Si tratta di due abitazioni, una da 40 e l'altra da 60 metri quadrati, realizzate dal Consorzio nazionale servizi (Cns). "Siamo in una fase di prove tecniche - spiega all'ANSA Sergio Zaccarelli, responsabile del progetto Sae Cns -, la Regione Lazio ci ha consegnato ieri le prime due piattaforme approntate dal Genio militare a Campo Lazio. Inizieremo i lavori da giovedì e nell'arco di un paio di settimane contiamo di consegnare l'intera area". Il Campo Lazio, l'area adibita a ospitare gli sfollati del cratere di Amatrice, ospiterà complessivamente 25 soluzioni abitative di emergenza. Il progetto prevede la costruzione di un alloggio da 80 metri quadrati, 5 da 60 e 19 da 40.

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX GIORNALE DI OGGI SEPARATORE 5PX L’Osservatore d’Italia - Ultima edizione SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DA LEGGERE SEPARATORE 5PX CHIARA RAI EDITORIALE SEPARATORE 5PX PAOLINO CANZONERI EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX TOROSANTUCCI EDITORIALE SEPARATORE 5PX VINCENZO GIARDINO EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX CHIARA RAI EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX TOROSANTUCCI EDITORIALE SEPARATORE 5PX L'INCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE SEPARATORE 5PX CONNEXUS
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact