Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Il DDL
Castelli Romani: verso l'istituzione del Parco Archeologico Culturale del Tuscolo
18/06/2017 13:49:00
Fautore e primo firmatario del DDL il senatore PD Bruno Astorre

 

di Ivan Galea


CASTELLI ROMANI
- Sarà presentato martedì prossimo nella sala di Santa Maria in Aquiro presso il Senato della Repubblica il Disegno di Legge che prevede l’istituzione del Parco Archeologico Culturale del Tuscolo ricadente in quello che viene definito come il cuore storico dei Castelli Romani e compreso tra i comuni di Montecompatri, Monte Porzio, Frascati e Grottaferrata.

Fautore e primo firmatario del DDL il senatore PD Bruno Astorre insieme a 11 senatori cofirmatari del partito Democratico:  Ignazio Angioni, Monica Cirinnà, Francesco Giacobbe, Nadia Ginetti, Carlo Lucherini, Giuseppina Maturani, Mario Morgoni, Claudio Moscardelli, Giorgio Pagliari, Gian Carlo Sangalli, Maria Spilabotte. L'approvazione del DDL consentirà di colmare quel ritardo nella tutela e nella valorizzazione di un sito, che fa parte in maniera significativa del patrimonio culturale nazionale e permetterà di sostenere gli sforzi fino ad oggi compiuti dagli enti locali, particolarmente dalla Comunità Montana dei Castelli romani e Prenestini, in una visione sussidiaria delle competenze dei vari livelli di governo. L’intenzione è quindi quella di dare un senso compiuto alle disposizioni del codice dei beni culturali attraverso un'operazione di rete, che metterà in collegamento tutti i soggetti pubblici interessati e coinvolgerà i privati proprietari delle ville rinascimentali, per tutelare e valorizzare questo immenso patrimonio, che la storia ha voluto concentrare in un sito, nel quale si sono spesso intrecciati i destini dell'umanità.


Gli Enti interessati E’ previsto che la Regione Lazio, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge, promuoverà una conferenza dei servizi con i soggetti interessati Comunità  Montana dei Castelli Romani e Prenestini, comuni territorialmente competenti, Parco regionale dei Castelli Romani, soggetti ed enti proprietari delle ville rinascimentali ricomprese nell'area, Soprintendenza del Lazio  per la definizione di un accordo di programma nel quale verranno definite le linee progettuali del Parco Archeologico Culturale del Tuscolo in conformità  con le linee guida approvate con decreto del Ministro per i Beni e le Attività  Culturali e saranno individuate le competenze di ciascun soggetto in relazione alla proprietà  ed alle competenze stabilite dalle normative vigenti.

L'accordo di programma definirà quindi in particolare:
a) le linee del progetto scientifico relativamente agli aspetti archeologici propriamente detti, agli aspetti naturalistico-ambientali ed agli aspetti urbanistico-monumentali;
b) le linee del progetto di tutela e valorizzazione;
c) il modello di piano di gestione;
d) i compiti di ciascun soggetto sottoscrittore dell'accordo;
e) l'assegnazione delle risorse disponibili per ciascuno dei soggetti sottoscrittori in relazione all'ambito di lavoro assegnato;
f) il coordinamento complessivo dell'attività  ai fini dell'accreditamento del Parco Archeologico Culturale del Tuscolo.

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact